🍔🍞Panini🍦🍧Estate☀🌴Buone vacanze🍍🍉

Eccomi qua, scrivo questo post per augurare a tutti voi che mi leggete delle vacanze serene, divertenti e con una dose massiccia di relax. In questa stagione stupenda dove il sole la fa da padrone non si puo’ cucinare cibi caldi, almeno qua da me si preferisce il fresco, non la pasta perche’ non riusciamo a mangiarla fredda, pensare che ci sono ricette fantastiche con le verdure e altri ingredienti ma non va proprio quindi non la mangiamo, 😀 allora oltre ad insalate di riso, di verdure, di frutta ci si puo’ sbizzarrire con i panini, vi scrivo qualche idea, con salsine gustose e abbinamenti adatti a questa stagione 🙂 Il panino che vedete nella foto sopra e’ di una bonta’ unica, sul libretto dove ho trovato come prepararlo lo hanno chiamato Ortolano: utilizzate qualche fetta di melanzana, delle sottilette, il lattughino, un pomodoro maturo, olio d’oliva extravergine, sale e pepe a vostro gusto. Fate grigliare le fette di melanzana nel forno o in padella e affettate il pomodoro maturo molto sottilmente. Tagliate in due il panino che avete scelto e, su una meta’, disponete le sottilette e qualche foglia di lattughino. Aggiungete le fettine di pomodoro e le melanzane grigliate. Spolverizzate quindi la preparazione con sale, pepe e irrorate generosamente con l’olio extravergine d’oliva. Per questo panino potete usare anche la baguette, e’ buonissimo,  Un’altro panino che adoro e’ quello alle zucchine e peperoni, in questo periodo queste verdure sono di stagione e se non le avete nell’orto le trovate al supermercato a buon prezzo o dalla mia amica Mery, 😀 eccovi un panino gustosissimo: 2 piccole zucchine, una falda di peperone giallo sottaceto oppure potete preparala voi in padella, wurstel da cocktail, radicchio rosso, semi di finocchio e poco sale. Grigliate le zucchine e salatele, affettate il wurstel e il peperone. Disponete su una meta’ del pane il radicchio, le zucchine, il peperone, i wurstel e cospargete con i semi di finocchio. In questo buonissimo panino le verdure mitigano il gusto deciso del wurstel, io lo trovo delizioso. Altro panino, Estivo, 🙂 vi consiglio di utilizzare un pane ovale francese, comprate del roast- beef gia’ pronto, 3 falde di peperone giallo, qualche foglia di cicorino, qualche foglia di rucola, sale e pepe. Grigliate il peperone al forno, se fa troppo caldo compratelo gia’ pronto, tagliatelo a striscioline. Scaldate un attimo il pane sulla piastra, dividetelo in due e adagiate su una meta’ il cicorino (radicchio verde), la rucola, il roast-beef, il peperone, sale e pepe, ma che bonta’, 😀 Altro buonissimo panino, io vivo in campagna quindi vi presento il Campagnolo, 🙂 utilizzate la rosetta o michetta, 50 gr di mortadella, cetriolini sottaceto, carciofini sott’olio, un pomodoro e dei grani di pepe misto. Tagliate il pane in due parti, riducete i cetriolini sottaceto a fettine sottili, affettate anche sottilmente il pomodoro e i carciofini. Farcite una meta’ del pane con la mortadella affettata piu’ o meno sottilmente secondo il vostro gusto con i carciofini, i cetriolini e i pomodori affettati. Cospargete la preparazione con i grani di pepe misto. E’ povero, semplice ma molto gustoso, 😉 Ci sono molte altre preparazioni, con gamberetti, con la frittata, con l’hamburger oppure il piu’ preparato, quello con pomodoro e mozzarella o ancora con frutta di stagione, quest’ultimo non l’ho mai provato ma fine settimana ne preparo uno con kiwi, salmone e insalata lollo, 🙂 Ora voglio parlarvi delle salse che secondo me rendono queste preparazioni molto piu’ gustose e poi sono un ingrediente base per la preparazione di molti tipi di panino. Escludendo le classiche e diffusissime maionese, senape, ketchup e Worcestershire che si trovano correntemente in commercio, vi scrivo qualche ricetta che ho provato e trovato nel web, sono salse facilissime da preparare, eccovi la salsa tartara: in una terrina versate due cucchiai generosi di maionese. A parte tritate otto olive verdi snocciolate insieme ad una cucchiaiata di sottaceti. Unite pochi capperi, del succo di limone, una presa di pepe e una di sale, paprika ed estragon (dragoncello), amalgamate tutto con la maionese mescolando delicatamente con un cucchiaio di legno. Salsa di acciughe e tonno, quella che preparava la mia dolcissima mamma: lavate i filetti di acciuga sotto l’acqua corrente e sminuzzateli, tritate il tonno e uno spicchio d’aglio, io ho utilizzato lo scalogno. Fate scaldare in un pentolino dell’olio, unite l’aglio tritato e poi l’acciuga. Appena incominicia a disfarsi aggiungete il tonno tritato, un pizzico di peperoncino (facoltativo) e un bel ciuffo di prezzemolo. Portate a cottura e lasciate raffreddare. La salsa remoulade, chi non la conosce: tritate i capperi, i sottaceti, le erbe aromatiche (maggiorana, timo, rosmarino, ecc.) aggiungete 2 o piu’ cucchiai di maionese, senape e salsa Worchestershire, troppo buona, 🙂 Queste salse sono ottime spalmate sul panino prima di farcirlo, provatele, poi fatemi sapere, 🙂 Eccovi un po’ di foto che ho fatto in questo periodo, l’altra settimana ha grandinato da me, questo il risultato, dopo tanta pioggia ecco l’arcobalenobellissimo, ecco un po’ di paesaggi che troviamo girando in moto con gli amicila natura e’ meravigliosala nostra terra e’ troppo bella ❤ Ed ecco il mio Willy che con il caldo di questi giorni si difende bene: qua e’ in mansarda, il pavimento e’ fresco e si dorme bene, nell’appartamento del mio dolce papa’ si sta decisamente bene e Willy dorme beato sul divano anche nelle ore piu’ calde del pomeriggio, e comunque lui ha il suo ventolino personale, 😀 Ora vi abbraccio forte e vi auguro delle bellissime vacanze, ci sentiamo a settembre, parlando di posti meravigliosi io sono qua che mi riposo, in questo paradiso, 😉

 

Carciofi marinati.

L’altra settimana ho portato mio papa’ dal dentista, ha quasi 82 anni e tutti i suoi denti, (chi e’ fortunato come lui!!), aveva un dente che si muoveva e il dentista gliel’ha tolto senza problemi. Nella sala d’attesa c’eramo solo noi due con una signora che penso avesse piu’ o meno 70 anni, gentilissima, mi faceva i complimenti per come mi prendo cura del mio papa’, lui veramente non dimostra gli anni che ha e’ un “giovanotto”(a proposito domani e’ la loro festa, auguri!!! ); beh, mentre stavamo parlando del piu’ e del meno entra un signore distinto sulla mezza eta’, ci guarda un attimo, tempo 5 minuti esce una ragazza dalla studio del dentista, intanto mio papa’ e la signora continuavano a chiaccherare, quel signore si era appoggiato al muro vicino alla porta d’entrata, in un attimo entra dentro dal dentista e chiude la porta, ahahah, ma dimmi te, credo che sia stato dentro mezz’ora, piu’ o meno, poi e’ uscito e senza dire nulla si e’ dileguato. Mio papa’ si e’ accorto di tutto e mi ha detto, ma quello ha fatto il furbo vero, ma no papa’, tranquillo, non e’ stato dentro tanto, poi tu eri in buona compagnia, non preoccuparti, mentre la signora borbottava qualcosa tipo: che gente maleducata. Io credo che al mondo ci sono persone che pensano di essere piu’ furbe degli altri, sono davvero brutti comportamenti, io non avevo fretta quel giorno e poi non mi arrabbio per queste stupidaggini, ci sono cose ben peggiori, sono dolce di carattere ma non per questo sono debole, anzi, assomiglio a mia mamma, bella (mia mamma lo era veramente), dolcissima e forte come una roccia. 🙂 Parlo di cibo va, e di carciofi, 🙂 mi piacciono tantissimo e a casa mia li cucino in tante maniere, questi li ho fatti marinati e sono davvero una bonta’, Da provare, ecco la ricetta, e’ della mia adorata mamma!!! Ingredienti…8 piccoli carciofi, 1 limone, 10 grani di pepe bianco, 2 foglie di alloro, 1 cucchiaino di semi di finocchio, 1 costa di sedano, 100 gr di olio di oliva, sale. Ora fate cosi…mondare i carciofi (togliere bene le parti piu’ dure e lavarli con acqua e limone) e tagliarli a spicchi. Portare ad ebollizione 50 cl di acqua unendovi, a freddo, l’olio, il succo di limone, l’alloro, il pepe, i semi di finocchio, il sedano a pezzetti e una presa di sale. Mettete dentro i carciofi e fateli cuocere per circa 30 minuti.carciofi marinati Lasciarli raffreddare nell’acqua di cottura e scolarli prima di portarli in tavola. Sono ottimi cosi, nel piatto di portata potete aggiungere ancora un filo d’olio.