Archivi

Tutti gli articoli per il mese di marzo 2010

Crespelle con stracchino e prosciutto.

Pubblicato 30 marzo 2010 da Laura
Stamattina avevo due super giardinieri che mi pulivano e tagliavano bene le piante, alcune sono gia’ fiorite………… ma si e’ messo a piovere di brutto …………..domani finiranno, piove ancora adesso ………..ci sono anche i tuoni compresi, uf, Willy e’ qua sul tavolo ha paura e si ciccia vicino a me, che dolce!!!!!   Sorriso……………….Cuore rossobello il mio cagnolino . Io oggi ho un po’ di mal di pancia……………..normale…………passa poi, sto scegliendo un menu’ per Pasqua, ho fatto un po’ di spese, vorrei fare delle cose diverse, per esempio per dolce faccio le colombine piccole …………..penso che saranno deliziose, scrivo la ricetta quando poi le preparo cosi’ metto le foto!!!! In questo periodo quando c’era mia mamma lei preparava la pastiera napoletana, l’anno scorso l’ho fatta anche io, e’ un dolce tipico napoletano molto calorico………………non e’ difficile farlo solo che e’ lunga la preparazione quindi chi vuole prepararla deve farla almeno due, tre giorni prima delle feste!!!!   Come secondo ho preso l’arrosto, non mi piace l’agnello e vorrei  che fossero tutti come me, lasciamoli vivere questi deliziosi animaletti!!!!!  Poi non so ancora come primo, ma………………forse i ravioloni con la sorpresa, ihhhhhh!!!!!!Adesso vedo un po’!!!!! Intanto vi scrivo queste crespelle divine che ho preparato l’altro giorno, delicate e …………che buone!!!!!! E pensare che volevo stare un po’ a dieta, uffi, mangio poco ma queste cose mi fanno morire, chiudo gli occhi e assaggio, slurp…………..come si fa………………noi siamo cosa mangiamo, meglio un cibo un po’ nocivo che un cibo senz’altro sano ma sgradevole, non c’e’ amore piu’ sincero che l’amore per il cibo ………….e poi……………non vi ho convinti…………….ahahha, questa mi piace troppo, sono io, ihhhhhhhhhhh, se nessuno ti vede mentre lo mangi…………….quel dolce non ha calorie!!!!! Ahahahahaahah, mi viene da ridere, ahahahha, perche’ l’altra sera mio papa’ mi ha portato dei cioccolatini, cioccolatosi da svenire e mio marito mi guardava intensamente, ne ho mangiato uno ma io con uno non sono mai soddisfatta, almeno due………… ahahahahhah, solo che ho promesso a mio marito, non per dieta ma per salute che e’ diverso, che avrei fatto la brava Imbarazzato, Angelo, quanto mi adora…………….ne ho mangiato un altro di nascosto, avete presente fantozzi con la polpetta che brucia, ahahahhahaha, solo che io non riesco a nascondere le cose, mi ha sgamato subito…………………ahahhahha, uffa, poi ride anche lui, come si fa con te, mi dice, ero cosi’ anche da giovane e non sono cambiata!!!!!!!!!!!! Beh si, sono incicciolata!!!!!!!!!!!!
Ecco la ricetta delle crespelle!!!
Gnammi gnammi!!!

Ingredienti
per le crêpes:

  • 2 uova
  • 175 g di farina
  • 2 cucchiai d’olio
  • 350 g di latte
  • un pizzico di sale

Ingredienti per il ripieno:

  • 200 g di stracchino
  • circa 15 fette di prosciutto tagliate sottili
  • Burro
  • 200 g di panna da cucina
  • noce moscata

Fate cosi’…………………Sbattete poco le uova, aggiungete pian piano la farina, l’olio, il sale e
infine il latte, cercando di evitare la formazione dei grumi. Lasciate
riposare per un’oretta, ma solo se avete tempo visto che non è
fondamentale.
Se si formassero grumi non preoccupatevi, basta filtrare l’impasto con
un colino a maglie fini, mescolando continuamente con un cucchiaio la
parte solida che si raccoglie sul fondo del colino.

Poi….  per cuocerle……………….. è necessario scaldare una padella antiaderente non
troppo larga (12-15 centimetri di diametro) con una noce di burro, la
padella deve essere molto calda se non volete che la prima crêpe sia
immangiabile.


Per fare delle crêpes sottilissime fate cosi’……………..con un
mestolo versate un’abbondante quantità di impasto, fate roteare
velocemente la padella in modo che il liquido ricopra completamente il
fondo e poi fate colare l’eccesso di liquido di nuovo nel contenitore
insieme al resto dell’impasto. In questo modo, senza sprechi o disastri,
si forma uno strato sottilissimo di impasto.

Dopo circa mezzo minuto i bordi della crêpe tendono a staccarsi da
soli, sollevatela, giratela dall’altro lato e lasciatela cuocere per un
altro mezzo minuto. La crêpe deve essere colorita ma non bruciacchiata.

      

SorrisoRiempite ogni crespella con una fetta di prosciutto e un po’ di  stracchino………..arrotolatela e mettetela in una pirofila. Copritele  con qualche
piccola noce di burro e lasciate cuocere in forno caldo a 160 °C per 15
minuti. Nel frattempo scaldate in un pentolino o in forno a microonde la
panna con un po’ di noce moscata. Togliete dal forno le crespelle cotte e
ricoprite con la panna.

Al posto della panna può essere usata la besciamella, io ho usato questa…….sempre
aromatizzata con della noce moscata.

Potete usare anche il taleggio, la fontina o una altro
formaggio che si fonde in forno. Se usate del gorgonzola, o un altro
formaggio forte, vi consiglio di mischiarlo con dello stracchino. Che gnammi buone!!!!!!!!!!!!!!!




Torta arcobaleno.

Pubblicato 28 marzo 2010 da Laura
Bellissima giornata oggi, stupenda………….idem lo e’ stata ieri, finalmente il tanto sospirato sole!!!!! Willy arriva alla sera che non lo senti piu’, gioca tutto il giorno in cortile!!!! Adesso dorme in cameretta di Kiara …………….e’ cicciocissimo!!!! Ho tante cose da fare in questi giorni …………..menomale che quest’anno ci pensa mio marito al giardino, cosi’ io riesco a fare altre cose in casa…..adesso sto  scegliendo il menu’ per il pranzo di Pasqua, ho anche mio papa’ che compie gli anni, faro’ una festa anche per lui!!!!!  Questa torta che ho fatto ieri e’ fortissima, navigando nel web ho trovato per caso la ricetta poi ho cercato altre torte simili e……………..l’ho poi fatta…………..mi sono divertita tantissimo!!!!!!!!!!! Solo che………..dopo………….quanta roba da lavare!!!!!!!!!!!!
Ecco la ricetta…..ho preso le dosi un po’ qua’ e la’, per il colarante potete comprare quelli alimentari, io ho usato due matite per decorare rosso e rosa alla fragola, non e’ venuta coloratissima ma e’ carina comunque!!!!

Ingredienti:

  • 150 g di zucchero
  • 3 uova
  • 200 g di farina 00
  • 100 ml di olio 
  • 80 ml di latte
  • lievito per dolci
  • Coloranti alimentari
  • 1 cucchiaio di cacao amaro sciolto in un po’ di latte

Procedimento:

Accendete il forno a
180°C.


In una ciotola montate gli albumi a neve con 60 g di zucchero;


in un’altra montate i tuorli con il restante zucchero fino ad ottenere
una crema  spumosa e chiara.


A questo punto aggiungete l’olio e mescolate fino al suo assorbimento,
poi  il latte e sempre mescolando aggiungete  la farina setacciata
con il lievito, amalgamate bene il tutto e da ultimo incorporate
lentamente, con movimenti che vanno dall’alto verso il basso, gli albumi
montati a neve.


Dividete l’impasto in 4 parti uguali e coloratele con i coloranti
alimentari; la parte scura la otterrete con il cacao amaro diluito in un
dito d’acqua.


Imburrate ed infarinate una tortiera e
distribuite l’impasto nella tortiera versando un cucchiaio di crema
colorata al centro, su questo versate un altro cucchiaio di impasto di
colore diverso, al quale ne aggiungerete, sempre al centro, un altro di
colore diverso e così via fino ad esaurire tutte e quattro le diverse
creme.


In questo modo la crema si distribuirà pian piano in modo uniforme
formando tanti cerchi colorati.


Cuocete il dolce in forno caldo per 30 min. e lasciate la torta ,dopo la
cottura, per altri 10 min. a forno spento!!!!

Buonissima, non ce n’e’ piu’ …………..mangiata tutta!!!!
Guardate che effetto, arcobaleno!!!Gnammi …..Carina vero!!!I colori non sono forti ma e’ buona buona!!

Polpettone di carne e spinaci.

Pubblicato 26 marzo 2010 da Laura
Stamattina c’e’ un tempo, mannaggina, vento pioggia ………….mah, arrivera’ il bel tempo e ci lamenteremo del contrario, del caldo!!!! Ieri sera con il mio maritino ho visto un film troppo divertente, "e’ complicato", con la bravissima Meryl Streep, il bel, cicciotto, ahahha, Alec Baldwin  e il simpaticissimo Steve Martin, quanto ho riso, e poi lei ………….come lavoro gestisce una pasticceria, mamma mia, quello che vorrei fare io, va be’ dai, mi accontento di cucinare per i miei tesori, la soddisfazione e’ tanta!!!!
Ecco cosa ho fatto l’altro giorno……….il polpettone !!!!!!!!!!!!!!!! E’ cosi’ buono, si puo’ fare come si vuole, con carne trita di pollo, vitello, manzo con spinaci o altra verdura come ripieno, alla prova del cuoco la Moroni l’aveva fatto con i carciofi, molto buono anche cosi’!!!!!
Ecco la ricetta!!! C’e’ Willy che ulula……………..non capisco questi antifurti che partono cosi’ senza motivo………….uffa!!!!
Le casette qua vicino a me, sopratutto una in particolare, ha dei padroni troppo distratti che fanno suonare l’antifurto troppo spesso, il mio cagnolino e’ sensibile allora ulula come un lupetto, povero!!! Se la gente e’ a casa cosa cavolo serve l’antifurto!!!!!!!!!!!!!!Che fare………..nulla, i vicini sono cosi’, o te li tieni o cambi casa!!! Ahahahah!!!!!

Polpettone di carne e spinaci!!!!

Ingredienti:

200 gr di carne macinata di vitello,
2 salsiccette
4 fette di pan carrè,
1/2 bicchiere di latte,
1 uovo piu’ quello per spennellare, potete anche usare il latte.
60 gr di parmigiano,
100 gr di spinaci,
mozzarella o come ho fatto io formaggio di latteria
sale pepe e burro q.b

Fate cosi‘…..
Amalgamare perfettamente il macinato di vitello e la salsiccia con 40 g di parmigiano, le uova, il pane ammollato nel latte e poi strizzato, sale e pepe.
Stendere il composto su un foglio di alluminio o carta forno.
Lessate, strizzate e tritate gli spinaci, mescolateli con il resto del parmigiano, mettete gli spinaci sulla carne stesa poi i pezzi di formaggio. Poi aiutandovi con la carta, richiudete la carne in modo da ottenere un polpettone con la farcitura di spinaci all’interno.Pennellate con l’ uovo sbattuto e passate il salame nel pan grattato ben bene………………..deponetelo in una teglia da forno e cuocete a 200 gradi per 50 minuti, buonissimo!!! Tagliatelo a fette poi da freddo, si puo’ mangiare tiepido o caldo, morbido e gustosissimo!!!!!!!!!!!!!!!Avvolgetela bene e schiacciatela un  po’!!Tanto pan grattato!!!Gnammi,  gnammi!!!Tagliatela da fredda perche’ altrimenti si disfa, e’ morbida!!!!

Penne gorgonzola e noci.

Pubblicato 25 marzo 2010 da Laura

Questa ricetta la dedico ai vegetariani, che mi  leggono, facile da fare e gustosissima!!!! 
Ingredienti:
  • mezzo bicchiere di  panna da cucina
  • 1 cucchiaio da tavola farina 00
  • 30 gr. gherigli di noce interi
  • 100 gr. gorgonzola dolce
  • 400 gr. penne
  • 1 cucchiaio/i da tavola prezzemolo
come fare:
Mettete a cuocere la pasta in una pentola con acqua salata precedentemente portata a ebollizione, successivamente preparate la crema mettendo in una pentola antiaderente il gorgonzola, il latte e la farina.
A fuoco lento amalgamate bene con un cucchiaio di legno, quindi aggiungete il prezzemolo e le noci intere. Quando la pasta è pronta, scolatela e fatela saltare per qualche minuto nella padella dove avete preparato la crema.
E’ buonissima davvero!!!!!

Biscottini morbidi.

Pubblicato 24 marzo 2010 da Laura
L’altra mattina, appena sveglia, avevo voglia di qualcosa di sfizioso per colazione e allora mi sono preparata questi biscottini morbidi cosi’ buoni e semplici da fare……………… alle nove prendevo il the alla vaniglia con i biscotti caldi appena sfornati!!!! Fateli sono semplici e mmmmmmmmmmmm, favolosi!!!!!!!!

Ecco la ricetta…………Ingredienti…….

500
gr farina

100 gr di margarina
150 gr di
zucchero

100
gr di latte

1 cucchiaio di miele
1 pizzico di sale
1 pizzico di
vanillina

1 bustina di lievito

Fate cosi’…………

Lavorare insieme
gli ingredienti fino ad ottenere un impasto liscio ed omogeneo.


Stendere
l’impasto con un mattarello ad un spessore di circa 2 mm.


Tagliare con una rotella la pasta morbida

e pennellarli
con latte e cuocerli in forno a 180 gradi per 8 minuti circa. Io li ho lasciati 10 minuti!!! Mettete poi zucchero a velo…………..che buoni appena fatti e anche dopo, sempre morbidi!!!!
Deli………….ziosi!!!!Gnammi slurp…………………….!!!!!

Tonno di coniglio!!!!!

Pubblicato 22 marzo 2010 da Laura
Non sapevo che qua nel monferrato ci fosse questa specialita’ cosi’ buona (e’ vero quante cose che non so!!)…………….e’ stato un caso……… ho sentito parlare  di tonno di coniglio e…………..ma cos’e’……….sono andata a vedere e……….accipicchia e’ una specialita’ proprio della mia zona!!!! Allora perche’ non farla……….ho letto questo che vi scrivo per spiegare cos’e’………… 

Note storiche e curiosita’…………
Il tonno di coniglio è una ricetta tipica del Monferrato. Si chiama in questo modo poiché la carne, stando nell’olio per qualche giorno a macerare, diventa tenera come un tonno. Si tratta di uno di quei piatti che devono essere cucinati almeno un giorno di anticipo e pertanto si adattava perfettamente alle esigenze dei contadini che tornando dai campi potevano trovare un cibo gia’ pronto per essere consumato. Sembra che questa ricetta sia nata tra gli ortolani della valle del Tanaro che come precedentemente detto erano soliti allevare anche conigli, alimentati con scarti di verdure. 

..ecco la ricettina ……………..fate solo attenzione a pulire bene il coniglio e comprate coscie e petto, meglio, c’e’ piu’ carne!!!!

Tonno di coniglio all’antica maniera  

Ingredienti 


una cipolla 
una carota 
4 coste di sedano 
un mazzetto di aromi (alloro, timo, rosmarino, salvia e gambi di prezzemolo) 
2 chiodi di garofano 
10 foglie di salvia 
una decina di spicchi di aglio 
circa mezzo litro di olio extra-vergine di oliva 
sale & pepe in grani 

Preparazione

In una pentola mettere la cipolla steccata con i chiodi di garofano, la carota, il sedano, il mazzetto di aromi e qualche grano di pepe, versate abbondante acqua, portate ad ebollizione, salate poi immergete i pezzi di coniglio e fatelo cuocere finche’ sarà tenero. Io ho lasciato cuocere 40 minuti.
A cottura ultimata lasciare intiepidire il coniglio e, prima che sia completamente freddo, estraetelo e spolpatelo con attenzione facendo in modo di ottenere dei pezzetti piuttosto regolari e non troppo piccoli. 
Sbucciate l’aglio, lavate la salvia e asciugatela. Versate un po’ di olio in una terrina , fate uno strato di pezzi di coniglio, distribuite qualche foglia di salvia e qualche spicchio di aglio lasciato intero, versate altro olio poi formate altri strati di coniglio, aglio, olio e salvia. Alla fine il coniglio dovrà essere impregnato di olio senza esservi immerso. Lasciare riposare in frigo per almeno 48 ore prima di utilizzarlo. Fate questa prelibatezza, e’ semplicemente favoloso, il coniglio sembra tonno per i pezzetti nell’olio ed e’ tenerissimo, mi e’ piaciuto tanto e i miei uomini hanno apprezzato tanto questa ricetta che la rifaro” senz’altro!!!!!

Willy con il coniglio non mi lasciava in pace…ihhhhh!!!!
 
Bisognerebbe aspettare 48 ore……..em, finito, quasi!!!!!Primavera……….ti stiamo aspettando!!!!!

Primavera……………uffa!!!!!

Pubblicato 21 marzo 2010 da Laura
OmbrelloOggi 21 marzo primo giorno di primavera e………………piove, ho mal di schiena, spero mi passi perche’ e’ gia’ da due settimane che ogni tanto ho dolori piu’ o meno sopportabili, mah……………sara’ l’eta’……………….ihhhh, non dico altro …..stamattina non volevo scendere dal letto ma Willy reclamava compagnia quindi, coccole anche a lui, sto facendo un lavoretto in camera di Kiara, se legge………………ah ecco, forse la ragione del mal di schiena, comunque con sto tempo non riesco a pulire e tirar fuori tutto, mio marito mi dice sempre…………..ma lassia perdere!!!!!!!!!!!!Ahahahahah, per loro e’ sempre tutto a posto, a volte vorrei ragionare come un uomo, naaaaaaaaaaaaaa, meglio la mia testa, questo sicuro, i maschietti non ragionano …………agiscono, pensare che mio fratello dice che io ho solo due cip, chiamati cip e ciop, ahahahahah, ma sono notevoli, e fanno un grande lavoro nel mio cervello, ahahahahah, quindi a mio fratello mando un prrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrr!!!!Ahahhhahha!!!! Lui sicuro legge, adora le mie ricette…………anche perche’ mangia e fa critiche su cio’ che cucinoSorriso, goloso fratello!!!!!!
Ecco la ricetta di una focaccia che dovete assolutamente fare, facile e favolosa metto subito la foto cosi’ vi rendete conto di questa bonta’
Vi scrivo la ricetta, ho visto fare questa meraviglia alla prova del cuoco questa settimana, da Bonci naturalmente il pizzaiolo di Roma, troppo bravo, c’e’ da rimanere incantate a guardarlo cucinare, ho scritto la ricetta proprio come fa lui, morbidissima!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!Lui ha messo anche le cipolle ma non le ho messe, bastano pomodorini e olio, potete anche farcirla quando la tirate fuori dal forno con prosciutto cotto, mamma mia che bonta’!!!!!
Allora e’ la focaccia pugliese ma io non ho i prodotti di quel luogo quindi la chiamero’…………….Focaccia morbida, perche’ e’ davvero cosi’!!!
Ingredienti……………..
1 kg di
sfarinato di grano duro…………farina per la pasta ho usato
da 600 a 800g di acqua fredda …………….800 g ho messo di acqua
7 g di
lievito di birra liofilizzato
2 cucchiai di olio
EVO
10g di sale
pomodorini datterini,origano,olio EVO

fate cosi’……………….versare la farina in una
ciotola,versare un po’ di acqua fredda e mescolare con un cucchiaio di
legno.
aggiungere il lievito e altra acqua,mescolare.
unire
l’olio,il sale sempre dopo e il resto dell’acqua e mescolare.
appena l’impasto è
pronto trasferirlo sulla spianatoia e lavorarlo con le mani.
ungere
una ciotola e metterci l’impasto a riposare per 12 ore. e’ molto molle ma non aggiungete farina…………….una volta
lievitato,con molta attenzione,cospargere di pangrattato la superficie
per assorbire l’olio in eccesso,sovrapporre la ciotola con una teglia,mi
è parsa di circa 28 cm e con un movimento deciso ribaltare la ciotola.
questo
è importante per evitare di sgonfiare l’impasto rovinando le bolle che
con tanta attenzione abbiamo creato. troppo forte fare la focaccia cosi’!!!!
ungere leggermente gli spazi
della teglia senza impasto e delicatamente stenderlo per rivestirla.
condire
con i datterini conditi incastonandoli nell’impasto,coprire con la
cipolla che io non ho messo e lasciare riposare ancora da 30min. a un’ora.
infornare come
sempre a massima temperatura nella parte bassa per circa 13-15 min. poi
spostare a mezza altezza e continuare la cottura per altri 10 min.
circa. Favolosa da fare e ….mangiare!!!!!!


Il baba’ napoletano per il mio papa’.

Pubblicato 20 marzo 2010 da Laura
Ieri  la festa del papa’, auguroni a tutti i papa’ per ieri e un augurio speciale a chi il papi non ce l’ha piu’, lui non ha piu’ il papi anche se e’ sempre nel suo cuore…………un abbraccio con tanto affetto……..io ti amo tanto e lo sai!!!!…… Il mio papa’ adora il baba’, dalle sue parti questo e’ il dolce tradizionale e in questo periodo oltre alle zeppole di San Giuseppe fanno questi buonissimi dolci!!!  Voglio provare a fare con attenzione questo dolce ………….a me il liquore non piace ma qua il rum e’ davvero fantastico con tutto il resto dell’impasto lievitato quasi per magia!!!!!
Ecco la ricetta e poi naturalmente le foto………la ricetta e’ del libro di mia mamma, millericette, ho anche cercato qua e la’ nel web per qualche idea in piu’.
Ingredienti:

300 grammi di farina  di forza………………..uso la manitoba……………………………….volete saperne di piu’…detto ..fatto
 ecco qua la spiegazione che ho trovato…………….                                                 

Le farine si classificano in base alla loro
forza, che e’ la misura del contenuto di proteine, in particolar modo
quelle che compongono il glutine.una farina forte, quindi, ha più
glutine: assorbe meglio l’acqua ed è più resistente. ho trovato
questa classifica …..
Fino a 170 W (farine deboli) Farine per
biscotti, cialde, grissini,piccola pasticceria. Assorbono circa il 50%
del loro peso in acqua.Poi ……….da 180 ai 260 W (farine medie)
Farine per impasti lievitati che necessitano di una media quantità di
acqua (o altri liquidi) come pane francese, all’olio o alcuni tipi di
pizza. Assorbono dal 55%-65% del loro peso in acqua e sono quelle più
usate comunemente in pizzeria.Continuando…………280 ai 350 W (farine forti)
Farine per impasti lievitati che necessitano di una elevata quantità di
acqua (o altri liquidi) come babà, brioches, pasticceria lievitata
naturalmente e pizza. Assorbono circa il 65% 75% del loro peso in acqua.
Oltre
i 350 W (farine speciali) Farine prodotte con grani speciali ,
soprattutto Americani, Canadesi (come la Manitoba io uso questa farina, e’ usata per rinforzare
le farine più deboli o per produrre pani particolari. Assorbono fino al
90% del loro peso in acqua.

3 uova
100 grammi di burro,
40 grammi di
zucchero

un pizzico di sale
2 cucchiaia di latte tiepido
farina
e burro per lo stampo


per bagnare il baba’:
2 bicchieri di acqua
5 cucchiai di zucchero

2 bicchieri di rum…………….se vi piace piu’ alcolico aggiungete ancora un bicchiere……..ich!!!!Perplesso
Panna montata e ciliegie …..per guarnire………..oppure c’e’ chi mette la gelatina di albicocche con glassa di zucchero da far colare sul dolce, io poi non ho messo nulla, piace cosi’ al naturale, sopratutto a mio papa’:

Fate un impasto con poca farina, 50 gr e il  lievito in polvere e aggiungere due cucchiaini di zucchero e  il latte per fare un panetto.  Lasciate lievitare, mezz’ oretta. Dopo sbattete le uova con lo zucchero  un pizzichino di sale e altra farina poca, se volete aggiungete un cucchiaio di rum, questo e’ scritto nel libro poi aggiungere il burro ammorbidito e tagliato a pezzetti, sbattendo
per altri 3 minuti, fino a quando si sarà ben amalgamato..

Aggiungere il panetto lievitato e la farina rimasta continuando a mescolare il composto non troppo
energicamente, non devono esserci grumi ….quindi  lavorarlo ancora per 2 minuti, fino a quando il composto si rassoderà. Fate queste operazioni in una grande ciotola!!!!

Versare
l’impasto in uno stampo imburrato, io uso quello del budino. Coprire con un
telo pulito e lasciar lievitare in un luogo tiepido, al riparo di
correnti d’aria per circa un ora e 30 minuti, fino a quando il composto
arriverà a circa 1 cm. dal bordo dello stampo. Nel frattempo riscaldare
il forno con una temperatura di circa 180°.

Fate molta attenzione quando mettete lo stampo sulla griglia del forno,  il composto potrebbe
afflosciarsi. Cuocere per 20-25 minuti, fino a quando sarà diventato di
un bel colore bruno dorato. Uno spiedino inserito nel centro del babà ne
deve venire fuori asciutto.Togliere il dolce dal forno e sformarlo dopo
2 minuti. Lasciar raffreddare per circa 15 minuti.

Nel frattempo
preparare lo sciroppo al rhum.

Far bollire l’acqua, il rhum e lo
zucchero fino a quando quest’ultimo si sarà sciolto e lasciar
raffreddare.-Trascorsi 15 minuti, rimettere delicatamente il babà nello
stampo e con un cucchiaio versarvi sopra poco alla volta lo sciroppo
caldo. Continuare fino a quando premendo con un dito sulla superficie
del babà fuoriuscirà dello sciroppo. Questa l’ho letta sul blog di Imma………che brava……. potete mettere il babà
sopra ad una gratella con sotto una bacinella e con un mestolo versare
su tutti i lati la bagna.Raccomando di non utilizzare tutta la bagna ma
solo una metà l’altra la userete quando serviterete le fette mettendo un
cucchiaio di bagna su ogni fetta.Potete preparare anche il babà il
giorno prima bagnandolo sempre con mezza bagna.

Che dire ………………..da provare!!!!!!!
Gnammi!!!!

Il panetto Lievitato, magia!!!!!Cresce ancora!!!!!Ecco il baba’ bello morbido e inzuppato!!!Gnammi, tenete da parte un po’ della miscela di rum e zucchero  cosi’ bagnate ancora le fette quando le servite, buono davvero……………che tempo oggi mannaggia, non la finisce piu’ di piovere!!! Uffa!!!Ombrello

Torta salata con salsiccia e cipolle.

Pubblicato 18 marzo 2010 da Laura
Che buona, ho visto fare questa ricetta alla tele, alla prova del cuoco, e’ la torta che ha fatto la Spisni, una super cuoca bravissima e simpaticissima, non ho resistito e l’ho preparata, davvero favolosa, sparita in un batter d’occhio ………….provate a farla!!!! Oggi il tempo fa i capricci, c’e anche un arietta freschetta, mah………..primavera …………….arriva per favore!!!!!!!!!Rosa rossa
Allora….. io non ho fatto l’impasto come quello descritto in ricetta…ho fatto quello simile alla torta pasqualina, mi e’ venuto molto soffice e rende parecchio cosi’, io metto tutti e due gli impasti poi fate quello che volete, il ripieno e’ uguale uguale, che profumo lascia questa torta salata, e’ piaciutissima!!!!
Ingredienti:
Ingredienti
per la pasta:

                                                                                          
Animoticonio invece ho usato 300 gr di farina bianca, mezzo bicchiere di 
 400 gr di farina                                                                    olio..    
Sorrisoacqua tiepida………..quel che
serve per rendere la  


1 cucchiaino da caffè di sale fino,                                                                                
pasta morbida e saleA bocca aperta.
1 noce di burro,

1 bustina di lievito chimico per torte salate,

latte q.b.(circa 200g).

Per il ripieno:

1 grossa cipolla bianca,

2 cucchiai di olio extravergine di oliva,

300g di salsiccia,

5 uova,
non ho messo tutte queste uova, due vi assicuro che bastano!!!!
100g di panna fresca,
se volete potete usarne meno ma serve!!!!
60g di grana grattugiato,

sale fino, noce moscata, pepe nero,

1/2 bicchiere di vino bianco secco.

1 tortiera di 28cm di diametro.

Procedimento

Fare una fontana con la farina,il sale, il burro a fiocchetti e la
bustina di

lievito.Sbriciolare il burro con la farina fino ad ottenere delle
grosse

briciole e ricomporre la fontana.Aggiungere latte,tanto quanto basta per
ottenere un impasto compatto, morbido ed elastico.Sigillare l’impasto

con pellicola trasparente.Riporlo in un luogo fresco.
Il procedimento con l’impasto che ho fatto io e’ uguale….farina a fontana aggiungere l’olio il sale e l’acqua e lavorarla fino a renderla morbida, poi farla su con un tovagliolo umido e lasciarla riposare, la differenza e’ che non ho usato il burro e il lievito, fate voi ha la stessa efficacia!!!!!
Nel frattempo preparare il ripieno: affettare sottile la cipolla
bianca,

passarla un attimo nell’acqua fredda. In una padella scaldare l’olio
extravergine e aggiungere la cipolla lavata, condire con sale ed una
generosa grattata di pepe nero. Non ho messo il pepe ma il peperoncino e poco. Coprire e tenere a fuoco medio/basso
affinché la cipolla si stufi nella sua acqua di cottura. Trascorsi
pochi

minuti (da 2 a 5 a seconda della fiamma),scoprire e alzare la fiamma.
Lasciare asciugare tutto il liquido finche’ il grasso incomincia a
friggere. Bagnare con il vino bianco e lasciare cuocere fino ad
evaporare l’alcool contenuto nel vino.Quando il vino sarà ridotto ad
una cremina di fondo,spegnere la fiamma e tenere a parte fuori dal
fuoco.In una

terrina sbattere le uova, con la panna, il grana, un pizzico di sale
fino

ed una grattata di noce moscata. Riprendere l’impasto e dividerlo in due

pezzi, uno circa il doppio dell’altro. Stendere con un mattarello
l’impasto

più grande e foderarvi la tortiera dopo averla ben imburrata.Stendere
la cipolla con tutto il suo sughetto sul fondo della tortiera foderata,
aggiungere la salsiccia pelata e sbriciolata. Versare su tutti
l’impasto di uova. Dalla pasta conservata, confezionare delle
striscioline. Disporle sulla torta formando una grata a buchi
larghi.Ripiegare i bordi sull’interno della torta.Infornare a 180° per
25 minuti circa,
finché vedete i bordi rosati e la farcia che tende a rigonfiarsi.

Sformare da tiepida e disporla in un piatto. Servire sia tiepida che
fredda. Calda e’ favolosa, buon appetito!!!!!!!!!!!!!!!!

GnammiGnammi….Buona buona!!Qui la torta e’ con le frittelle ……se tagliate la torta a fettine e le servite con pizzette e queste frittelline che poi vi scrivero’ la ricetta, avete una cena ………….tipo happy hour….stuzzicante!!!!Ihhhhh!!!!!!!!!!

Plum cake………..mini!!!!!! Che buoni!!!

Pubblicato 15 marzo 2010 da Laura
Oggi ho lavorato tantissimo, il sole mi da’ energia ed io………………..ho lavato dappertutto, scala, primo piano, sotto scala, secondo piano e mansarda, mamma mia……………quando sono tornata su in mansarda, gia’ le scale mi pesavano, mi sono buttata sul letto, dopo la doccia naturalmente e non mi sono mossa fino all’ ora di cena…………………un mal di schiena, ufffffff………….volevo ancora fare dei lavoretti ma ero davvero troppo stanca, ho acceso il pc e……………buio, mi sono addormentata, ahahahahaa, sentivo in lontananza il cagnolino che giocava, un borbottio dalla sala ……….mio marito che guardava la tele ed io nel lettone che sonnecchiavo ………………..mi piace troppo dormire, sognare…………..faccio certi sogni!!!!!!!!!!!!!!!Vabbe’ lassiamo perdere, stasera poi ho preparato gli involtini di carne con il formaggio…….. che boniiiiii……………….scrivo ricetta poi metto le foto………………………….e alla sera, dopo cena, mentre navigavo nel web in cerca di ricettine sfiziose mi e’ venuto un freddo, uffa………………….questi sbalzi di temperatura non li sopporto, oggi caldo, finalmente, poi alla sera un freddo, allora sapete cosa ho fatto……………..ho ben pensato di fare dei mini plum cake, con le goccie di cioccolato e con la ricotta…………per la colazione di domani, detto…………..fatto!!!!! Io ora vi scrivo la ricetta …………facilissima,  le foto le metto domani………………intanto in casa c’e’ un bel calduccio e anche se li ho fatti alle nove si sente ancora il profumino!!!!!!!!!!!!Delizia davvero!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Ingredienti
250g di ricotta 
200g di zucchero semolato
200g di farina per dolci
2 uova
 1 bustina di lievito
1 bustina di vanillina
 latte quanto basta per rendere l’impasto morbido
125 gr di gocce di cioccolato
zucchero a velo per guarnire o granella di zucchero

come fare………….separare i tuorli dagli albumi e montarli a neve ferma con un pizzico di sale e tenere da parte;

Unire la ricotta con lo zucchero e con l’aiuto di una frusta amalgamare il composto unendo i tuorli ad uno ad uno, aggiungere il latte, continuare a lavorare fino ad ottenere un composto liscio, setacciare poca per volta la farina e la vanillina e per ultimo il lievito, una volta che il composto risulterà ben lavorato aggiungere le gocce di cioccolato e successivamente gli albumi a neve e incoroporare il tutto piano piano per non smontarli.Versare in una stampo da plum cake antiaderente con carta forno e infornare a 180°C per 40 min circa, controllare comunque con lo stecchino. Disporre su un piatto da portata e cospargere di zucchero a velo oppure se volete aggiungete prima di infornare il plum cake gli zuccherini come ho fatto io. Io, inoltre ho fatto dei mini plum cake mettendo un cucchiaio di impasto nei pirottini e li ho infornati insieme al plum cake piu’ grande, se volete fare come me state attenti a quelli piccoli perche’ cuociono molto prima, toglieteli dopo mezz’oretta, gnammi che buoni!!!!!!!!!!!!!!!!!!A colazione con l’  impasto
morbido

che
the’…..buonissimo!!!!!
 

Ecco quelli
piccini
deliziosi!!!!!!!!!!!!!!!!!!


PROVA LE RICETTE DI CETTY

Se in cucina metti passione e cuore ..sarai la migliore!

Saldimentali

Attualità, tecnologia, libri, aeroplani e tutto quello che mi viene voglia di dire

Girasole blog - Il diritto al libero pensiero

Lungo il cammino della vostra vita fate in modo di non privare gli altri della felicità

La Finestra Condivisa

Non ho alcun talento particolare. Sono solo appassionatamente curioso (Albert Einstein)

Pensieri Nascosti

Cose che capitano a tutti; pensieri che rimuginano tutti; verità che ammettono in pochi.

LIHW Ministries & Blog

Daily Devotions

PalaSport

Lo sport secondo me

Un Dente di Leone

La quinta età: un soffio di vento sul dente di leone

arthur_photo...

* Chiddu chi ccunta, ‘un si pò mai vidiri! *

i discutibili

perpetual beta

Il Blog di Silvia Cavalieri

Uno spazio creativo per la scrittura

wwayne

Just another WordPress.com site

Le mille curiosità

Imparare cose nuove è bello, trasmettere ciò che si ha imparato lo è ancora di più

Il fondo e il barile

...e nel raschiare

I miei borghi

I borghi italiani in mostra

The Style League

Image Consultant - Personal Shopper - Photo Producer

NORBERT WEBER (GERMANY)

PERSONALTRAINING

angolo del pensiero sparso

voli pindarici sulla caleidoscopica umanità

HenryGuitarMan

"Never say never. Because limits, like fears, are often just an illusion" (Michael Jordan)

"KITCHEN & CLUE"

"Ho dei gusti semplicissimi, mi accontento sempre del meglio" O. Wilde

Lo gnomo di crema

Viaggiatrice curiosa alla ricerca di nuove idee per i miei piatti👩🏼‍🍳🍽 Ho due compagne di viaggio speciali... una è molto pelosa, l’altra meno🤣❤️e insieme siamo le Morgans!!⛵️🐾

Dentro l'ombra al ombrico non resta che lombrire

Invasate a prescindere, quando non trapiantate. Di piante, giardini, terrazze, buazze.

la cucina chimica

ricette, chimica, alimentazione, nutrizione

artismylife

art is emotions, art is love, art is ME

I love books

books are life

Aprendiendo a vivir.

No todo es improvisado

Sogni e realtà

i sogni sono una realtà alternativa

Schnippelboy

Ein Tagebuch unserer Alltagsküche-Leicht nachkochbar

Master Mix Movies

One Movie at a Time

BallesWorld

Gesundheit - Rezepte - Reisen

sunflowersdolleyesvibes

Segui sempre il tuo istinto!

imaginecontinua

Lumea de altadata si cea de azi.....

Una lettrice bionda

Books and LifeStyle

Diario di Petra

"La bellezza salverà il mondo" (Dostoevskij)

Elisa Falciori

attimi imperfetti

LeggimiScrivimi il Blog di Tricoli Sara

Libertà è la parola chiave: libertà di scrivere - libertà di leggere - libertà di essere

shivashishspeaks

#Snippets,#tech updates,#poetry

Etiliyle © -poetry and photography ™

Etiliyle © - la poesia in una fotografia ™

Sunday mood

·Don't look back. You are not going that way·

unbelsorrisodallitalia.wordpress.com/

意大利旅居記事簿:來自意國的微笑 by Scarlett To

....e adesso la pubblicita'

La vita e' un carosello

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: