Archivi

Tutti gli articoli per il mese di ottobre 2011

Ciambelline di patate.

Pubblicato 23 ottobre 2011 da Laura

Queste deliziose ciambelline le preparava mia mamma, sono soffici, buonissime, hanno pero’ un difetto, se le preparate fritte sono ottime subito, il giorno dopo non sono piu’ cosi’ buone, sono mangiabili conviene quindi mangiarle tutte nella giornata! Ihhh!!! Io le ho cotte al forno, sono molto piu’ digeribili e comunque buone anche se la delizia di questo impasto e’ la frittura in olio di arachide molto caldo, a fuoco basso, girate due volte e poi rotolate nello zucchero, non vi dico, avete presente i krafen ancora caldi, ecco, vi ho detto tutto!!Eccovi la ricetta, io ho usato meta’ dose per farne di meno…mi sono venute 20 ciambelline profumate!!! Ingredienti…300 g di patate, io ne ho usate due di media grandezza, 400 g di farina, io 250, 50 g di lievito di birra, ho usato la bustina va benissimo, 2,5 di latte….vedete voi com’e’ l’impasto, deve venire molliccio, 50 di burro, 50 di zucchero, 2 uova, io ho usato un uovo, limone non trattato, zucchero a velo o semolato e olio per friggere se le fate fritte.

Ora fate cosi’…fate lessare le patate, sbucciatele e schiacciatele. Mettete la farina a fontana, le patate non troppo calde al centro con il lievito in bustina, se usate quello in panetto scioglietelo in un po’ di latte e zucchero, poi unite lo zucchero, il burro ammorbidito a temperatura ambiente, la scorza grattuggiata del limone, un uovo intero e un tuorlo. Io ho messo solo il tuorlo di un uovo. Impastate il tutto e lavorate bene, schiacciate con le mani, tirate fino a far diventare l’impasto bello morbido e molle, fate una palla e lasciate lievitare per due, tre ore fino a far diventare la palla il doppio. Coprite con un telo o con la pellicola. Passato il tempo di lievitazione prendete dei pezzi di impasto e formate delle palline, poi fate un buco per fare la ciambellina. Mettete le ciambelline nella teglia del forno con carta forno a lievitare ancora per un ora, io ho messo la teglia nel forno spento. Trascorso il tempo girare le ciambelle nello zucchero semolato e infornatele a forno caldo a 180 gradi per 20 minuti,controllate la cottura devono venire belle dorate, vi dico che sono talmente soffici.…Kiara mi ha chiesto se le preparo di nuovo. Potete ancora spolverarle di zucchero a velo. Cotte in forno sono molto piu’ leggere e digeribili, ma una volta tanto provate a friggerle in abbondante olio e poi giratele subito nello zucchero, non si resiste, sono una goduria.

Crostata di cioccolato.

Pubblicato 21 ottobre 2011 da Laura
Un pensierino dedicato alla mia dolce Kiara che amo tantissimo!!!! “Vivi intensamente ogni piccola cosa della tua vita, perchè un giorno, queste piccole cose, sembreranno grandissime”……Questa crostata e’ deliziosa. Pasta frolla, crema al cioccolato, granella di nocciole tostate. Ecco la ricetta. La pasta frolla mi e’ venuta molto buona, la ricetta l’ho trovata sul libro di mia mamma, millericette. Per la pasta frolla ho usato 250 g di farina, 180 g di burro fresco da frigorifero, 60 g di zucchero, 1 tuorlo d’uovo, sale un pizzico….questa dose serve per una tortiera di cm. 26 o 28.  Ora fate cosi’….mettete la farina sul tavolo a fontana, mettete al centro il tuorlo d’uovo e il burro freddo tagliato a pezzetti. Impastate il tutto molto delicatamente facendo assorbire il burro dalla farina, appena il composto e’ omogeneo con l’aiuto di un raschietto raccogliete l’impasto dal tavolo, formate una pallae mettete a riposare al fresco. Il segreto della pasta frolla sta nel lavorarla il meno possibile. Ora la crema al cioccolato, mamma mia che buona, comprate il cioccolato fondente, ne basta una tavoletta da 100 g, mi raccomando, il piu’ buono che trovate, poi 3 tuorli, mezzo litro di latte, 75 g di zucchero e qua vi dico che se la volete meno dolce potete anche usare solo 50 g. Fate cosi…stemperate sul fuoco 250 g di latte con il cioccolato, poi aggiungete il resto del latte…sbattete i tuorli d’uovo con lo zucchero e aggiungete il latte con il cioccolato. Ora mettete a cuocere a bagnomaria la crema, girando con una spatola di legno senza lasciar mai prendere l’ebollizione. Quando la crema si addensera’ e formera’ sulla spatola una specie di velo, ci vogliono piu’ o  meno 10 minuti, togliete dal fuoco continuando a mescolare e fate raffreddare. Per fare una buona crema bisogna stare attenti a regolare la fiamma perche’ il calore eccessivo fa scomporre la crema, a me e’ successo. Nel caso, comunque, fate passare al setaccio fine o attraverso una tela la crema, aggiungete un altro tuorlo e rimettete sul fuoco. Quando fate raffreddare la crema mettete sopra la pellicola cosi’ non si formera’ quell’antiestetica patina. Per fare la granella di nocciole basta farle tostare e tritarle o altrimenti comprate la granella in bustine gia’ pronta. Ora che avete tutti gli ingredienti pronti fate la crostata, stendete meta’ della pasta frolla in una teglia imburrata e infarinata. Versatevi la crema di cioccolato, fredda,io l’ho messa in frigo. Cospargete la granella di nocciole…..e’ gia’ bella cosi’, poi fate delle listarelle con la pasta frolla rimasta e mettetele a griglia sopra la torta. Infornate a forno caldo a 180 gradi per 30 minuti. E’ davvero buonissima!!E’ piaciuta anche al mio maritino!!!


Spaghetti aglio, olio e peperoncino.

Pubblicato 20 ottobre 2011 da Laura

Aglio, olio e peperoncino…cosa c’e’ di piu’ semplice da preparare con la pasta, e’ indubbiamente il condimento piu’ semplice, veloce e stuzzicante. Ho preparato oggi questo primo piatto richiesto da mio papa’…. ieri sera mi ha detto.. gradirei la pasta cosi’ condita…. eccolo accontentato, oggi a mezzogiorno i maschietti si sono leccati i baffi….ahahahah!!!! Io li ho  appena assaggiati, troppo piccanti e l’aglio non mi va tanto….a loro sono piaciutissimi!!! Ecco la ricetta….

Ingredienti…400 g di spaghetti, 3 spicchi d’aglio, formaggio pecorino, e’ facoltativo, io non l’ho messo, olio extravergine, peperoncino rosso a pezzetti o in polvere.

Si fa cosi’….in un tegame, io ho usato il wok, mi trovo troppo bene, scaldate l’olio con il peperoncino ridotto a pezzettini o in polvere e, quando e’ bollente, aggiungete l’aglio, schiacciato, lasciatelo imbiondire e, mescolando con un cucchiaio di legno, fate in modo di evitare che annerisca. Nel frattempo fate cuocere gli spaghetti in abbondate acqua salata, scolateli al dente e versateli nel wok oppure in una zuppiera con il condimento piccante. Io vi consiglio di insaporire la pasta direttamente nel wok, o nella padella, lasciandola sul fuoco qualche istante, in modo da consentire ai sapori di amalgamarsi. Se volete, a vostro gusto, potete aggiungere del pecorino grattuggiato mescolando con cura. Un altra cosa, se non avete un feeling con il peperoncino ma volete lo stesso azzardare questo piatto potete toglierlo dal condimento prima di mischiarlo alla pasta, in questo caso usate i peperoncini tagliati in pezzetti non troppo piccoli.

Rotoli ai wurstel.

Pubblicato 18 ottobre 2011 da Laura

Questi rotolini sono proprio sfiziosetti,non vi viene voglia di mangiarli guardando la foto….vanno bene per antipasto o proponeteli in qualche festicciola, sono di Sara, le sue ricette sono sempre ottime. Io li fatti l’altra sera e sono spariti in un battibaleno, ho fatto anche qualche rotolino alla mozzarella, che buoni!!!!!!!
Ingredienti:

250 gr di farina 00
120 gr di acqua
25 gr di burro
12 gr di lievito di birra io ho usato la bustina
un cucchiaio di zucchero
un cucchiaio di olio
6 gr di sale

fate cosi…

Sciogliete il lievito nell’acqua tiepida. Oppure se usate quello nella bustina mettetelo nella farina a fontana….poi aggiungete lo zucchero, il sale, il burro morbido e l’olio. Il sale mettetelo all’esterno, non a contatto con il lievito.
Mescolate bene e formate una palla. Fatela lievitare un’ora.Riprenderla e staccare dei pezzi; tirarli e arrotolarli sui wurstel. E’ anche divertente prepararli….
Disporli su carta forno e far lievitare un’ora. Spennellarli con uovo sbattuto o latte ed infornarli a 200 gradi per 12-15 minuti circa.
Sfornare e servire tiepidi o freddi ! Io appena li ho sfornati ….sono spariti!!!!! Quelli alla mozzarella, basta mettere qualche pezzetto di mozzarella, non troppo, altrimenti riempite la placca del forno con il formaggio sciolto, sono deliziosi anche cosi’!!!!

Muffin ai frutti di bosco.

Pubblicato 17 ottobre 2011 da Laura
  • Sono adorabili....mi piacciono tantissimo i muffin, questi ai frutti di bosco li ho fatti l’altro giorno, mi sono venuti morbidissimi e molto buoni, a Kiara sono piaciutissimi!!!!Ecco la ricetta che ho trovato sul libretto di ricette di questa settimana. Ingredienti…250 g di farina..120 g di zucchero, 3 uova, 50 g di burro fuso, 100 g di panna fresca liquida, 1 pizzico di sale,1-2 bustina di lievito per dolci, 4 vaschette di frutti di bosco (lamponi, more e mirtilli), potete prendere anche la busta surgelata, sono buonissimi!!!

Ora fate cosi’….in un recipiente sbattete le uova con lo zucchero e un pizzico di sale fino ad ottenere un composto leggermente gonfio, poi aggiungete il burro fuso freddo a filo, sempre mescolando, e poi la panna. Dopo aver amalgamato bene aggiungete la farina miscelata al lievito. Mescolate ancora fino ad ottenere una miscela liscia e consistente. Aggiungete i frutti di bosco e mescolate piano con un cucchiaio (i frutti di bosco non devono rompersi). Se usate la busta surgelata scongelate prima i frutti in una scodella. Riempite i pirottini di carta con l’impasto fino a meta’ e infornate per 25 minuti a 180 gradi. Sono buonissimi, con queste dosi ne vengono una ventinaecco un muffin in primo piano………………………buono!!!

Torta tenerina di Ferrara.

Pubblicato 16 ottobre 2011 da Laura

Oggi e’ una giornata stupenda, c’e’ un sole caldo, l’arietta e’ fresca….si sta benissimo, un ottobre cosi’, penso non ci sia mai stato, il mio vicino mi dice che a gennaio ce la fara’ pagare, ahahahha, troppo simpatico questo signore, lavora tantissimo nel suo orto, e’ molto generoso perche’ mi offre sempre qualcosa, lui e’critico sul suo operato, i meloni non erano buoni, quello non va mah, l’altro lo stesso….. io gli faccio mille lodi perche’ se le merita, i miei vicini sono come le formiche,lavorano tanto d’estate per mettere via tante cose buone per l’inverno, anche mia mamma faceva cosi’, io nel mio piccolo ci provo, mi piace l’orto e trovo che mangiare il frutto del proprio lavoro sia davvero gratificante oltre al fatto che sai cosa mangi, al giorno d’oggi non si sa piu’ cosa comprare di sicuro, se poi si ascolta il telegiornale e’ finita, mucca pazza, pollo fuori di testa, pesce che ne so…ahahahha, almeno la verdura…mah, ecco poi che nascono le diete….ce ne’ di tutti i tipi basta informarsi. Meglio parlare di dolcetti, ecco la torta che ho fatto oggi, e’ buonissima, gli intenditori, parlo della mia famiglia, dicono che non fa male perche’ e’ talmente sottile!!! Ahahah,deve essere proprio cosi’,sottile ed e’ davvero buona … la ricetta l’ho trovata su un giornale mentre aspettavo il mio turno dalla pettinatrice. Eccola, veloce da fare e molto semplice.
Ingredienti:
200g cioccolato fondente extra, il migliore che trovate.
100g burro
100g zucchero
3 uova medie
3 cucchiai di farina
vaniglia (opzionale)
un pizzico di sale
zucchero a velo q.b.
cacao amaro q.b.

Ecco come fare…
sbriciolare la cioccolata in un pentolino e scioglierla a bagnomaria e quando è fusa aggiungere il burro a temperatura ambiente. Mescolare bene e far raffreddare mettendo il pentolino a bagno in acqua fredda. In una ciotola capiente montare i tuorli d’uovo con lo zucchero, la vaniglia e infine aggiungere i cucchiai di farina. A questo punto conviene accendere il forno portandolo a 180 gradi.
Montare gli albumi con un pizzico di sale, devono diventare belli sodi. Incorporare la cioccolata alla crema, mescolando bene. La cioccolata fusa deve essere appena tiepida. Infine unire le chiare un po’ alla volta, mescolando con movimenti costanti dal basso all’alto, cercando di far smontare il meno possibile le chiare.
Il composto finale deve risultare liscio, abbastanza consistente, non liquidissimo e sarà necessario stenderlo con un cucchiaio per dargli un aspetto uniforme. Imburrate e infarinate uno stampo tondo di diametro 24 e cuocete in forno a 180 gradi per 20 minuti. Togliete dal forno e lasciatela raffreddare, cospargetela di zucchero a velo e poi di cacao.

Tiramisu’ con gli “sbarazzini”.

Pubblicato 15 ottobre 2011 da Laura

Gli sbarazzini sono come i pavesini. Li ho trovati al supermercato e ieri ho fatto il tiramisu’ in coppette, delizioso!!!! In casa mia il tiramisu’ e’ senza dubbio il dolce che tutti preferiscono. Io a volte lo preparo anche in una variante sostanziosa e delicata, usate al posto del mascarpone, 250 g di ricotta e 250 g di panna montata amalgamate con delicatezza. Nel periodo natalizio, lo so e’ un po’ presto, potete sostituire i savoiardi, pavesini o sbarazzini con fette di pandoro, da provare!!!!! Ecco la ricetta del tiramisu’ in coppetta….

Ingredienti….500 g di mascarpone, 8 tazzine di caffe’, 1 confezione di sbarazzini, pavesini, 6 cucchiai di zucchero, 4 uova, cacao per guarnire.

Ora fate cosi’…montate  a spuma i tuorli con lo zucchero, poi aggiungete a cucchiaiate il mascarpone amalgamandolo bene. A parte montate a neve ben soda gli albumi e uniteli alla crema mescolando con delicatezza dal basso verso l’alto per non farli smontare. Preparate il caffe’, zuccheratelo leggermente e, appena e’ tiepido, intingetevi completamente i biscotti badando che non si imbevano troppo. Coprite il fondo delle coppette con uno strato di biscotti, ne ho messi tre, stendetevi sopra un’ abbondante quantita’ di crema al mascarpone, poi ricominciate con uno strato di biscotti e cosi’ via, per almeno tre volte. Alla fine cospargete di cacao l’ultimo strato di crema e mettete in frigorifero per almeno due ore prima di servire. Che bonta’!!!

Pollo fritto all’americana.

Pubblicato 12 ottobre 2011 da Laura

Allora …..io non sono una salutista sfegatata, si vede, ma neanche una persona che vuole rovinarsi la vita mangiando schifezze, pero’, ogni tanto uno sfiziosetto me lo tolgo, del resto se ci pensate bene…..mangiare bene fa star bene, avete mai visto Gioele Dix in i Salutisti. convinti…c’e’da morire dal ridere …vi do’ il link…guardatelo, merita davvero, http://www.gigisector.it/2011/06/01/gioeledix-zelig2011-isalutisticonvinti/…….

con questo voglio dirvi che mangiare ogni tanto delle cose tanto buone per il palato vi fa star bene davvero, senza esagerare eh….ora vi scrivo la ricetta del pollo fritto all’americana che viene chiamato : “Southern fried chicken”, lo abbiamo visto in tanti film americani…. è un pollo fritto in maniera particolare …ecco la ricetta che ho trovato nel web, non mi ricordo il sito….

Ingredienti…

1 pollo del peso di circa 1 Kg e 1/2, già pulito e tagliato a pezzi, fatevelo tagliare dal macellaio, vengono circa 10 pezzi…se volete comprate una confezione di coscette di pollo, meglio ancora ….farina,paprika,origano,timo in polvere,1 uovo,poco latte,succo di limone,olio per friggere,sale e pepe,aglio.

Ora fate cosi’…Si da’ una prima cottura al pollo…In una casseruola di vetro o ceramica spremere un limone. Aggiungere un pizzico di sale e pepe, 2 spicchi d’aglio e mezza cipolla entrambi tagliati a pezzettini.
Disporre i pezzi di pollo tagliati piu’ o meno delle stesse dimensioni oppure usate le coscette tutte uguali. Non togliere la pelle del pollo.
Aggiungere bicchieri d’acqua (o di birra chiara) fino a coprire tutti i pezzi del pollo; l’acqua dei bicchieri deve essere salata come l’acqua della pasta. Lasciate marinare per 10 minuti. Mettere il contenuto della casseruola in una pentola e portare a leggera bollitura per circa 20/30 minuti (a seconda delle dimensioni del pollo). Comunque senza far raggiungere l’ebollizione. Scolare i pezzi e lasciarli raffreddare. Poi passare i pezzi di pollo nella farina insaporita con sale, pepe, paprika, origano e timo in polvere. Dopo una passata nell’uovo sbattuto con poco latte e succo di limone, i pezzi di pollo vengono ripassati nella farina aromatizzata e quindi lasciati asciugare per circa 1/2 ora…Infine friggete i pezzi di pollo in abbondante olio caldo lasciandoli in padella almeno per 10 minuti in modo che possano cuocersi anche all’interno. Attenzione a farlo dorare e non bruciare. Essendo marinato, non necessita di lunga cottura. Vi dico che il pollo cosi’ e’ delizioso, potete arrotolare la carta da forno a cono e servire cosi’i pezzi di pollo fritti. Io li ho serviti con i fiori di zucchine fritti. Gnammi!!!!!

Pasta mista con le zucchine.

Pubblicato 11 ottobre 2011 da Laura

Ieri ho preparato la pasta con le zucchine, è un gustosissimo primo piatto molto semplice da preparare. Per preparare la pasta con le zucchine sono perfetti i fusilli o le farfalle. Io li ho usati tutti e due. Al momento di scolare la pasta, se le zucchine vi sembrano troppo asciutte, aggiungete uno o due cucchiai d’acqua di cottura.Potete cucinare una pasta con le zucchine più saporita aggiungendo al soffritto 80 gr. di pancetta tagliata a dadini. In tal caso, invece del parmigiano scegliete il pecorino. Eccovi la ricetta, io ho tagliato le zucchine a bastoncini ma va bene anche se le tagliate a rondelle.

Ingredienti…pasta mista, fusilli e farfalle..hanno gli stessi tempi di cottura, 4 zucchine, mezza cipolla, se volete uno spicchio d’aglio da togliere quando cuocete le zucchine, olio extravergine, sale pepe, parmigiano, vino bianco secco, un bicchiere.

Ora fate cosi…

Lavate le zucchine e tagliatele a rondelle o a bastoncini.
Fate soffriggere in un tegame con abbondante olio la cipolla tritata finemente e l’aglio privato dell’anima. Io non l’ho messo.
Togliete l’aglio, aggiungete le zucchine e fate rosolare a fuoco alto per qualche minuto.
Abbassate il fuoco, versate il vino e portate a termine la cottura.
Lessate la pasta in abbondante acqua salata, scolatela al dente e versatela nel tegame.
Fatela mantecare nel sugo di zucchine per due minuti mescolandola bene.
Servitela condita con pepe e parmigiano. Mi piace tantissimo la pasta condita con le zucchine!!!!

Polpettone di tacchino con peperoni.

Pubblicato 9 ottobre 2011 da Laura

Il modo migliore per utilizzare gli avanzi e’ quello di fare un bel polpettone….io avevo delle verdure e delle patate, del tacchino, avevo comprato al supermercato una rolata pronta e quindi ho preparato questo polpettone molto gustoso. Ecco la ricetta, se avete altri tipi di carne  avanzata va benissimo lo stesso….utilizzatela tritandola, il risultato sara’ ottimo!!!!!

Ingredienti

600 gr di polpa di tacchino macinata

1 peperone rosso e 1 giallo grandi

1 patata di circa 200 gr

2 uova

30 gr di parmigiano grattugiato

1 rametto di timo

noce moscata

olio evo

sale e pepe

Ora fate cosi’…

Lessare la patata e passarla nello schiacciapatate direttamente in una ciotola. Lavare i peperoni e cuocerli in forno 20 minuti, poi metterli in un sacchetto di plastica o nella pellicola per poterli spelare con facilita’…..poi puliteli e tagliarli metà a falde….tenetene qualcuna per condimento mentre le altre tagliatele a pezzettini.
Aggiungere nella ciotola con il purè la polpa di tacchino, le uova, il grana padano grattugiato, i peperoni a pezzetti, il timo, la noce moscata, sale e pepe. Mescolare bene per rendere il composto omogeneo ed eventualmente aggiungere pane grattato se il composto fosse troppo morbido.
Dare al composto la forma del polpettone aiutandosi con un pezzo di carta forno disporre il polpettone in una pirofila con un filo d’olio e cuocere in forno a 180° per circa 40 minuti coperto con un foglio di alluminio; togliere poi il foglio e proseguire la cottura per altri 20/25 minuti.
Lasciarlo intiepidire e tagliare a fette. Servirlo con le falde di peperoni, anche raffreddate, potete ancora dare una rosolata per pochi secondi in padella come ho fatto io…..e’ davvero buonissimo, saporito e molto morbido. Kiara mi ha chiesto il bis!!!!!!Oggi domenica….quindi……relax!!!!!!

 

 

PROVA LE RICETTE DI CETTY

Se in cucina metti passione e cuore ..sarai la migliore!

Saldimentali

Attualità, tecnologia, libri, aeroplani e tutto quello che mi viene voglia di dire

Girasole blog - Il diritto al libero pensiero

Lungo il cammino della vostra vita fate in modo di non privare gli altri della felicità

La Finestra Condivisa

Non ho alcun talento particolare. Sono solo appassionatamente curioso (Albert Einstein)

Pensieri Nascosti

Cose che capitano a tutti; pensieri che rimuginano tutti; verità che ammettono in pochi.

LIHW Ministries & Blog

Daily Devotions

PalaSport

Lo sport secondo me

Un Dente di Leone

La quinta età: un soffio di vento sul dente di leone

arthur_photo...

* Chiddu chi ccunta, ‘un si pò mai vidiri! *

i discutibili

perpetual beta

Il Blog di Silvia Cavalieri

Uno spazio creativo per la scrittura

wwayne

Just another WordPress.com site

Le mille curiosità

Imparare cose nuove è bello, trasmettere ciò che si ha imparato lo è ancora di più

Il fondo e il barile

...e nel raschiare

I miei borghi

I borghi italiani in mostra

The Style League

Image Consultant - Personal Shopper - Photo Producer

NORBERT WEBER (GERMANY)

PERSONALTRAINING

angolo del pensiero sparso

voli pindarici sulla caleidoscopica umanità

HenryGuitarMan

"Never say never. Because limits, like fears, are often just an illusion" (Michael Jordan)

"KITCHEN & CLUE"

"Ho dei gusti semplicissimi, mi accontento sempre del meglio" O. Wilde

Lo gnomo di crema

Viaggiatrice curiosa alla ricerca di nuove idee per i miei piatti👩🏼‍🍳🍽 Ho due compagne di viaggio speciali... una è molto pelosa, l’altra meno🤣❤️e insieme siamo le Morgans!!⛵️🐾

Dentro l'ombra al ombrico non resta che lombrire

Invasate a prescindere, quando non trapiantate. Di piante, giardini, terrazze, buazze.

la cucina chimica

ricette, chimica, alimentazione, nutrizione

artismylife

art is emotions, art is love, art is ME

I love books

books are life

Aprendiendo a vivir.

No todo es improvisado

Sogni e realtà

i sogni sono una realtà alternativa

Schnippelboy

Ein Tagebuch unserer Alltagsküche-Leicht nachkochbar

Master Mix Movies

One Movie at a Time

BallesWorld

Gesundheit - Rezepte - Reisen

sunflowersdolleyesvibes

Segui sempre il tuo istinto!

imaginecontinua

Lumea de altadata si cea de azi.....

Una lettrice bionda

Books and LifeStyle

Diario di Petra

"La bellezza salverà il mondo" (Dostoevskij)

Elisa Falciori

attimi imperfetti

LeggimiScrivimi il Blog di Tricoli Sara

Libertà è la parola chiave: libertà di scrivere - libertà di leggere - libertà di essere

shivashishspeaks

#Snippets,#tech updates,#poetry

Etiliyle © -poetry and photography ™

Etiliyle © - la poesia in una fotografia ™

Sunday mood

·Don't look back. You are not going that way·

unbelsorrisodallitalia.wordpress.com/

意大利旅居記事簿:來自意國的微笑 by Scarlett To

....e adesso la pubblicita'

La vita e' un carosello

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: