Il casatiello e tanti auguri di Buona Pasqua.

Fa un freddo oggi, ieri idem, stasera esco con la mia Kiaretta e dovro’ uscire con il cappello di lana perche’ ieri ho fatto un po’ di pulizie, quelle di primavera e ho preso tanto di quel freddo, in casa si suda e fuori si prendono gli accidenti, poi mi e’ venuto un mal di testa, veramente mi faceva male la schiena, le spalle, la gola, il collo, ieri sera ho preso un antinfiammatorio tanto era il male. Stamattina in palestra con il maritino, tutto passato, a volte gli esercizi giusti ti rimettono in sesto, per i lavori invece aspetto il sole, un altra settimana, dopo Pasqua. Ho trovato delle ricette interessanti per domenica, niente agnello, non mi piace, per fortuna, ho gia’ fatto spese, poi scrivero’ le ricette, mentre oggi ho preparato il casatiello, e se piove e fa freddo niente merendino in giardino, mangiamo in casa vicino al caminetto acceso, 🙂 Il casatiello o tortano, la differenza e’ solo la mancanza di uova nel tortano, e’ una torta salata ricchissima nel ripieno, una focaccia tipica napoletana, tradizionalmente preparata per fare il merendino di Pasquetta. L’abbondanza di formaggio e salumi tra gli ingredienti e la presenza delle uova (che diventano sode durante la cottura) lo rendono, infatti, un ottimo piatto da portare nel cestino della merenda. Mia mamma quando faceva questa torta salata metteva tutti gli avanzi degli affettati,salame, prosciutto e come formaggio lei usava il provolone, le uova le metteva sode sopra l’impasto, e poi usava ancora il formaggio grana a pezzetti, una vera bomba calorica!!! Noi facevamo grandi merende, venivano le mie amiche e gli amici dei miei due fratelli, che bella la mia adolescenza, in casa sempre tanta gente, c’era tanta allegria, si partiva tutti insieme per andare a fare il merendino in un campo vicino a casa mia, chi portava il dolce, chi da bere, chi il salato, giocavamo a pallone, sentivamo musica con il giradischi, ho dei ricordi troppo belli, a volte Kiara quando gli racconto queste cose mi dice, mamma mi sarebbe piaciuto avere due fratelli come hai avuto tu, e gia’, io mio marito l’ho conosciuto da ragazzina perche’ era uno degli amici di mio fratello maggiore!! 😉 Ma erano altri tempi, la vita ora e’ ben diversa, noi ci divertivamo con poco, sembra di dire la solita frase ma stavamo meglio prima che si stava peggio!!!!Ecco la ricetta va’…;-)

Ingredienti:
600 g di farina (per questa dose di farina io ho usato circa 270 ml di acqua tiepida compresa quella per far sciogliere il lievito)
160 g di strutto !! (usate il burro se preferite, va bene comunque)
200 g di salame tipo napoli o altro tagliato a dadini, 200 g di caciocavallo tagliato a dadini, 15 g di lievito di birra , 1 cucchiaino di zucchero, 1 pizzico di sale, 4 uova fresche e ben pulite, pepe bianco macinato al momento. Vi dico che piu’ ricco e’ il ripieno piu’ buono e’ il casatiello, abbondate con quello che preferite!!!!
Ecco come fare…
Sciogliere il lievito in poca acqua tiepida, poi disporre la farina a fontana in una spianatoia, mettere in mezzo 50 g di strutto o di burro a pezzetti a temperatura ambiente, il lievito sciolto, lo zucchero, il pizzico di sale e amalgamare il tutto, come per fare la focaccia. Lavorare la pasta per almeno 10 minuti e mettere a lievitare in una terrina coperta da un canovaccio umido per circa 2 ore o finché la pasta non raddoppia il suo volume.
Dopo la prima lievitazione lavorare di nuovo la pasta per una decina di minuti aggiungendo 50 g di burro o strutto e rimetterla a lievitare nuovamente. Questo procedimento renderà il casatiello più soffice.
Stendere l’impasto cercando di fare un rettangolomorbida pasta del casatiello stesa e spennellare con il burro fuso, o strutto rimasti. Mettere un po’ di pepe e i salumi e formaggio tagliati a dadini. casatiello in preparazione, salumi formaggiArrotolare il rettangolo bene facendo su tutti gli ingredienti, poi formate una ciambella, chiuderla alle estremita’ casatiello da unirecon la stessa pasta. casatiello unito Mettete la corona dentro uno stampo a ciambella alto e fate lievitare fino al raddoppio. Poi fate con le nocche delle dita delle fossette nella pasta per poi mettere le uova, ben lavate, va bene anche se le mettete crude perche’ cuociono in forno.casatiello in preparazione Fate con la pasta rimasta(mi sono dimentica di dirvi di tenerne un po’) dei bastoncini che poi metterete a croce sulle uova. Spennellate con un tuorlo sbattuto per dare poi in cottura quel bel colore dorato.casatiello da infornare Infornate a forno caldo a 180 gradi finche’ non ha un colore bello dorato, dipende dal forno, circa un oretta. E’ meglio prepararlo un giorno prima, naturalmente si gusta freddo e Buona Pasqua e pasquetta a tutti!!!!!! E’ buonissimo, casatiellorimane morbido, e’ supercalorico ma con tante persone vi va bene se ne mangiate un fettino-ino, ecco….appunto!!!! 🙂

Annunci

8 thoughts on “Il casatiello e tanti auguri di Buona Pasqua.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...