Pizza cotta in padella.

La colpa di quello che sto scrivendo e’ di Affy di questo bellissimo blog, lei e’ incredibilmente adorabile, mi ha chiesto di fare un post sulle mie origini del traffico, adesso vi spiego: tempo fa avevo letto nel bellissimo blog della Kety, questo , un suo post che mi aveva fatto morire dal ridere, andate a leggerlo,  lei e’ simpaticissima e l’argomento che, definisce serio,😀 e’, appunto, sulle origini del traffico, in poche parole: come arrivano ai nostri blog gli internauti, quali parole chiave usano per arrivare, per esempio, nel mio caso e in quello della mia amica blogger, ad una ricetta, siccome i nostri blog sono di cucina?  Nella bacheca di ogni blog esiste la sezione statistiche e nella suddetta sezione si trovano le origini del traffico con le parole chiave usate per la ricerca. Fin qua nulla di male, basta andare a vedere, io vi metto una pagina scelta a caso delle mie origini del traffico, voi provate a cercare le vostre e sopratutto andate a leggere cosa ha trovato la Kety nelle sue parole chiave, qua(scusa Kety, prenditela con Affy,😀 )

Termini di ricerca per 7 giorni con termine il 2014-11-04 (Riassunto)

Cerca
torta porcellina ricetta
le ricette di laura
torta salata porri e radicchio
polpette pollo spinaci carote
pesche dolci calorie
torta della nonna spisni
torta salata zucchine e peperoni
coprispalla detto fatto
torta ricoperta di fondente
hamburger di verdure
torta salata con spinaci e mozzarella
vellutata verdure sedano carote cipolle
sancrau
polpette carne e spinaci
paccheri alle noci
cheesecake crema di pistacchio e cioccolato
alice le ricette di csaba branzino al forno con patate
ricetta per topping al cioccolato
perche il pan brioche con farina di farro e vento doro
il chicco della fortuna
brioche a forma di ferro di cavallo
contorni prt sogliola?
torta souffle
crespelle ricotta e speck prova del cuoco
torte salate con pasta sfoglia spinaci e mozzarella
torta cioccolato crema confettura albicocca
bagnetto verde alla piemontese
rorta chantilly al cioccolato
torta con nutella
tortino di sfoglia e spinaci
torta con cesto di cioccolato riempita come
frolla di ada boni
cosa usare invece degli scampi
ricette bimby di laura lau del 31 ottobre 2014
sfogliatelle ricce napoletane ricetta
ciambellone all’olio d’oliva
brosc viva lafocaccia.com
melanzane saltate in padella con pomodorini
le girelle di anna moroni
torta cioccolato e yogurt greco
linguine agli scampi surgelati
ricetta focaccia crudo bufala
le mie dolci candele
la cassoeula milanese ricetta
tagliatelle paglia e fieno ricette zucchine
torta yogurt greco e cioccolato
ricetta cassoeula milanese
crema tiramisù cotta
agnello con le olive
sorbetto al limone cremoso
torta abbraccio
i dolci di laura
biscotti al mascarpone
torta morbida alle nocciole
cremacaffe
perche la crema della torta di compleanno e sempre troppo liquida
spada ai ferri
torta bianca e nera
tiramisu.con uovo cucinato
paccheri con funghi porcini e noci
dolce”uno tira l’altro”
muffin al cranberry
torta con biscotti e crema budino
tartine o girelle che formano l’albero di natale
torte di radicchio rosso e porri
torta porcellona
dolcetti realizzati con resti di biscotti brioche
torta al mandarino
bombolone fritto calorie
mutandoni della nonna
torta salata con mozzarella
melanzane in padella al pomodoro
ricetta focaccia di cicorie buonissima
video ricetta delle girelle alla crema alcioccolato di mastro fornaio
tomini pasta sfoglia
briche soffici
torta salata spinaci mozzarella
torta salata con scarola e stracchino
pissadella ricetta
Termini di ricerca sconosciuti
 I termini di ricerca sconosciuti non me li da, mi manda in una pagina di wordpress, mi sarebbe piaciuto leggere quali erano i termini sconosciuti, sopratutto pensando a quelli che ho letto dalla cara Kety,😀 Ora vi scrivo la ricetta di una pizza che all’inizio non mi ispirava molto, questo modo di prepararla l’ho letto in tantissimi blog, poi la curiosita’ di provarla ha vinto e devo dire che non e’ male, io adoro i lievitati, mi piace la pizza nel classico modo, quella a lunga lievitazione, io adesso uso il lievito madre in polvere, postero’ prossimamente la ricetta,  perche’ mi viene davvero molto buona ma questa puo’ essere senz’altro una pizza alternativa, quando si ha fretta, ci vuole davvero poco tempo e viene buona, non ci credevo, ecco come prepararla.

Ingredienti:

250 gr. di farina “00″

150 gr. di acqua

1 pizzico di sale

1 bustina di lievito per torte salate

1 cucchiaio di olio d’oliva

1 mozzarella

passata di pomodoro

Olio extravergine d’oliva

origano, basilico

sale, potete inoltre aggiungere quello che piace a voi, io ho aggiunto le acciughe che piacciono al mio maritino!!

Ora fate cosi’ : disponete la farina a fontana sulla spianatoia, nel centro mettete il lievito, il sale e l’olio, unite l’acqua 140824_190837ed impastate il tutto fino ad ottenere un composto morbido, regolatevi voi se aggiungere più o meno acqua, dipende sempre dalla farina che utilizzate. 140824_191121 Ora dividete l’impasto in due parti uguali e con il mattarello stendeteli fino ad ottenere lo spessore di un cm scarso.140824_192135 Nel frattempo scaldate una padella antiaderente bella grande, così da avere lo spazio necessario per non far piegare troppo i bordi della pizza, ora delicatamente adagiate la base pizza nella padella e cuocetela con il coperchio un paio di minuti, poi giratela dall’altra parte e farcitela con il pomodoro il sale e la mozzarella tagliata a pezzetti. Continuate la cottura coprendo ancora con il coperchio per altri 4/5 minuti. Quando la pizza cotta in padella sarà pronta guarnitela con il basilico spezzettato e un giro d’olio extravergine d’oliva, usate gli ingredienti che preferite, 141101_175518io ho messo anche l’origano. :-)  Vi metto la foto del cappottino che in questi giorni ho fatto al mio cagnolino 141109_211231e ringrazio Rebecca dell’idea che mi ha dato, non immaginavo di riuscire a farlo cosi bene, volevo che fosse141109_211253 caldo ma non troppo ingombrante, ho utilizzato un giubbotto di mio marito che usava, tempo fa,  quando lavorava, l’ho scucito, rivoltato ed ho utilizzato la fodera al contrario, praticamente e’ nuova, la pelliccia e’ sintetica ed e’ antiallergica, ho fatto doppia cucitura rinforzata con filo doppio, insomma e’ venuto un bomberino niente male,  Willy, il modello,  e’ molto contento, eccolo con il cappottino che mi aspetta per uscire 141109_153922 e’ un cappottino caldo e impermeabile ma nello stesso tempo leggero che lo lascia libero nei movimenti e sopratutto lui ha la pancina coperta, ❤❤141109_153742

59 thoughts on “Pizza cotta in padella.

  1. Ciao Laura. Questo post ne vale 3!! Willy è stupendo col cappottino nuovo, molto chic. Buona l’idea di recuperare il vecchio trapuntato di tuo marito: perché no? È senz’altro caldo e come dicevo anche piuttosto elegante. Io che pur di mangiare la pizza inforno le fette di pancarrè coperte di passata di pomodoro, trovo fantastica la tua versione in padella!
    Buona settimana Laura cara, che pare sarà piovosissima.

    • 😀 Silva mi hai fatto ridere con le fette di pancarre’ coperte di passata di pomodoro, la pizza che ho postato e’ da provare, si puo’ fare in padella anche con la pasta lievitata, facendola molto sottile, fa le bolle e viene bruciacchiata proprio come quella che cuociono in forno a legna! Grazie per le belle parole, ti mando un bacione, il tempo qua e’ piovoso ma a Genova mia figlia mi ha detto che piove forte e tira vento, speriamo bene, un abbraccione,❤❤❤

  2. Buono!! Viva la pizza …mi piace tanto!
    quanto il resto, simpatica trovata il cappottino, ma quanto dolce invece Willy❤ ma tanti baci gli darei! eh si cara Laura adoro gli animali,
    e i cani tantissimo❤ ps, il capottino ho fatto vedere anche la mia bimba le piace l'idea tantissimo!
    speriamo che non si mette a sforbiciare magari qualcosa che e buono ancora, lei e capacissima hahaha…
    buon inizio settima serena a voi❤
    ELisa

    • Grazie Elisa, sei un tesoro, anch’io amo gli animali, Willy e’ un tesoro! Se tua figlia e’ capace puo’ farlo anche lei, c’e’ tanto lavoro ma poi che soddisfazione, bacioni!!

  3. Che simpatica sei Laura, ho riso con piacere. 😉
    Le statistiche in effetti non danno per il tuo blog termini strani, devo dire che sono abbastanza in tema salvo quella “torta abbraccio” che mi farebbe proprio piacere sapere in cosa consiste perchè ne sfornerei subito una da condividere con tutti voi. Sono contenta che hai comunque realizzato un post tra l’altro reso succulento da una pizza che è una bomba di gusto. La pizza è adorabile per me, lo è sempre! 🙂
    Voglio spendere due parole sulla tua abilità sartoriale … sei fantastica cara Laura. Hai realizzato un cappottino per Willy veramente bello, caldo e leggero. Mai avrei immaginato che da una semplice fotografia di Rebecca tu avresti saputo ricopiare tutti i segreti… complimenti e ancora complimenti!
    Un abbraccio forte e una stretta di zampina al simpaticissimo peloso 😉
    Affy
    n.b. WordPress non mi manda le notifiche del tuo blog, provvedo di nuovo a riscrivermi. 😉

    • Hai visto Affy, tu sei troppo forte, hai letto, c’e’ anche uno che ha cercato, mutandoni della nonna,😀😀 Mah, io non so!!! Per la pizza e’ solo curiosita’ ma e’ comunque buona quindi l’ho postata, per una volta si puo’ provare,🙂 Il cappottino, credimi, non pensavo che mi venisse cosi’ carino, ho pensato, al limite lo butto via, tanto e’ stoffa riciclata! Hai fatto bene a riscriverti, a volte succede anche a me, WordPress e’ un incognita!❤

    • Ho provato a farla in padella, e’ buona, per carita’, solo se si ha fretta, quella a lunga lievitazione e’ unica, condivido quindi il tuo pensiero! Un manico,😀 ho il guinzaglio, anzi, ne ho tre, quello con il collarino non lo uso mai perche’ Willy e’ troppo vivace, ho paura che si strozzi e quindi preferisco la pettorina, piu’ sicura e puo’ muoversi quanto vuole, la metto sopra il cappottino, si puo’ stringere ed allargare! Un caro saluto a te e buona serata!!🙂

    • Grazie Saretta, adesso ne ho tre di cappottini per Willy, il bomberino caldo che gli ho confezionato in questi giorni, un lavoro che non ti dico ma sono troppo contenta, poi ha un impermeabile piu’ leggero e uno di lana nero che si intona con il mio cappotto, quando andiamo in giro siamo molto fashion,😀 la pizza viene buona, non e’ come quella che faccio sempre, a lunga lievitazione, questa in padella rimane sottile e croccante, a mio marito e’ piaciuta, sabato pero’ ho fatto la solita, io la preferisco! Baci tesoro!!

  4. che buona la pizza! Io non amo i lievitati, cioè li adoro ma con me non lievita nulla!!! Oddio, provo una volta, sbaglio, mi arrabbio e non provo più. Dovrei insistere??? Forse questa pizza va bene per me.
    Bravissima anche con ago e filo🙂
    I termini di ricerca li guardo poco ma credo che siano dovuti anche alle singole parole che usiamo nei post e non solo agli argomenti trattati.
    Ti abbraccio, buon proseguo di settimana❤

    • Sì Mariro’, penso che con i tag che noi mettiamo la ricerca e’ immediata per le persone che cliccano una parola qualsiasi che non ha niente a vedere, come dici tu, l’argomento trattato! Grazie cara amica delle belle parole e ti dico che la pizza che ho proposto e’ davvero semplicissima, provala, e’ buona, un bacione e buona giornata per domani!❤

  5. Scusa della mia assenza in questi giorni, stavo aspettando alla nuova linea di internet alla fibre ottiche.. torno domani con un nuovo post un abbraccio Rebecca

    Ciao Laura che bello il cabottino per Willy … torno domani sono distrutta tropo stresso con questo nuovo modem e technici abbi una serena serata tvb

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...