Brioche morbidissime.


Ho preparato queste brioche morbidissime per tutti noi da mangiare al mattino con un capuccino cremoso, una bonta’!!! Ecco la ricetta presa dal blog il paradiso delle dolcezze, che buone mamma mia!!!!

Ingredienti.
500g di farina (metà manitoba e metà 00)
150g di zucchero
150g di latte tiepido
100g di acqua tiepida
un pizzico di sale
1 cubetto di lievito di birra
70g di burro a pezzetti
una bustina di vanillina

Ora fate cosi


Sciogliete il lievito in un pò di acqua tiepida e un cucchiaino di zucchero, poi unite tutti gli ingredienti in una ciotola e impastate.
L’impasto risulterà un po’appiccicoso, mettete un po’ di farina su un piano da lavoro e lavorate la pasta in modo da renderla morbida e compatta. Lasciate lievitare in una ciotola fino al raddoppio, un oretta piu’ o meno.
Una volta lievitata, prendete la pasta e formate le vostre brioches… cornetti treccine o semplicemente dei panini rotondi.
Mettete le brioches sulla placca del forno ricoperta di carta forno, spennellate con un misto di acqua e latte e lasciate lievitare una seconda volta fino al raddoppio. Quando le brioches saranno belle gonfie, spennellatele ancora molto delicatamente(per evitare che si sgonfino) con latte e acqua, mettete lo zucchero sopra e infornatele.
Fate cuocere per 15 minuti a 160/180 gradi, dipende dal forno, e a cottura ultimata,tiratele fuori dal forno e spennellatele ancora una volta con acqua e latte. Sono cosi’ buone, morbide e leggere!!!

Ciambelle americane (Donuts o doughnuts )al forno.

L’altra settimana ho fatto i bomboloni alla crema, che buoni, poi per tutta la settimana sono stata a dieta, piu’ o meno, oggi invece con la curiosita’ di provare le ciambelle americane stimolata da un commento di un mio lettore che mi ha chiesto appunto se sapevo fare queste buonissime ciambelle che io ho cotto al forno, devo dire che sono morbidissime e favolose, provate a farle!!!!!!! Ho trovato la ricetta nel blog di dolci a gogo, dove vado spesso, mi piace tantissimo, spiega molto bene come prepararle ma con la planetaria che io non ho ancora, allora tenendo conto delle sue quantita’ per gli ingredienti, mi fido perche’ con le sue ricette non si sbaglia mai, ho cercato di impastare con le fruste e amalgamare bene gli ingredienti e devo dire che il risultato e’ stato ottimo. Ecco come ho fatto…
Ingredienti:
1 uovo a temperatura ambiente
225 ml di latte intero tiepido
60 g di zucchero semolato
450 g di farina (270 g di manitoba e 180 di farina 00)
7g di lievito di birra disidratato
100 g di burro a temperatura ambiente
2 cucchiaini di estratto di vaniglia (o i semi di 1/2 bacca)
1 pizzico di sale
Per la finitura:
burro fuso
zucchero semolato

Io ho sciolto il lievito in poca acqua tiepida e mescolato bene. Poi ho scaldato il latte con lo zucchero, il burro e il sale. Ho mescolato i una terrina le farine setacciate con la vaniglia. Ho messo il latte tiepido in una ciotola grande, ho aggiunto il lievito poi l’uovo e ho incominciato a sbattere con la frusta, poi ho aggiunto la farina poco alla volta sempre sbattendo, fino al completo assorbimento. Ora versare l’impasto sulla spianatoia leggermente infarinata e lavorarlo fino a quando non si attaccherà più alle mani. Viene un impasto molto morbido, non piu’ appiccicoso e lucido. Lasciatelo lievitare per un ora coperto da un telo. Poi con il mattarello stendetelo con lo spessore di un centimetro formate le ciambelle con un coppapasta o un bicchiere, per fare il foro utilizzate il cerchio dei cannoli, poi sistemate le ciambelle ben distanziate sulla teglia rivestita di carta forno lasciar lievitare in un luogo tiepido per circa 20-30 minuti, o fino a quando il volume delle ciambelline non sarà raddoppiato. Cuocere in forno statico, preriscaldato a 200°C, per circa 6-8 minuti, o fino a quando i doughnuts non saranno leggermente dorati. Una volta cotti, spennellare subito con un velo di burro fuso e passare in abbondante zucchero semolato. Servire caldi. Deliziosi!!!

Pollo con le mandorle.

Oggi ho preparato il pollo con le mandorle tostate, una meraviglia, mi piace tantissimo questo secondo piatto, e’ da provare e fare spesso  perche’ tutti questi ingredienti sono un abbinamento vincente!!!! Ecco come fare e gli ingredienti..

2 petti di pollo 

100 g di mandorle pelate

1 cipollotto

1 radice fresca di zenzero

maizena

salsa di soia

Olio

Sale

Tostate le mandorle in poco olio di semi e mettetele da parte. Tagliate il pollo a piccoli pezzi e mescolateli con un cucchiaio di maizena e poco sale. Tagliate  il cipollotto  a fettine sottili e mettetelo  in  padella  e fatelo soffriggere con  4 cucchiai di olio. Appena  imbiondisce unite il pollo infarinato e cuocete a fuoco vivace per qualche minuto. Aggiungete un po’ di brodo  e cuocete per 10 minuti formando una salsina densa.  Infine aggiungete le mandorle tostate e tenendo il fuoco più basso mescolatele bene con il resto degli ingredienti aggiungendo salsa di soia in quantità sufficiente a rendere il piatto saporito al punto giusto. Non salate molto perche’ e’ davvero buono cosi’, se volete grattate un po’ di zenzero a fine cottura. E’ davvero ottimo. Io ho aggiunto delle patate bollite tagliate a tocchetti e rosolate un secondo nella padella del pollo,  e’ una bonta’.

Pane all’olio.

Questo slideshow richiede JavaScript.

La ricetta e’ di Gabriele Bonci, naturalmente, ho visto la prova del cuoco e ho voluto provare a farli, sono venuti soffici e talmente buoni, un impasto cosi’morbido e un risultato eccellente. Ecco come fare:

Per gli ingredienti ci vuole 1 kg di farina tipo 0, 550 gr di acqua, 7 gr di lievito secco in polvere, 20 gr di zucchero e un goccio di olio. Impastare tutto dentro una terrina fino a formare una palla molliccia e appiccicosa, poi con la farina sia nelle mani che nella spianatoia fare delle pieghe di rinforzo, nel senso che non bisogna lavorare troppo l’impasto perche’ e’ gia’ morbido di suo, basta prendere la pasta ai lati e fare delle semplici pieghe. Poi far lievitare la pasta per 5-6 ore. Passato questo tempo formare i panini come piu’ vi piace. Metterli sulla teglia con carta forno e lasciarli ancora lievitare per un oretta. Passato il tempo scaldare il forno alla massima temperatura e quando inforniamo abbassiamo il forno a 180° e li facciamo cuocere per 25 minuti. Sono ottimi questi panini, con i salumi non vi dico………

Torta di Linz.

Oggi ho fatto la torta di Linz, e’ la torta piu’ antica del mondo, se ne parlava gia’ nel 1653, e’ di origine austriaca ma non si sa chi sia l’inventore o l’inventrice, e chi le ha dato questo nome. Io la ricetta l’ho presa sul libro di mia mamma , è buonissima, le mandorle, le nocciole, la marmellata di ribes rendono questo insieme unico davvero, e’ da provare perche’ sono abbinamenti vincenti. Navigando nel web ho letto altre versioni di questa ricetta, con il cacao, con l’aggiunta di altre spezie come la cannella, c’e’ anche una ricetta dove nella frolla aggiungono 10 g di lievito. Tutte ottime direi, per ora ho provato a farla come dice il libro di mia mamma, poi la rifaro’ senz’altro provando altri modi, stasera tutti mi hanno detto che questa torta e’ qualcosa di delizioso!!!!Ecco come l’ho preparata. Ingredienti …io ho usato una tortiera a gancio da 26 cm……. 250 g di farina, 150 g di burro, 150 g di zucchero a velo, 100 g di nocciole tostate e alcune mandorle spellate e tagliate a lamelle, le vendono anche gia’ pronte cosi’, servono per la guarnizione, poi ci vuole vaniglia, 1 uovo, 300 g di marmellata di ribes o altrimenti di lamponi. Ora fate cosi’…Per la frolla: impastate la farina con lo zucchero e il burro a pezzetti,aggiungete l’uovo leggermente sbattuto e per ultime le nocciole tritate con la vaniglia. L’impasto viene morbido quindi lavoratelo poco e mettetelo subito al fresco fatto su nella cartaforno e fate riposare mezz’ora . Ritiratela dal frigorifero e spianate la frolla in mezzo a due fogli di carta forno spianando piano con il mattarello. Stendete meta’ della pasta frolla nella tortiera coperta da carta forno, poi stendete l’altra meta’ e tagliatela a listarelle. Con una di queste rialzate il bordo tutt’intorno. Poi spalmatevi sopra la marmellata di ribes, mettete sopra le listarelle rimaste e infornate per 30 minuti a 180 gradi. Una volta cotta tiratela fuori dal forno e mettete sopra le lamelle di mandorle.Fate raffreddare e sfornatela delicatamente, vi dico che e’ davvero squisita!!!!Anche Willy e’ d’accordo!!!

Le bombe fritte, i bomboloni alla crema che sono veri peccati di gola!!!

La ricetta l’ho trovata sul blog bellissimo di un arabafelice in cucina, le sue ricette sono una garanzia!!! Ho gia’ scritto la ricetta di queste bombe caloriche, qua bomboloni alla crema…e’ un altro modo di prepararle, ma devo dire che oggi mi sono venute davvero morbidissime, guardate l’interno con la crema. (questa crema sara’ quella che usero’ per sempre nei dolci)…mamma mia, stasera non ceno e esco a farmi un giro perche’ ne ho mangiate due ancora tiepide, e chi resiste!!!!! La ricetta e’ di Luca Montersino, sono ottime davvero, da provare almeno una volta l’anno, poi basta ne!!!!!!!

Ingredienti per una decina di bomboloni, recuperando i ritagli anche di piu’….

300 g di farina

75 g di zucchero semolato

5 uova medie

75 g di burro

10 g di lievito di birra fresco ( o 4 g di lievito di birra secco)

la punta di un cucchiaino di sale

buccia grattugiata di un limone

per la crema pasticcera di Luca Montersino

200 g di latte intero fresco

50 g di panna liquida fresca

2 uova

75 g di zucchero semolato

10 g di amido di mais (maizena)

semi di vaniglia

Come si fa….

Mettere nella ciotola la farina, lo zucchero, la buccia di limone, il lievito. Cominciare ad impastare aggiungendo poco alla volta le uova leggermente battute a parte. Non aggiungete troppo uovo tutto insieme altrimenti l’impasto diventerà liquidissimo e sarà irrecuperabile.

Appena finito di unire le uova impastare per almeno 5 minuti. Io ho usato il frullino con le fruste bianche da impastare, ma per fare bene questo lavoro ci vorrebbe l’impastatrice che io non ho. E’ venuto comunque un impasto morbidissimo. Poi unire il burro morbido, un pezzetto alla volta, e per ultimo il sale.

Versate questo impasto sulla spianatoia bene infarinata e raccoglietelo a palla, copritelo con pellicola e mettetelo subito in frigo per un’ora.

Quindi riprendere l’impasto e stenderlo con il mattarello ad uno spessore di 2 o 3 cm, non più sottile.

Tagliare i cerchi con un coppapasta, io ho usato la tazza del the , poi reimpastare e riutilizzare i ritagli. Metterli sulla spianatoia infarinata e farli lievitare per due, tre ore coperti da un telo. Mentre lievitano fate la crema….far bollire il latte con la panna e la vaniglia. A parte montare tuorli e zucchero fino a che saranno spumosi, ed incorporare l’amido sempre montando.

Versare il composto sul latte bollente, sul fuoco, ed aspettare che si formino dei piccoli “vulcani” dovuti al latte che sale. A questo punto girare tutto con una frusta e levare dal fuoco. Friggere quindi i bomboloni in olio non troppo caldo per non bruciarli fuori con la conseguenza di lasciarli crudi dentro.

Passarli velocemente nello zucchero semolato ed infine farcirli con una siringa bucandoli leggermente.

Servirli appena tiepidi. Sono venuti buonissimi e penso proprio che questa e’ la ricetta migliore!!!!


Le fritole…..che buone!!!!!

 

I miei ricordi di carnevale sono bellissimi, mia mamma faceva una torta alla ricotta e cioccolato con sopra tanti confettini colorati, mi ricordo ancora quanto era buona, devo provare a farla, anche se so che non sara’ la stessa cosa, poi ci portava alla festa organizzata per il carnevale e alla sfilata dei carri allegorici, c’era poi un banchetto pieno di dolciumi, bugie e frittelle. Anche quando avevo Kiara piccola la portavo in piazza con il vestito che lei sceglieva, ogni anno in modo diverso, e si divertiva tantissimo!!!! Queste feste ci sono in quasi tutti i paesi qua intorno, poi i carri di ogni paese vanno a sfilare in citta’ ad Alessandria. A Felizzano la festa ci sara’ questa domenica, siete tutti invitati!!! Oggi ho fatto le frittelle, ma che buone, questa e’ la ricetta delle fritole venete, l’ho trovata gironzolando qua e’ la’ nel web, mi sono sempre piaciute fin da piccola, piu’ delle bugie!!!!

Ingredienti
per circa 15 /20 frittelle

200 g di farina 00
60 g di zucchero semolato
10 g di lievito di birra
120 ml di latte fresco
1 uovo
50 g di uva sultanina
1 presa di sale
abbondante olio di semi per friggere
zucchero a velo per spolverizzare

Fate ammorbidire l’uva sultanina in acqua tiepida per almeno 20 minuti. Quindi scolatela e strizzatela per bene.

In una ciotola capiente setacciate la farina e aggiungete il sale, lo zucchero, l’uovo e l’uva sultanina. Versate anche il lievito disciolto in poco latte tiepido (non troppo caldo!!) e mescolate per amalgamare il tutto.
Incorporate man mano anche il restante latte versandolo a filo nell’impasto. Viene un composto molto morbido, fluido e appiccicoso.
Coprite la ciotola con una pellicola e fate riposare per almeno un’ora e mezza in un luogo caldo.

Trascorso questo tempo, l’impasto sarà lievemente cresciuto e presenterà delle bolle al suo interno. E’ quindi pronto per essere fritto: scaldate l’olio in una pentola capiente e profonda.
Vi accorgerete che è pronto quando, immergendo la punta di uno stuzzicadenti, si inizieranno a formare subito a contatto con l’olio delle piccole bollicine.

Prendete dall’impasto il quantitativo di un cucchiaio e, aiutandovi con un secondo cucchiaio, versate il composto delicatamente nell’olio. Cercate di conferire una forma omogenea e rotonda alla frittella.

Friggete 3 o al massimo 4 frittelle per volta, girandole a metà cottura. Quando vedrete che inizieranno a dorare su un lato, giratele e lasciate cuocere anche sull’altra parte.

Scolate le frittelle e fatele asciugare su carta assorbente da cucina.

Continuate così con tutto l’impasto e alla fine spolverizzate le frittelle con zucchero a velo. Sono da servire tiepide, una squisitezza!!!!Sono soffici e una tira l’altra….