TORTA MOKACCINO

La mia caratteristica: sono una persona semplice, mi guardi negli occhi lalla ..e capisci subito cosa voglio (piu’ o meno) 🙂 sono dolce, allegra, ho sempre voglia di fare, sono una donna come dire… non sono complicata, no forse non e’ corretto, io cerco di non complicarmi la vita, ho anch’io i miei momenti, certo, non sono perfetta, anzi, ma perche’ dico tutto questo!!!! E’ venuto a trovarmi mio fratello maggiore che adoro, lui parla con la erre, e’ intelligentissimo, mi piace tanto, noi due abbiamo 14 mesi di differenza, siamo cresciuti giocando insieme, siamo due caratteri diversissimi e ci vogliamo un mondo di bene; a lui piace il bello, in tutti i sensi, del resto e’ la sua passione, gli oggetti antichi e i quadri d’autore sono i suoi preferiti, e’ anche “psicologo” ed e’ sempre in giro, ha avuto tante donne, ma no, dai, cosa dico, ha avuto alcune donne… sapete cosa dicono di quelli che hanno avuto tante donne,,,,,ecco, lui con le donne proprio non ci “accezza” mai, ma io dico, ed ecco il punto, una donna semplice, che non si complica la vita, allegra, che ti fa star bene, no, non esiste, tutte quelle che trova …o non alla sua altezza…lui dice che e’ un ce”r”eb”r”ale, vabbe’…o schizzate al massimo, o menefreghiste o ne approfittano, i soldi, sai com’e’, finche’ fai regali, e’ tutto ok..poi ti saluto la marianna!!! A me dispiace, vorrei vederlo sereno, felice, e invece , adesso mi parla della lei del momento, che e’ nervosa, sempre giu’ di morale, che vorrebbe stare di piu’ con lui, “uccel di bosco”, mah, allora gli dico, tu una normale, tranquilla possibile che non la trovi!!! Sapete cosa mi ha risposto, ma una cosi’ non mi piace, che vita monotona farei con una donna cosi’, sob, 😦 Parlo di cibo, meglio!!! Lui poi si e’ fermato a cena, ed io, per tirarlo su di morale ho preparato questo dolce buono da svenire, lui mi ha detto…con la sua bella erre moscia……Lau”r”etta sono a dieta, non posso mangiare dolci, ma quando l’ha vista, 🙂 l’ha mangiata, eccome!!!!
Ingredienti per la torta:
250 gr di farina 00
200 gr di zucchero
75 gr di cacao amaro
375 gr di latte
1 bustina di lievito per dolci
2 cucchiai di liquore all’arancia

Ingredienti per la farcitura:
500 gr di mascarpone
1 tazzina di caffè forte
zucchero a velo
Ora fate cosi
Versate in una terrina la farina, il lievito, il cacao, lo zucchero e il latte. Frullate fino fino ad ottenere un composto omogeneo e cremoso, preparazione della torta mokaccino,io ho usato il frullino elettrico ma si puo’ fare anche con la frusta a mano. Versate il composto nello stampo per torte imburrato e infarinato e mettete in forno preriscaldato, per i primi 10 minuti a 180C, poi abbassate la temperatura a 170C per altri 20 minuti. Sfornate la torta e lasciatela raffreddare. Questa torta mi ha sorpresa perche’ non ha uova e burro ma e’ incredibilmente soffice!!!
Preparate la crema con il mascarpone e il caffè, mescolate bene con le fruste elettriche.crema al caffe' e mascarpone Non aggiungete lo zucchero perchè il sapore della crema al mascarpone e caffe’ fa da contrasto con il sapore dolce della torta. A questo punto si puo’ tagliare a meta’ torta mokaccino cioe' cioccolato crema al caffe' e lamponila torta ben raffreddata e farcire con la crema di mascarpone e caffe’torta al cioccolato con crema al caffe' e lamponi o altrimenti fare come hanno fatto Luca e Sabrina, e’ loro la ricetta di questa meraviglia, quac’e’ la loro ricetta e il loro blog, sono persone stupende, loro hanno scavato la torta internamente lasciando un centimetro e mezzo di margine dal bordo esterno del disco della torta. Hanno farcito l’interno scavato con la crema e la parte scavata l’hanno sbriciolata con le mani e utilizzata per ricoprire il dolce. Io ho preferito farcire la meta’ con la crema, chiudere con l’altra meta’, spalmare di crema la tortatorta mokaccino ... e decorare con i lamponi lavati.torta mokaccino con lamponi Una spolverata di zucchero a velo torta mokaccino ..ed ecco un dolce a cui non si puo’ dire di no!!!!! fetta di torta mokaccinoE’ buonissima!!!

Annunci

Il casatiello e tanti auguri di Buona Pasqua.

Fa un freddo oggi, ieri idem, stasera esco con la mia Kiaretta e dovro’ uscire con il cappello di lana perche’ ieri ho fatto un po’ di pulizie, quelle di primavera e ho preso tanto di quel freddo, in casa si suda e fuori si prendono gli accidenti, poi mi e’ venuto un mal di testa, veramente mi faceva male la schiena, le spalle, la gola, il collo, ieri sera ho preso un antinfiammatorio tanto era il male. Stamattina in palestra con il maritino, tutto passato, a volte gli esercizi giusti ti rimettono in sesto, per i lavori invece aspetto il sole, un altra settimana, dopo Pasqua. Ho trovato delle ricette interessanti per domenica, niente agnello, non mi piace, per fortuna, ho gia’ fatto spese, poi scrivero’ le ricette, mentre oggi ho preparato il casatiello, e se piove e fa freddo niente merendino in giardino, mangiamo in casa vicino al caminetto acceso, 🙂 Il casatiello o tortano, la differenza e’ solo la mancanza di uova nel tortano, e’ una torta salata ricchissima nel ripieno, una focaccia tipica napoletana, tradizionalmente preparata per fare il merendino di Pasquetta. L’abbondanza di formaggio e salumi tra gli ingredienti e la presenza delle uova (che diventano sode durante la cottura) lo rendono, infatti, un ottimo piatto da portare nel cestino della merenda. Mia mamma quando faceva questa torta salata metteva tutti gli avanzi degli affettati,salame, prosciutto e come formaggio lei usava il provolone, le uova le metteva sode sopra l’impasto, e poi usava ancora il formaggio grana a pezzetti, una vera bomba calorica!!! Noi facevamo grandi merende, venivano le mie amiche e gli amici dei miei due fratelli, che bella la mia adolescenza, in casa sempre tanta gente, c’era tanta allegria, si partiva tutti insieme per andare a fare il merendino in un campo vicino a casa mia, chi portava il dolce, chi da bere, chi il salato, giocavamo a pallone, sentivamo musica con il giradischi, ho dei ricordi troppo belli, a volte Kiara quando gli racconto queste cose mi dice, mamma mi sarebbe piaciuto avere due fratelli come hai avuto tu, e gia’, io mio marito l’ho conosciuto da ragazzina perche’ era uno degli amici di mio fratello maggiore!! 😉 Ma erano altri tempi, la vita ora e’ ben diversa, noi ci divertivamo con poco, sembra di dire la solita frase ma stavamo meglio prima che si stava peggio!!!!Ecco la ricetta va’…;-)

Ingredienti:
600 g di farina (per questa dose di farina io ho usato circa 270 ml di acqua tiepida compresa quella per far sciogliere il lievito)
160 g di strutto !! (usate il burro se preferite, va bene comunque)
200 g di salame tipo napoli o altro tagliato a dadini, 200 g di caciocavallo tagliato a dadini, 15 g di lievito di birra , 1 cucchiaino di zucchero, 1 pizzico di sale, 4 uova fresche e ben pulite, pepe bianco macinato al momento. Vi dico che piu’ ricco e’ il ripieno piu’ buono e’ il casatiello, abbondate con quello che preferite!!!!
Ecco come fare…
Sciogliere il lievito in poca acqua tiepida, poi disporre la farina a fontana in una spianatoia, mettere in mezzo 50 g di strutto o di burro a pezzetti a temperatura ambiente, il lievito sciolto, lo zucchero, il pizzico di sale e amalgamare il tutto, come per fare la focaccia. Lavorare la pasta per almeno 10 minuti e mettere a lievitare in una terrina coperta da un canovaccio umido per circa 2 ore o finché la pasta non raddoppia il suo volume.
Dopo la prima lievitazione lavorare di nuovo la pasta per una decina di minuti aggiungendo 50 g di burro o strutto e rimetterla a lievitare nuovamente. Questo procedimento renderà il casatiello più soffice.
Stendere l’impasto cercando di fare un rettangolomorbida pasta del casatiello stesa e spennellare con il burro fuso, o strutto rimasti. Mettere un po’ di pepe e i salumi e formaggio tagliati a dadini. casatiello in preparazione, salumi formaggiArrotolare il rettangolo bene facendo su tutti gli ingredienti, poi formate una ciambella, chiuderla alle estremita’ casatiello da unirecon la stessa pasta. casatiello unito Mettete la corona dentro uno stampo a ciambella alto e fate lievitare fino al raddoppio. Poi fate con le nocche delle dita delle fossette nella pasta per poi mettere le uova, ben lavate, va bene anche se le mettete crude perche’ cuociono in forno.casatiello in preparazione Fate con la pasta rimasta(mi sono dimentica di dirvi di tenerne un po’) dei bastoncini che poi metterete a croce sulle uova. Spennellate con un tuorlo sbattuto per dare poi in cottura quel bel colore dorato.casatiello da infornare Infornate a forno caldo a 180 gradi finche’ non ha un colore bello dorato, dipende dal forno, circa un oretta. E’ meglio prepararlo un giorno prima, naturalmente si gusta freddo e Buona Pasqua e pasquetta a tutti!!!!!! E’ buonissimo, casatiellorimane morbido, e’ supercalorico ma con tante persone vi va bene se ne mangiate un fettino-ino, ecco….appunto!!!! 🙂

Torta con crema al limone.

Oggi ho fatto una torta al limone con una crema troppo buona, se vi piace questo agrume provate a farla, la torta prevede il burro ma io ho usato l’olio di semi, viene leggera e con la crema al limone diventa una delizia per il palato. Per mio marito preparo cose leggere, forse l’ho gia’ detto, lui non e’ a dieta ma preferisco non usare la panna, ed evito il burro, in genere in questo periodo prediligo dolci alla frutta anche se lui non e’ stato mai goloso ma la crema al limone l’adora.torta con crema al limone.
Ecco la ricetta: per la torta occorrono..3 uova, 250 g di farina auto lievitante oppure usate il lievito e la farina 00, 80 ml di olio di semi, 150 g di zucchero, 1 limone non trattato, Montare bene le uova con lo zucchero, aggiungere lentamente l’olio, il succo e la scorza del limone. Aggiungere la farina setacciata lentamente e mescolare bene, versare l’impasto in una tortiera piccola di circa 24 cm di diametro imburrata e infarina e mettere in forno a 180 gradi per 30/35 minuti circa.
Per la crema ho fatto cosi’
100 ml di latte (nella ricetta originale ci vuole la panna, fate voi, la crema con il latte viene buonissima)
100 g zucchero
2 uova medie
20 di maizena
1 limone grattato e spremuto non trattato
Ora fate cosi’:
sbattere le uova con la maizena, aggiungere lo zucchero e il limone. Scaldare il latte ed aggiungerlo al composto. Mettere sul fuoco e far addensare. Dividere la torta raffreddata e farcire con la crema. Io ho avanzato della crema e l’ho messa sopra ma si puo’ mettere lo zucchero a velo, come preferite.torta con crema al limone Deliziosa!!!!

Tomini in crosta di pasta sfoglia al forno.

Una ricetta semplice, veloce da fare che ha un risultato ottimo sia per il palato che per la presentazione. Si avvicinano le feste di Pasqua, quest’anno prestissimo, e questi tomini ( se li utilizzate per antipasto vi consiglierei di comprare quelli piu’ piccoli) cosi’ preparati risultano un antipasto stuzzicante da accompagnare a delle verdure grigliate, io li ho preparati per stasera, li ho serviti con lo speck e delle verdurine in insalata, una fettina di colomba, fragoline con limone, e la cena e’ servita. 🙂 Ecco come fare: occorre un rotolo di pasta sfoglia; 3 tomini o quanti siete a tavola; fettine sottili di speck e verdure grigliate a piacere. Ora fate cosi’: preparate le verdure grigliate, io vi consiglio le melanzane ma vanno bene anche le zucchine. Poi avvolgete i tomini con lo speck. Fate con la pasta sfoglia dei cerchi più grandi del tomino. Mettete il tomino sul cerchio e chiudete con l’altro, facendo attenzione a sigillare bene i bordi, altrimenti fuoriesce il tutto, schiacciate con la forchetta lungo i bordi come fate per i ravioli.tomini in crosta di pasta sfoglia Infornate nel forno preriscaldato a 200 gradi finche’ non vedete che la sfoglia e’ bella colorata. Serviteli con le verdure grigliate!!! Buonissimi!!!!

Zeppole di San Giuseppe.

Sono felice quando le persone che amo stanno bene, e lo dimostro, per esempio mi capita in questo periodo, dopo tutto il trambusto, lo spavento ecc. dell’operazione di mio marito, che lo abbraccio quando lui non se lo aspetta. 🙂 Ieri sera, per esempio, a letto, mi stavo per addormentare, lui stava leggendo tranquillo il suo libro, mi sono girata di colpo e l’ho abbracciato forte, 🙂 lui mi ha sorriso e mi ha baciata. Kiara quando parte per andare al mare a Genova, non so spiegarlo, ma ho come un angoscia, non lo so, in macchina quando l’accompagno alla stazione sono strana, ed e’ sempre cosi’, lei non se ne accorge, almeno credo, anche perche’ io sorrido, ma dentro ho qualcosa, lo so, poi torna, io non sono una che rompe, non l’ho mai fatto anche quando era piu’ piccola e monella, 🙂 comunque la cosa che mi fa felice e’ che quando arriva mi manda il messaggino con scritto, mami, tranquilla, tutto bene, torno presto, mi manchi e ti voglio tanto bene. Lui, il mio Willy, willye’ affettuoso, a volte pero’ e’ davvero un discolo, l’altro giorno uscendo in cortile per giocare, come fa sempre, ha avuto la bella idea di rotolarsi nella piccola pozzanghera di acqua e terra che si e’formata per la neve quando si e’ sciolta, entrato in casa l’ho solo guardato seria e lui e’ salito sulla sedia e si e’ fatto pulire ed asciugare in silenzio, poi mi dato una leccatina sulla guancia, e si e’ messo in braccio a me, io cosi’ non riesco a sgridarlo, l’ho abbracciato e baciato, e lui profumato ed asciugato con il codino all’insu’ e’ sceso felice dalla sedia ed e’ andato a dormire sul lettone, furbo ne’:-) . Mio papa’, lui e’ un principe, guardato e riverito, si lamenta spesso, ma e’ normale, con l’eta’ che ha, non e’ molto espansivo, io si’ pero’, e ieri mentre pulivo la sua bella casa, sono andata nel salone dove lui stava guardando la televisione con le cuffie, mi sono avvicinata e gli ho dato un bacino sulla guancia, lui si e’ girato, mi ha guardata e con gli occhi lucidi mi ha sorriso e detto, se non ci fossi tu come farei, che dolce!! A proposito di dolcezze, questo e’ un dolce tipico napoletano, le zeppole come le faceva mia mamma, troppo brava, io pero’ ve le propongo cotte al forno, sono molto buone, e non fanno male, la crema e’ questala mia preferita, si possono anche non farcire e rotolarle nello zucchero ma questa e’ un altra ricetta e poi con la crema rendono al meglio!!! Ecco la ricetta, e’ semplice da fare, provate…
Per la pasta bignè
250 g di farina
250 g di acqua
70 g di burro
6 uova, di grandezza media, dipende dalla farina, quanto assorbe.
10 g di sale
Ecco come fare…Fate bollire l’acqua con il burro e il sale, versate in un colpo solo la farina e girate fino a quando si asciuga tutta l’acqua, spegnete il fuoco e iniziate ad aggiungere le uova, mi raccomando una alla volta, si formera’ cosi’un composto liscio della consistenza di una crema densa. Mettete il composto nel sac à poche e formate le zeppole in una teglia ricoperta da carta forno. Cercate di formare delle ciambelle con un buco in mezzo per poter mettere poi la crema pasticcera. Mettete in forno a 200° fino a quando le zeppole si staccheranno facilmente dal fondo della teglia, io con il mio forno 20 minuti, ma controllate. Una volta raffreddate mettete dentro la crema pasticcera e sopra la ciliegina.zeppola di san giuseppe di lalla Sono deliziose!!!

Carciofi marinati.

L’altra settimana ho portato mio papa’ dal dentista, ha quasi 82 anni e tutti i suoi denti, (chi e’ fortunato come lui!!), aveva un dente che si muoveva e il dentista gliel’ha tolto senza problemi. Nella sala d’attesa c’eramo solo noi due con una signora che penso avesse piu’ o meno 70 anni, gentilissima, mi faceva i complimenti per come mi prendo cura del mio papa’, lui veramente non dimostra gli anni che ha e’ un “giovanotto”(a proposito domani e’ la loro festa, auguri!!! ); beh, mentre stavamo parlando del piu’ e del meno entra un signore distinto sulla mezza eta’, ci guarda un attimo, tempo 5 minuti esce una ragazza dalla studio del dentista, intanto mio papa’ e la signora continuavano a chiaccherare, quel signore si era appoggiato al muro vicino alla porta d’entrata, in un attimo entra dentro dal dentista e chiude la porta, ahahah, ma dimmi te, credo che sia stato dentro mezz’ora, piu’ o meno, poi e’ uscito e senza dire nulla si e’ dileguato. Mio papa’ si e’ accorto di tutto e mi ha detto, ma quello ha fatto il furbo vero, ma no papa’, tranquillo, non e’ stato dentro tanto, poi tu eri in buona compagnia, non preoccuparti, mentre la signora borbottava qualcosa tipo: che gente maleducata. Io credo che al mondo ci sono persone che pensano di essere piu’ furbe degli altri, sono davvero brutti comportamenti, io non avevo fretta quel giorno e poi non mi arrabbio per queste stupidaggini, ci sono cose ben peggiori, sono dolce di carattere ma non per questo sono debole, anzi, assomiglio a mia mamma, bella (mia mamma lo era veramente), dolcissima e forte come una roccia. 🙂 Parlo di cibo va, e di carciofi, 🙂 mi piacciono tantissimo e a casa mia li cucino in tante maniere, questi li ho fatti marinati e sono davvero una bonta’, Da provare, ecco la ricetta, e’ della mia adorata mamma!!! Ingredienti…8 piccoli carciofi, 1 limone, 10 grani di pepe bianco, 2 foglie di alloro, 1 cucchiaino di semi di finocchio, 1 costa di sedano, 100 gr di olio di oliva, sale. Ora fate cosi…mondare i carciofi (togliere bene le parti piu’ dure e lavarli con acqua e limone) e tagliarli a spicchi. Portare ad ebollizione 50 cl di acqua unendovi, a freddo, l’olio, il succo di limone, l’alloro, il pepe, i semi di finocchio, il sedano a pezzetti e una presa di sale. Mettete dentro i carciofi e fateli cuocere per circa 30 minuti.carciofi marinati Lasciarli raffreddare nell’acqua di cottura e scolarli prima di portarli in tavola. Sono ottimi cosi, nel piatto di portata potete aggiungere ancora un filo d’olio.

Torta all’ananas.

lallalulu' 13
Oggi che giornata, mi sono fermata adesso, beh un piccolo riposino l’ho fatto, dopo pranzo, ma proprio mini riposino, ma chi me l’ha fatto fare, la casalinga, e’ il lavoro piu’ faticoso che esiste, anche per l’uomo penso sia veramente stancante perche’ non fai otto ore e poi torni a casa e relax, e’ un lavoro continuato. Il fatto e’ che mi piace, tutto e’ creativo, qualunque cosa faccio. Mio papa’ si e’ comprato un letto, sapete quelli con il telecomando, con materasso e cuscino anatomici, il letto si alza e si abbassa come si vuole. Quando il corriere, un albanese gentilissimo, l’ha portato e montato in cameretta spiegando al mio papa’ come si usa lui non era piu’ cosi’ convinto del suo acquisto. Ma e’ bello papa’, gli ho detto, mi hai letteralmente (non scrivo quello che vorrei dire, meglio di no) pregata per una settimana, voglio quel letto, mi fara’ stare bene e adesso non lo vuoi piu’, mamma mia che pazienza che ho, beh, morale della favola, io e quel signore lo abbiamo convinto, io perche’ non avevo nessuna voglia di cercare un altra ditta di letti ortopedici e lui perche’ doveva riportarsi il letto a Bologna!!! Ora con varie modifiche forse ci dormira’ sopra, ho passato tutto il pomeriggio a spostare, cambiare posizione ecc, finche’ poi si e’ addormentato ed io ho finito finalmente i miei lavori, gli anziani sono come i bambini, devi avere una mente fantasiosa e tanta pazienza per aiutarli a vivere serenamente. Io stasera ho anche preparato una torta troppo buona, adoro le torte alla frutta, mi piace l’ananas e mio marito anche se non e’ a dieta, deve mangiare leggero, niente grassi, quindi questa torta per domani e’ l’ideale, una colazione leggera, non ha burro, tanta frutta, ed e’ di una bonta’ unica. Se non vi piace l’ananas, a chi non piace eh, 🙂 usate altra frutta, meglio sciroppata, mettete meno zucchero se non la volete dolcissima. Ecco la ricetta, semplice e veloce da fare.
Ingredienti:
280 gr di farina
120 gr di zucchero
3 uova
120 gr di olio di semi
ananas a fette sciroppata
100 g di succo dell’ananas
1 bustina di lievito
Ora fate cosi’…
Frullate le tre uova con lo zucchero in una terrina fino a che non avrà raggiunto una bella consistenza bianca e spumosa. Il segreto per avere delle torte soffici e alte e’ proprio questo, non abbiate paura di frullare, adesso con i frullini elettrici e’ tutto piu’ facile, pensate alle nostre nonne che facevano tutto a mano, altro che planetaria! Aggiungete l’olio di semi e il succo dell’ananas e mescolate.impasto della torta all'ananas Aggiungete la farina e il lievito setacciati, incorporate bene. Tagliare a cubetti le fettine di ananas e mescolateli all’impasto,impasto torta ananas tenete da parte delle fettine per la decorazione. Imburrate, infarinate una tortiera e versate il composto. Mettete le fette d’ananas intere o tagliate a meta’ sopra la torta torta all'ananas da infornaree infornate a 180° per per 35/40 minuti, fate la prova stecchino perche’ dipende sempre dal forno, io l’ho lasciata ancora 5 minuti.torta ananas..... E’ veramente deliziosa!!!Dimenticavo, mettete sopra lo zucchero a velo.torta  ananas