Tiramisu’ con nocciole e cioccolata!!!!

Non so come mi e’ venuto in mente di fare questo dolce,  avevo avanzato delle nocciole tostate, avevo il cioccolato fondente buonissimo, il mascarpone…………..ma si’, facciamo un tiramisu’ diverso dal solito, questo e’ talmente buono, per niente dolce, ihhhh….ma e’ tanto calorico, troppo buono dai… basta un pezzetto, fa bene……giuro!!!!Ihhhhh!!! Stasera tutto finito, unica fettina rimasta, ihhhhh, chi primo si svegliera’ se la pappera’……………..non io, dormo al mattino!!!!

Tiramisu con
nocciole e cioccolata

 

 

Ingredienti

  • 250
    gr di savoiardi

  • 3
    uova

  • 650
    gr di mascarpone

  • 2
    cucchiai di zucchero

  • 60
    gr di zucchero a velo

  • 1,2
    dl di caffè

  • 4
    cucchiai di liquore al caffè

  • 3
    cucchiai di nocciole

  • 120
    gr di cioccolato fondente

  • sale

Preparazione

Lavorate
il mascarpone in una terrina con lo zucchero a velo, un pizzico di sale,  le nocciole.

Sbattete
i tuorli con lo zucchero finché saranno chiari; montate a neve
ferma gli albumi con un pizzico di sale. Incorporate al composto di
mascarpone i tuorli e poi, delicatamente, gli albumi.

Sistemate
uno strato di savoiardi sul fondo di uno stampo foderato con
alluminio. Bagnateli con poco caffè e fate uno strato di
crema; proseguite a strati fino a esaurire gli ingredienti,
terminando con i biscotti. Coprite con pellicola e riponete in frigo
per 3 ore.

Fondete
a bagnomaria il cioccolato a pezzetti. Ritagliate una striscia di
carta da forno lunga come la circonferenza della torta e alta 2-3 cm
più del suo spessore; sistematela su un piano, spalmatevi il
cioccolato fuso e fatelo raffreddare. Sformate la torta e fate
aderire la striscia di cioccolato al bordo. Rimettete in frigo a
solidificare. Staccate il foglio di carta e decorate a piacere con le
nocciole.

Questa fettina e’ rimasta, ihhhhhh!!!


 

Nuvole di pollo al rosmarino

Ho trovato questa ricettina che mi ispira tantissimo su un librettino allegato al mio giornale preferito……………e’ "tutto sul pollo" cosi’ oggi ho fatto come primo i gnocchetti con il pesto
e il pollo cosi’, e’ venuto buono davvero, hanno ripulito tutto!!!!
Ecco la ricettina:

Nuvole di pollo al rosmarino

600 gr di petti di pollo
2 uova
6 fette di pancarre’
sale
1 rametto di rosmarino
100 gr di burro

Tagliate a fette non troppo sottili il pollo. Eliminate la crosta del pane e passate la mollica nel mixer in modo da ottenere un composto non troppo fine. Tagliuzzate finemente gli aghi di rosmarino e mescolateli al pane.
Passate le fettine di pollo nelle uova sbattute e poi nel pane al rosmarino. Fate spumeggiare il burro in una padella e friggetevi, pochi minuti per parte la carne.
Togliete dal fuoco le fettine ben dorate, salatele e servitele subito. Potete accompagnare le nuvole di pollo con  un insalata verde……….oppure come ho fatto io con del cavolo cappuccio tagliato sottile.

Dolcetti golosi!!!!

Questa volta vi propongo qualcosa di dolcissimo, come piace a me!!! Ho fatto dei biscottini buoni buoni, vanno bene sia a colazione con il cappuccino, ho fatto foto ihhhhhh, buoni anche a merenda, favolosi, ne ho fatti anche con le marmellate, di fragole e pesche, ihhhhhhh, mentre erano in forno si sentiva un profumino, slurppete!!!!!!! Ecco la ricetta, sono al burro, ma basta mangiarne pochi!!!!
 

INGREDIENTI:
 
300 gr di farina 00 setacciata

100 gr di burro
 
100 gr di zucchero a velo
  2 albumi

vanillina

aroma al limone o buccia grattugiata di Limone

1/2 cucchiaino di sale
altro zucchero a velo da mettere sopra e se volete marmellata da guarnire sopra.

Montare il burro morbido prima un po’ da solo poi aggiungere lo zucchero a velo e gli aromi, poi aggiungere l’uovo, poi la farina setacciata e il sale, con un po’ di pazienza mescolare e formare una palla, se e’ dura, aggiungete un po’ di latte, stendere la pasta con il mattarello e fare le formine che volete, io ho fatto i cuoricini, e per quelli con la marmellata ho messo un po’ piu’ di pasta e il buchino l’ho fatto con il mattarello piccolo bagnato con un po’ di acqua, sono venuti buonissimi, ah, in forno 15 minuti  a 190 gradi, dipende dal forno, controllate, poi mettete lo zucchero a velo sopra!!!!! buoni buoni!!!!Ecco le foto!!!!

Gnocchi alla piemontese, filetti di pesce alle olive e budino di mele!!!!!

  Torta di compleannoSuccede sempre cosi, cerco una cosa e ne trovo un altra……..stamattina………era proprio
bella…………sole stupendo, tiepido, che fortuna ancora alla fine di ottobre…….. poi con il cambiamento dell’ora, il sole sembra piu’ luminoso  certo, sensazioni…….solo che  Willy, con questo cambiamento………… e’ da sabato che al mattino si sveglia all’ora vecchia, uffa, mi travolge, io voglio stare ancora un po’ nel lettone a dormire, ma lui……………poi il mio maritino e’ ancora a casa per il tendine che e’ in via di guarigione, voglio che si riposi tranquillo e allora…mi alzo………..Willy felice……io..assonata con una faccia………..aahhah
mi sono fatta un cappuccino, wow…..dovevo fare la foto, prometto che la faccio…….prossima volta, cosi’ vedete che meraviglia mi pappo al mattino!!!!!!!
Ma quanto chiacchero ……..volevo dire che stavo cercando la tesserina dove ho il pin della scheda telefonica perche’ non lo ricordo, ah non il pin il puk, che cavolo…………Kiara me l’ha bloccato, cosi’ non ho piu’ la scheda, allora ho utilizzato l’altro numero, ma ho perso anche qua il pin, uffiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii, insomma, morale della storia  ho tre telefonini e neanche una scheda, si lo so che c’e’ peggio al mondo …………
Cerca cerca, non sono riuscita a trovare la tesserina ma ho trovato un libro di quando andavo a scuola e tante ricette, era una mia passione ritagliare dai giornali le ricette che mi interessavano, ihhhhh, non c’era internet, non navigavo come ora…….beh ho trovato una pagina di un giornale, penso che era intimita’ della mia mamy, ricetta della giornata, ehhhhh, gnocchi alla piemontese, sogliole con le olive e budino di mele….
ho fatto tutto, davvero,  tutto quello che c’era scritto, il menu’ completo………..ora vi scrivo le ricette, fatto anche foto, troppo divertente………..gran successo, mio marito adora gli gnocchi, questi sono venuti morbidi gustosi poi al forno………..il pesce a casa mia va’ sempre, leggero……….e poi il budino di mele……..ihhhh, unica cosa ho usato poco o niente burro, troppo secondo me come da ricetta.
ecco gli gnocchi alla piemontese
 ingredienti:
 1 kg. di patate
 un uovo
 200 gr circa di farina
 200 gr  circa di fontina
 parmigiano reggiano
 burro e sale
 dice anche panna, ma
 attenzione non tanta, con i formaggi viene gia’ gustoso, meglio non esagerare con i grassi!!!!
 
Cuocere le patate con la buccia in acqua salata, scolatele, sbucciatele e passatale ancora calde dallo schiacciapatate alla spianatoia, fate un fossetta al centro della purea e metteteci l’uovo e una presa di sale. Setacciate sopra la farina e impastate fino ad ottenere una pasta omogenea e compatta, se risultasse troppo morbida aggiungete ancora farina. Ricavate dei rotolini e tagliateli a pezzetti poi passateli sul rovescio della grattuggia o sulla forchetta infarinata. Cuoceteli in abbondante acqua salata, quando vengono a galla prendeteli con una paletta forata e distribuiteli su una pirofila imburrata. Unite la fontina a dadini, il formaggio parmigiano e se volete la panna,  mescolate con cura. In un padellino scaldate il burro e mettetelo sugli gnocchi. Infilate la pirofila nel forno a 220° per 5°, il tempo per far ammorbidire il formaggio, poi servite in pirofila.Buonissimi!!!!

Filetti di pesce alle olive

ingredienti: filetti pesce ho usato la platessa, una presa di origano, capperi, se volete…. olive verdi, vino bianco secco, prezzemolo tritato, il succo del limone olio sale e pepe.

lavate e asciugate i filetti metteteli in un tegame spargete sopra il prezzemolo tritato, e l’origano, salate e pepate aggiungete le olive snocciolate mezzo bicchiere di vino bianco secco, mezzo bicchiere d’acqua e il succo di mezzo limone: Portate sul fuoco e cuocete per 5 minuti, mettete i filetti nel piatto di portata mettendo il liquido rimasto nel tegame sopra il pesce. Buono e leggero!!!Ho fatto le foto  con la digitale, ihhhh, finalmente, ma…………….la data e’ sbagliata, come si cambia l’ora, non lo so, uffi, lo so, il libretto delle istruzioni, vado e leggo!!!
Infine il budino di mele…………

 

  • 2 uova
  • 1 kg di mele
  • 12 fette di pancarre’
  • 150 g di zucchero
  • cannella
  • un bicchiere di latte
  • 200 gr di zucchero a velo
  • buccia di 1 limone
  • burro

Preparazione
Spalmate di burro da ambo i lati ogni fetta di pan carre’.
Bollite il latte con la scorza del limone.
In una terrina lavorate le uova poi incorporate poco alla volta il latte.
Sbucciate le mele, affettatele sottilmente.
Imburrate una pirofila e allineate le 6 fette di pan carre’ imburrato, spargete sopra meta’ delle mele, meta’ dello zucchero un po’ di cannella e buccia del limone grattugiato, poi mettete sopra le altre 6 fette di pancarre’ il resto delle mele la cannella e il limone grattugiato, infine su tutto versate il composto di uova e latte.
Far cuocere in forno caldo per 45 minuti circa.
Toglierlo dal forno e sformarlo dopo qualche minuto.
Servirlo tiepido o freddo. La foto……………non ho avuto il tempo di farla, miiiiiiiii, finita, tutta, ma la rifaccio, e faro’ la foto, ma che lupi che sono, affamati, altro che Willy!!!!!Che bello, sono innamorata di lui!!!

La tartufata

Ad
Alessandria c’ era una pasticceria che preparava una torta che era una
favola………….mi ricordo che quando ero piccina, avro’ avuto piu’
o meno cinque anni, mio papa’ alla domenica immancabilmente comprava
questa meraviglia, due torte di cioccolato sovrapposte con in mezzo
panna e pezzi di cioccolato e udite udite sopra sottili sfoglie di
cioccolato fondente, insomma una favola di torta. Era un suo modo per
dirci che ci voleva bene, coccole adorabili e gustose felicissimi noi
bimbi, anche la mia  mamma era d’accordo.  Non so se la fanno ancora
penso di si’, la pasticceria e’ da tanti anni una delle piu’ importanti
che ci sono nella mia citta’ nativa, adesso voglio provare a farla!!!!
La torta tartufata che facevano loro era favolosa, non mi verra’ mai
cosi’ uguale, anche perche’ sicuramente c’era qualche
segreto…………..ihhhhhh, che non diranno mai a nessuno, ma io
ricordo bene com’era, slurp, buona davvero, ho provato a dire in casa
se sono intenzionati ad assaggiare una mia torta in prova, mi hanno
detto…………siiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii, mio papi mi ha detto, anche
scapucchiata (nel suo linguaggio, ahahahahah), va bene lo stesso!!!!!
Faro’ la foto, spero che mi venga bella e tanto
buona!!!!Ihhhhhhhh!!!!!!!!


ecco la ricetta, ho navigato e
cercato su libri che ho a casa, prendendo un po’ di qua e di la’ mi e’
venuta questa ricetta che secondo me e’ proprio da  fare!!!!! Volevo
dire a Carlo che mi lascia tanti commenti, di non pensare alla dieta,
una fettina non fa male, sopratutto adesso che fa piu’ freschetto,
quasi quasi telefono a Mary,, la mia amica, so gia’ come mi
risponde…………..ihhhhhhhhhhhhhh!!!!!!


Per quanto riguarda la torta, si
puo’ fare il pan di spagna, facile facile, la ricetta l’ho gia’
scritta,  posso riscriverla, io pero’ ho voluto fare una torta al
cioccolato, da dividere poi a meta’ per farcirla, panna con cioccolato
fondente a pezzetti e la copertura……………ho trovato come fare
la sfoglia al cioccolato, non sono come quelle della pasticceria,
pero’, ihhhhhhhh, rendono lo stesso!!!!


Per la torta:

  • 100 g di burro
  • 100 g di zucchero
  • 80 gr di cacao amaro
  • 3 uova
  • 175 g di farina
  • una bustina di lievito per dolci
  • estratto di vaniglia
  • latte se l’impasto non e’ morbido



Lasciate ammorbidire il burro a temperatura ambiente senza però scioglierlo. Lavorate
energicamente il burro e lo zucchero fino a quando otterrete un
composto omogeneo e spumoso. Aggiungete la vaniglia . Aggiungete le uova una a una.
Aggiungete il lievito e la farina setacciati mescolando in
continuazione, poi il cacao.
Versate il composto in una tortiera da 26 cm imburrata e infarinata. Cuocete in forno preriscaldato a 180˚ C per 30 minuti.


Si puo’ anche fare due tortiere per non tagliarla a meta’,  pero’ piu’  piccole.

Per il ripieno slurpette buono panna e cioccolato.

  • 250 g latte
  • 2 rossi d’uovo
  • 60 g di zucchero
  • 6 g di gelatina in fogli
  • 250 g di panna da montare
  • 100 di cioccolato buono fondente, il piu’ buono che trovate…………..



Portate a ebollizione il latte. Nel frattempo lavorate con una frusta i
tuorli e lo zucchero fino a ottenere un composto bianco e spumoso.
Quando il latte bolle abbassate il fuoco al minimo e aggiungete il
composto di uova amalgamandolo velocemente con la frusta. Lasciate sul
fuoco per un paio di minuti mescolando di continuo.


Spegnete il fuoco…………
aggiungete la gelatina precedentemente ammollata in acqua fredda e ben
strizzata. Lasciate intiepidire per una decina di minuti.

Montate la panna e amalgamatela
delicatamente alla crema con una spatola mescolando dall’alto verso il
basso per non smontarla. Tagliate il cioccolato a pezzetti e
incorporateli pian piano, assaggiando possibilmente…….. da
svenire!!!!!!!






Per la copertura al cioccolato:



  • 50 g di cioccolato fondente
  • 15 g di glucosio (1 cucchiaio circa) dice cosi’ la
    ricetta perche’ il glucosio rende il cioccolato sciolto malleabile ma
    io non so proprio dove lo vendono, ho usato il miele.
  • zucchero a velo

Sciogliete il cioccolato a bagno maria. Aggiungete il miele o glucosio e un
cucchiaio d’acqua, amalgamate bene e lasciate risolidificare a
temperatura ambiente per due ore.

Impastate il cioccolato con le mani su un piano leggeremente
cosparso di zucchero a velo fino a renderlo malleabile. Non
preoccupatevi se all’inizio sarà duro e si sgretolerà, con il leggero
calore delle mani e con la lavorazione assumerà la consistenza di un
normale impasto.

Stendete il cioccolato in sfoglie sottili con un mattarello  usando lo zucchero a velo per non fare
attaccare l’impasto al matterello.  

Per assemblare
la torta, allora tagliate a meta’ la torta ben raffreddata, poi farcite
con panna e cioccolato, richiudete e mettete della panna sopra ed ai
lati, dopodiche’ stendete il cioccolato plastico in
sfoglie sottili, man mano che sono pronte disponetele sulla torta
formando delle pieghe. Quando la torta è completamente ricoperta
decorate con un poco di zucchero a velo passato attraverso un colino e
mettete in frigo fino al momento di servirla. Beh, che
dire…………fa vo lo
sa!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!









La farinata!!!

L’altra sera ho fatto la farinata, che buona, era gia’ da un po’ che volevo farla, ma finisce sempre che faccio la pizza, questa volta invece, andando a fare la spesa ho trovato la farina di ceci e allora vai con la farinata, semplice davvero,
150 grammi di farina di ceci, mezzo bicchiere di olio extravergine
d’oliva e mezzo litro di acqua.
Sciogli nell’acqua a poco a poco la farina e alla fine aggiungi l’olio
e due pizzichi di sale,
poi la si fa riposare per 4 ore e la si versa in un tegame circolare di
40 cm di diamentro versandoci sopra un filo di olio.
Io la inforno per circa 30 minuti a 250 gradi, ma basta controllare
mano a mano che si sta cuocendo il colore della superficie che deve
essere dorato, anzi piu’ scuro e soprattutto se provate a sollevarla di lato dovrebbe
rimanere rigida ed avere i bordi ben cotti e scuri.
Poi si mette pepe io ho messo anche un trito di rosmarino e………………..Buon appetito!Sapete c’e’ anche una leggenda sulla farinata, si dice che sia nata per caso nel 1284, quando Genova sconfisse Pisa nella battaglia della Meloria. Le galere genovesi, cariche di vogatori prigionieri si trovarono coinvolte in una tempesta. Nel trambusto alcuni barilotti d’olio e dei sacchi di ceci ,si rovesciarono, inzuppandosi di acqua salata. Poiche’ le provviste scarseggiavano, si recupero’ il possibile e ai marinai vennero date scodelle di una purea informe di ceci e olio. Alcune scodelle vennere lasciate al sole, che asciugo’ il composto in una specie di frittella. Rientrati a terra i genovesi pensarono di migliorare  la scoperta improvvisata, cuocendo la purea in forno.

Carina vero, l’ho trovata su un sito, navigando, comunque sia, la farinata e’ davvero gustosa e facile da fare!!!


Mamma che buona!!!!!

Domenica, tranquilla, serena, ho finito i soliti lavoretti di casa, ho fatto anche la lavatrice, steso…… poi relax, mi corico a pancia sotto sul dondolino, oggi giornata di sole che va e viene, Willy che mi controlla, cagnolino dolcissimo, il maritino che sonnecchia, ed io che navigo in web, voglio cercare qualcosa di ……………..ho voglia di dolce ma tanto tanto, ho il mascarpone……………cerco qualcosa di……….ecco, trovato….. crostata di mascarpone, con prugne e uva, la frutta che ho adesso in casa…….e vai……………….scrivo e le faccio……..



Ingredienti per la pasta, facile facile da fare:

  • 250 g di farina bianca “00”
  • 125 g di zucchero
  • 135 g di burro
  • 1 uovo
  • 1 tuorlo
  • 1 limone
  • sale

Per la farcitura:

  • 150 g di mascarpone
  • 80 ml di panna fresca
  • frutta, io ho prugne e uva bianca
  •  zucchero a velo vanigliato
  1. Tagliate il burro a pezzetti in modo da farlo ammorbidire.
  2. Disponete
    250 g di farina a fontana. Versate al centro 125 g di zucchero, 1 uovo,
    1 tuorlo, il burro a pezzetti, la scorza di limone grattugiata e un
    pizzico di sale.
  3. Impastate
    velocemente con le punta delle dita e poi ancora con il palmo cercando
    di omogenizzare l’impasto più velocemente possibile. Avvolgete nella
    pellicola e lasciate in frigorifero per almeno 30 minuti. La solita pasta frolla, facile facile e di sicuro effetto.
  4. Spolverate
    il piano di lavoro con la farina e ponetevi al centro la frolla;
    lavoratela poco e tiratela con il mattarello a uno spessore di o,5 cm.
  5. Infornate a 180 °C per 20-25 minuti circa e lasciate raffreddare.
  6. Intanto
    lavorate il mascarpone con lo zucchero a velo vanigliato (lasciate 1
    cucchiaio per decorare) e alleggerite poi con la panna montata.
  7. Farcite
    la base della torta con la crema di mascarpone e ricoprite con i frutti
    di bosco ben lavati e asciugati. Spolverate con lo zucchero a velo
    vanigliato e servite la crostata ben fredda.
  8. Volendo si possono fare le crostatine piccine, quelle che faro’ io, ihhhhhh!!!!!