Grissini torinesi stirati.

Pubblicato 15 marzo 2012 da Laura

Quando preparo il pane, le focacce o i grissini, devo sbrigarmi a fare le foto perche’ non faccio a tempo di sfornarli e metterli in un piatto di portata che sono gia’ tutti spariti. Questa volta ho preparato i grissini quando erano tutti fuori casa e vi dico che sono proprio una bonta’. Li preparero’ spesso perche’ sono anche molto leggeri. Sono piaciutissimi!!! Ecco la ricetta trovata in vari blog con l’utilizzo di farina 0, quella che si usa  per fare le pizze e le focaccie. Questa in particolare e’ la ricetta delle sorelle Simili, il libro del pane, e’ tutto buonissimo!!In alcune ricette, dicono quelli originali , si prepara il lievito madre ma anche con il panetto e la lievitazione normale vengono squisiti.

Ingredienti:

per l’impasto:

500 g di farina 0

15 g di lievito di birra fresco

50 g di olio extra vergine di oliva

10 g di sale e un cucchiaino di malto di orzo

250/280 g di acqua tiepida, la quantita’ di acqua varia secondo la farina che utilizzate, deve comunque venire un impasto morbido

inoltre da mettere sopra i grissini, olio extra vergine di oliva (da spennellare), farina di semola di grano duro (da spolverare sulla superficie).

Ora fate cosi..

Sciogliete il lievito in poca acqua tiepida con un cucchiano di zucchero, unitelo alla farina messa a fontana sulla spianatoia, aggiungete gli altri ingredienti e lavorate bene fino ad avere un impasto liscio e morbido che non si attacca alla superficie di lavoro. Dopo aver spolverizzato la spianatoia con un po’ di farina di semola di grano duro, stendete l’impasto a forma rettangolare, il più regolare possibile, di circa centimetri 10×30.

Spennellatelo sulla superficie e sui fianchi con olio di oliva e spolverizzate anche sopra con farina di grano duro. Coprite a campana e lasciate lievitare per circa 1 oretta.

Poi senza sgonfiare l’impasto, con un coltello a lama larga tagliate, dal lato corto, dei filoncini dello spessore di circa un dito. Sollevateli al centro e allungateli delicatamente anche verso l’esterno: se vi vengono troppo lunghi, tagliateli e fateli cuocere così come sono. Metteteli sulla placca del forno rivestita con carta forno un po’ distanziati, e cuoceteli a 200°C per una ventina di minuti, io un po’ di piu’, comunque regolatevi dal colore. Che buoni!!!!



2 commenti su “Grissini torinesi stirati.

  • Rispondi

    Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

    Logo di WordPress.com

    Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

    Google photo

    Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

    Foto Twitter

    Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

    Foto di Facebook

    Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

    Connessione a %s...

    LIHW Ministries & Blog

    Daily Devotions

    PalaSport

    Lo sport secondo me

    Un Dente di Leone

    La quinta età: un soffio di vento sul dente di leone

    arthur_photo...

    * Chiddu chi ccunta, ‘un si pò mai vidiri! *

    i discutibili

    perpetual beta

    Il Blog di Silvia Cavalieri

    Uno spazio creativo per la scrittura

    Pensieri Scritti - l'essenza - io esisto

    - Si crea ciò che il cuore pensa - @ElyGioia

    wwayne

    Just another WordPress.com site

    Le mille curiosità

    Imparare cose nuove è bello, trasmettere ciò che si ha imparato lo è ancora di più

    Il fondo e il barile

    ...e nel raschiare

    I miei borghi

    I borghi italiani in mostra

    The Style League

    Image Consultant - Personal Shopper - Photo Producer

    NORBERT WEBER (GERMANY)

    PERSONALTRAINING

    angolo del pensiero sparso

    voli pindarici sulla caleidoscopica umanità

    HenryGuitarMan

    "Never say never. Because limits, like fears, are often just an illusion" (Michael Jordan)

    "KITCHEN & CLUE"

    "Ho dei gusti semplicissimi, mi accontento sempre del meglio" O. Wilde

    Lo gnomo di crema

    Viaggiatrice curiosa alla ricerca di nuove idee per i miei piatti👩🏼‍🍳🍽 Ho due compagne di viaggio speciali... una è molto pelosa, l’altra meno🤣❤️e insieme siamo le Morgans!!⛵️🐾

    Dentro l'ombra al ombrico non resta che lombrire

    Invasate a prescindere, quando non trapiantate. Di piante, giardini, terrazze, buazze.

    la cucina chimica

    ricette, chimica, alimentazione, nutrizione

    artismylife

    art is emotions, art is love, art is ME

    I love books

    books are life

    Aprendiendo a vivir.

    No todo es improvisado

    Sogni e realtà

    i sogni sono una realtà alternativa

    Schnippelboy

    Ein Tagebuch unserer Alltagsküche-Leicht nachkochbar

    Master Mix Movies

    One Movie at a Time

    BallesWorld

    Gesundheit - Rezepte - Reisen

    sunflowersdolleyesvibes

    Segui sempre il tuo istinto!

    imaginecontinua

    Lumea de altadata si cea de azi.....

    Una lettrice bionda

    Books and LifeStyle

    Diario di Petra

    "La bellezza salverà il mondo" (Dostoevskij)

    Elisa Falciori

    attimi imperfetti

    LeggimiScrivimi il Blog di Tricoli Sara

    Libertà è la parola chiave: libertà di scrivere - libertà di leggere - libertà di essere

    shivashishspeaks

    #Snippets,#tech updates,#poetry

    Etiliyle © -poetry and photography ™

    Etiliyle © - la poesia in una fotografia ™

    Sunday mood

    ·Don't look back. You are not going that way·

    unbelsorrisodallitalia.wordpress.com/

    意大利旅居記事簿:來自意國的微笑 by Scarlett To

    ....e adesso la pubblicita'

    La vita e' un carosello

    Dream Aloud

    "Le idee migliori non vengono dalla ragione, ma da una lucida visionaria follia" - Erasmo da Rotterdam

    SCOPIC IMPULSE

    Art and Visual Culture

    Charme Haut®

    Moda - Beleza - Glamour - Luxo

    Mirtillamalcontentabook

    Se accanto alla libreria hai un giardino, allora non ti mancherà nulla! -M. Tullio Cicerone

    %d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: