olio di semi

Tutti gli articoli con tag olio di semi

Le bugie.

Pubblicato 18 febbraio 2014 da Laura

Le bugie, (in Piemonte si chiamano cosi’), sono dei dolci tipici italiani che tradizionalmente vengono preparati nel periodo di Carnevale. In genere si usa chiamarle chiacchere, perche’ piu’ comprensibili in tutto il territorio,  mia mamma le chiamava frappe. Sono tantissimi i nomi dati a questo dolce, a seconda delle regioni, in Piemonte oltre che bugie vengono chiamate anche risòle ( mi ricordo che le chiamava cosi’ mia suocera), in Liguria sempre bugie, in Lombardia sono dette gale, gali o lattughe in provincia di Mantova. In Toscana si chiamano cenci, struffoli o crogetti. In Emilia Romagna si chiamano rosoni o sfrappole ma in provincia di Ferrara diventano i cròstoli come in Veneto, in Friuli e in Trentino. A Venezia le chiamano i galani. Al Sud si chiamano frappe, in Lazio e sfrappe nelle Marche, cioffe in Abruzzo, cunchielli in Molise, guanti in Calabria e maraviglias in Sardegna (questa non la sapevo, devo chiedere conferma alla mia amica sarda!). Per la sua storia invece si racconta che nell’epoca romana si preparavano questi dolci allora detti “frictilia”, che erano preparati con farina e uova e fritti con il grasso del maiale. Durante l’epoca romana i frictilia venivano preparati in grandi quantita’ perche’ dovevano durare per tutto il periodo della Quaresima. Questa tradizione e’ durata fino ai giorni nostri, con le differenze di ogni regione, io le bugie le friggo in olio di semi, piu’ leggero, se cosi’ si puo’ chiamare un fritto, 🙂 qualcuno le fa anche al forno, io ho provato, ma fritte sono un altra cosa. Volete un consiglio, non comprate le bugie nel sacchetto, possono essere non fresche perche’ sono sempre fritte ma passate al forno per renderle croccanti, al limite compratele dal panettiere o pasticcere, sono fresche e fatte a regola d’arte ma se avete voglia preparatele voi, non ci vuole molto, fatene poche, usate olio di semi, una padellina piccola, olio fin sopra, bollente, e cambiate sempre la carta per asciugarle, prendetele con la pinza cosi’ non tirate su olio e ora vi scrivo la ricetta, di mia mamma, sono ottime, ah dimenticavo, tirate una sfoglia sottile, vengono piu’ buone e poi una volta a Carnevale si puo’ fare un dolce fritto!! Ingredienti: 300 g di farina bianca, 1 cucchiaio di zucchero, 3 tuorli, 1 limone, 1 cucchiaio di alcool per alimenti o in alternativa usate un liquore molto alcolico, 1 cucchiaino di lievito in polvere, panna o acqua per impastare, olio da frittura leggero, zucchero vanigliato. Ora fate cosi’: impastate sul tavolo tutti gli ingredienti con la scorza del limone grattugiato aggiungendo la panna liquida o l’acqua necessaria. Stendetela in una sfoglia sottile e tagliatela a nastri con l’apposita rotellina. Formate dei nodi senza stringerli oppure girateli a spirale, o ancora tagliate la pasta a pezzetti piu’ grandi e passate la rotella in mezzo, come ho fatto io, 140218_151200gettateli nella padella da frittura quando l’olio fuma. Ci vuole poco, state attente a non bruciarle, giratele una volta e appoggiatele nella carta forno, 140218_151148Servitele spruzzate di zucchero a velo, che buone!!140218_152609Ho anche letto che le bugie vengono chiamate nodi d’amore, 🙂

Muffins al limone.

Pubblicato 24 gennaio 2014 da Laura

Avete mai fatto caso quando navigate nel web, quando cercate o semplicemente curiosate per trovare nuove ricette di dolci quasi sempre dopo la descrizione della ricetta con la bella foto del dolce, alla fine c’e’ la pubblicita’, e di cosa, modi nuovi e rapidi per dimagrire, 🙂 davvero, fateci caso, quasi sempre c’e’ il Dr. Oz che svela la sua ultima novita’ in fatto di diete e c’e’ il disegno di una grassissima donna con il vestito rosso e la foto di lui che naturalmente e’ magro e in piena forma!!!  Non serve fare drastiche diete, i dolci fatti in casa sono decisamente piu’ sani e basta non esagerare come del resto in tutte le cose. I muffin, quelli  tipici americani, sono quelli che al mattino si possono trovare nei bar, ce ne per tutti i gusti. Io questi che ho fatto oggi, li dedico alla cara Ross!!!I muffin  sono molto diversi dai cupcake anche se un po’ si assomigliano. I primi sono adatti per la colazione, infatti nascono come pane dolce, i secondi invece sono dei veri e propri pasticcini decorati, da mangiare nelle feste o con il the. Il muffin è uno dei dolci tipici della tradizione anglosassone, presenti soprattutto nel Regno Unito e negli Stati Uniti, ma famosi e diffusi in tutto il mondo e in diverse forme e gusti. La parola muffin ha origine dal francese moufflet, che significa soffice ed è un termine spesso associato come ho scritto prima al pane. I due tipi principali di muffin sono quello inglese e quello americano; le loro differenze si basano sul sapore e sulla storia individuale. La ricetta inglese prevede l’utilizzo di farina che viene fatta lievitare e successivamente cotta su una piastra calda. La storia dei muffin inglesi ci riporta al X e XI secolo in Galles; i primi esemplari venivano cucinati in stampi a forma circolare, su una stufa o sul fondo di una casseruola. I muffin americani, invece, sono una sorta di pane diviso in stampi individuali. Questi muffin sono realizzati con una pastella piuttosto che con un impasto e, originariamente, venivano lievitati con la potassa, che produce ossido di carbonio nella pastella. Quando fu inventato il lievito in polvere, intorno al 1857, la potassa non fu più utilizzata, così anche il suo commercio (veniva esportata verso il Regno Unito) subì un arresto. Le prime ricette di muffin cominciarono ad apparire intorno alla metà del XVIII secolo e presero subito piede. Entro il secolo successivo, infatti, i muffin venivano venduti per strada durante l’ora del tè. Negli Usa, tre stati hanno adottato tre muffin ufficiali: il Massachusetts con il Corn Muffin, New York con l’Apple Muffin e il Minnesota con il Blueberry Muffin. La fonte delle curiosita’ provengono dal blog di Overland, ricette dal mondo. Mentre la ricetta del muffin al limone l’ho trovata in un blog di ricette americane, ho scelto questa ricetta perche’ negli ingredienti c’e’ l’olio di semi al posto del burro e quindi sono un po’ piu’ leggeri. Si puo’ anche aggiungere frutta tagliata a pezzetti. Ingredienti: 240 g di farina § 100 g di zucchero § un limone non trattato sia succo che buccia § 100 g di olio di semi § 2 uova § mezza bustina di lievito § sale. Ora fate cosi’: in una prima terrina versate tutti gli ingredienti solidi: farina, lievito, zucchero, buccia grattugiata del limone e un pizzico di sale.140124_210250 Mescolate bene. Nella seconda terrina versate invece, quelli liquidi, quindi uova, olio e succo di limone: sbattete bene. Unite i due composti, mescolate bene 140124_210504e riempite per 2/3 le formine per muffin.140124_210828 Infornate a 180° per 15/20 minuti. 140124_212956La ricetta e’ semplicissima, il segreto per farli venire cosi’ sofficiosi e alti e’ quella di non lavorare troppo l’impasto, quando unite solidi e liquidi, date una mescolata e poi mettete negli stampini, l’impasto risultera’ un po’ granuloso ma non preoccupatevi, verranno soffici!!140124_215447 Eccoli pronti per la colazione di domani mattina. I prossimi li faro’ al cioccolato, 🙂

 

Torta di nocciole ricoperta di cioccolato fondente.

Pubblicato 10 novembre 2013 da Laura
Mi piace da morire il cioccolato. Lo adoro in tutte le sue forme. Mi piace il cioccolato fondente piu’ di tutti, ma anche al latte, con le nocciole, con il peperoncino, con la menta, i pistacchi,…mi piace il gelato al cioccolato, la crema al cioccolato, la Nutella, non si puo’ non amarla. Adoro la torta Sacher, la torta Foresta nera, per non parlare della mousse al cioccolato. E la cioccolata calda in tazza, buonissima! Non ne mangio tanto, ma quel poco mi basta e lo gusto lentamente perche’ la cioccolata fa bene, basta non esagerare. Ho preparato questa buonissima torta che rende l’idea di cioccolato, il fondente e’ il migliore che c’e’, ci sono anche le nocciole tostate che a casa mia piacciono a tutti,131116_163349 l’ho preparata ieri per la pizzata ed piaciutissima, eravamo in tanti ed e’ finita, tutta. Vi scrivo la ricetta che ho modificato a mio piacere e vi garantisco che e’ una vera golosita’!!! Dimenticavo di dirvi che non ci sono uova, non c’e’ burro, viene morbidissima e si sente il cioccolato con le nocciole, lasciate intere, beh insomma ecco la ricetta e come prepararla. Ingredienti: 250 g di farina, 150 g di zucchero, 100 ml di olio di semi, una bustina di lievito vanigliato, 250 g di ricotta, 100 gr di nocciole intere tostate, si possono anche tritare ed unire al composto di farina ma io le preferisco intere, 100 g di cioccolato fondente per la copertura, il migliore che trovate! Mescolate la farina con lo zucchero e il lievito vanigliato. Unite l’olio, la ricotta e mescolate bene. Viene un impasto cremoso, 131116_144312aggiungete del latte freddo se occorre ma non troppo perche’ non deve essere liquido. Versate il composto nella tortiera unta di burro e ben infarinata, 131116_144604allargate bene con un cucchiaio l’impasto cremoso e aggiungete le nocciole intere mettendole sopra.131116_144809Infornate nel forno preriscaldato a 180 gradi per 35/40 minuti, dipende dal forno, poi fatela raffreddare.131116_153532Fate sciogliere il cioccolato a bagnomaria131116_144930e quando la torta e’ raffreddata fate colare il cioccolato fuso sulla superficie e spalmate bene anche sui bordi.131116_153616Fate indurire il cioccolato prima di mangiarla, 131116_154138non serve metterla in frigo131116_154116e’ una bonta’  🙂131116_163349Vorrei aggiungere che per renderla ancora piu’ goduriosa si potrebbe fare una crema al cioccolato, dividere la torta in due parti e farcirla, il tutto prima di fare la copertura al cioccolato, vedete un po’ voi 🙂

Tortine alla vaniglia e al cacao.

Pubblicato 20 ottobre 2013 da Laura

131018_095819Non sono muffins che adoro, non sono cupcakes che stra-adoro ma sono tortine leggere, non c’e’ uova, non c’e’ burro che invece sono presenti negli altri due dolcetti cosi’ goduriosi. Il risultato e’ comunque ottimo, sono tanto buone queste tortine che non si resiste, si finiscono subito. Le ho preparate stamattina, alla domenica si dorme un pochino di piu’ 😉 , appena sveglie, mia figlia ed io, ci siamo guardate un attimo e Kiara mi ha detto, che voglia di dolce, a si, alle 9 e 30 erano gia’ pronte, calde e deliziose!!!! Io ho utilizzato la ricotta per renderle piu’ soffici e leggere. Eccovi la ricetta e gli ingredienti per 8 tortine: 125 gr di farina, una bustina di vanillina, 75 gr di zucchero, 50 ml di olio di semi, 250 gr di ricotta, mezza bustina di lievito per dolci, cacao amaro, due cucchiai e un po’ di latte per ammorbidire l’impasto delle tortine al cacao. Ora fate cosi’: si fa davvero presto a prepararle, mescolate in una ciotola la farina, lo zucchero, la vanillina e il lievito. Unite l’olio, la ricotta e mescolate bene, 131018_092447dividete l’impasto a meta’ e in uno aggiungete il cacao e un pochino di latte 131018_092756e mescolate bene. Riempite i pirottini131018_093028 ed infornate a 180° per 20 minuti circa, controllate il vostro forno. Sfornate131018_095644 e se vi piace decorateli con un po’ di crema di burro alla vaniglia e zuccherini colorati.  Ho preparato il cappuccino con la schiuma e con questi dolcetti ci siamo consolate!! 🙂131018_100904

Delizia alle fragole con crema pasticcera.

Pubblicato 9 maggio 2013 da Laura

torta di fragoleNon e’ una crostata, e’ una torta soffice che e’ buona gia’ cosi’ da sola, io ho aggiunto la crema pasticcera e tante fragole. E’ la torta che ho fatto al mio Ezio, oggi e’ il suo compleanno, stasera lo abbiamo festeggiato con Kiara e il suo ragazzo, domenica lo festeggeremo di nuovo insieme ai miei fratelli, lui oggi era sereno ma silenzioso, l’ho coccolato tanto, sta bene in questo periodo ma si emoziona facilmente, normale, con quello che ha passato, questi 5 mesi che sono trascorsi dopo l’intervento sono stati di recupero sia in fase motoria che alimentare e lui devo dire che adesso va come un treno! 🙂 Dico questo perche’ tutti giorni andiamo a fare una passeggiata, camminata veloce, come dice il suo cardiologo, ci vuole ancora tempo ma lui si sentirebbe di fare qualunque cosa, sono io che gli do’ dei limiti, perche’ non voglio che si sforzi, allora sono diventata la sua personal trainer, ahahah, lui va piu’ veloce di me, pensate un po’,ahahah!! Per amore farei qualunque cosa, lascio a meta’ i miei lavori, sia in casa o in giardino, mi cambio veloce, scarpe da ginnastica e via, a camminare in mezzo al verde, sinceramente fa bene anche a me, poi nell’alimentazione sto molto attenta, e quindi uso olio evo, poco sale ecc, e cosi’ mangio quello che mangia lui, oggi pero’ la torta l’abbiamo mangiata, troppo buona, provate a fare la base cosi’, delizia per e' alle fragole auguri!!!e’ molto leggera. Ecco la ricetta: vi do’ le dosi in vasetti. Per la soffice base, 1 vasetto di yougurt, io ho usato la mousse alla fragola, 2 vasetti di zucchero, 3 vasetti di farina 00, mezzo vasetto di olio di semi, mezzo vasetto di latte, 2 uova, un pizzico di sale, 1 bustina di lievito per dolci. E’ davvero molto semplice questa torta, basta amalgamare tutti gli ingredienti, prima i liquidi, non servono le fruste, va bene un cucchiaio di legno, poi i solidi, farina lievito e mescolare fino a rendere il tutto omogeneo,quindi mettere l’impasto in una tortiera e infornare a 180  gradi a forno caldo per 30 minuti. E’ una meraviglia, se avete lo stampo con l’incavo apposta e’ meglio altrimenti basta una volta cotta e raffreddata raschiare un po’ di torta per poi mettere la crema pasticcera.delizia alle fragole con crema pasticcera. Ora vi scrivo le dosi e come fare questa crema talmente buona. Usate 1/2 litro di Latte intero  4 tuorli 150 gr di zucchero 50 gr di fecola o farina 1 pizzico di sale  mezza stecca di vaniglia scorza di limone …..Mettere a bollire il latte con la stecca di vaniglia tagliata per il lungo e raschiate  i semini interni per liberarli nel
latte e la scorza di limone ……..montare bene i tuorli con lo zucchero, la fecola che non fa grumi ma se avete la farina usate quella fate solo attenzione a non formare i grumi…..aggiungete il pizzico di sale…………poi unite le uova cosi’ lavorate al latte e mescolare bene …Riportare sul fuoco e portare ad ebollizione sempre mescolando..quando si e’ addensata, ci vuole poco, trasferitela in una terrina e fatela raffreddare. Ora potere decorare la torta, io ho messo le fragole anche dentro la crema pasticcera, tagliate a pezzetti,delizia alle fragole con crema pasticcera ma fate come volete, poi livellate bene e tagliate le fragole lavate e asciugate come piu’ vi piace e decorate.delizia alle fragole per ezio Se amate la gelatina potete usarla ma vi garantisco che e’ buonissima cosi’!!!Tanti auguri al mio tesoro, adesso credo che i compleanni sono finiti, fino a giugno……Lalla

 

Torta all’ananas.

Pubblicato 12 marzo 2013 da Laura

lallalulu' 13
Oggi che giornata, mi sono fermata adesso, beh un piccolo riposino l’ho fatto, dopo pranzo, ma proprio mini riposino, ma chi me l’ha fatto fare, la casalinga, e’ il lavoro piu’ faticoso che esiste, anche per l’uomo penso sia veramente stancante perche’ non fai otto ore e poi torni a casa e relax, e’ un lavoro continuato. Il fatto e’ che mi piace, tutto e’ creativo, qualunque cosa faccio. Mio papa’ si e’ comprato un letto, sapete quelli con il telecomando, con materasso e cuscino anatomici, il letto si alza e si abbassa come si vuole. Quando il corriere, un albanese gentilissimo, l’ha portato e montato in cameretta spiegando al mio papa’ come si usa lui non era piu’ cosi’ convinto del suo acquisto. Ma e’ bello papa’, gli ho detto, mi hai letteralmente (non scrivo quello che vorrei dire, meglio di no) pregata per una settimana, voglio quel letto, mi fara’ stare bene e adesso non lo vuoi piu’, mamma mia che pazienza che ho, beh, morale della favola, io e quel signore lo abbiamo convinto, io perche’ non avevo nessuna voglia di cercare un altra ditta di letti ortopedici e lui perche’ doveva riportarsi il letto a Bologna!!! Ora con varie modifiche forse ci dormira’ sopra, ho passato tutto il pomeriggio a spostare, cambiare posizione ecc, finche’ poi si e’ addormentato ed io ho finito finalmente i miei lavori, gli anziani sono come i bambini, devi avere una mente fantasiosa e tanta pazienza per aiutarli a vivere serenamente. Io stasera ho anche preparato una torta troppo buona, adoro le torte alla frutta, mi piace l’ananas e mio marito anche se non e’ a dieta, deve mangiare leggero, niente grassi, quindi questa torta per domani e’ l’ideale, una colazione leggera, non ha burro, tanta frutta, ed e’ di una bonta’ unica. Se non vi piace l’ananas, a chi non piace eh, 🙂 usate altra frutta, meglio sciroppata, mettete meno zucchero se non la volete dolcissima. Ecco la ricetta, semplice e veloce da fare.
Ingredienti:
280 gr di farina
120 gr di zucchero
3 uova
120 gr di olio di semi
ananas a fette sciroppata
100 g di succo dell’ananas
1 bustina di lievito
Ora fate cosi’…
Frullate le tre uova con lo zucchero in una terrina fino a che non avrà raggiunto una bella consistenza bianca e spumosa. Il segreto per avere delle torte soffici e alte e’ proprio questo, non abbiate paura di frullare, adesso con i frullini elettrici e’ tutto piu’ facile, pensate alle nostre nonne che facevano tutto a mano, altro che planetaria! Aggiungete l’olio di semi e il succo dell’ananas e mescolate.impasto della torta all'ananas Aggiungete la farina e il lievito setacciati, incorporate bene. Tagliare a cubetti le fettine di ananas e mescolateli all’impasto,impasto torta ananas tenete da parte delle fettine per la decorazione. Imburrate, infarinate una tortiera e versate il composto. Mettete le fette d’ananas intere o tagliate a meta’ sopra la torta torta all'ananas da infornaree infornate a 180° per per 35/40 minuti, fate la prova stecchino perche’ dipende sempre dal forno, io l’ho lasciata ancora 5 minuti.torta ananas..... E’ veramente deliziosa!!!Dimenticavo, mettete sopra lo zucchero a velo.torta  ananas

From The Quill

Aren't songs of grief lullabies to the lost?

Briciolanellatte Weblog

Navigare con attenzione, il Blog si sbriciola facilmente

SCEGLI TU...POI TI CONSIGLIO IO

"IL MONDO SAREBBE UN POSTO MIGLIORE, SE UNO DEI CINQUE SENSI FOSSE STATO L'IRONIA"

Ruelha

As long as there's breath, there will always be HOPE because nothing is pre-written and nothing cannot be re-written!

white butterfly

vivere anche solo per un giorno

Les Recettes de Joséphine

Des recettes gourmandes mais pas que... je voudrais vous faire découvrir aussi la Provence que j'aime !

L'economia con Amalia

Le cose importanti, in parole semplici

Minimalglobetrotter

Alla ricerca del bello

MiddleMe

Becoming Unstuck

Tem Flor

Liberdade é para Ser Livre!

ChronosFeR2

Fotografia, Literatura, Música, Cultura.

Labby's Blog

Ein Reiseblog. Hier geht´s um Reisen, Wohnmobiltouren, Outdoor, Trekking, Bike, Camping und rund ums Wohnmobil

Mama Cinch

Experience the ULTIMATE snapback pants! Made to contour every curve. Lifting and shaping your butt, while slenderizing your waist and legs. Finally, a Yoga pant that does it ALL !!

Gastronoming

Abierto las 24 horas! Cocina, recetas, vino, gastronomía, sous vide, bebidas, ingredientes, uvas, alimentos...

Affinity Health

Affordable Health Insurance in South Africa

comicsbooksnews.wordpress.com/

Entertainment Website Covering Comics Media News, Interviews and Reviews

LAFFAZ

The Startup Tabloid

Social artist

Blog to Serve

Lost Route

Riscopriamo la bellezza della natura, camminando...

Books and Mor

Let's Read

quasi come dire

quello a cui sto lavorando

TwinMirrors

Look into our mirrors...You will see the most amazing things...

Johnny Jones

Edinburgh author of the Zander Trilogy

BAREFEET BARISTAS ARE PEERK'D! (An AmericaOnCoffee Blog)

lopsided humor, standup comedy and more...

PROVA LE RICETTE DI CETTY

Se in cucina metti passione e cuore ..sarai la migliore!

Saldimentali

Attualità, tecnologia, libri, aeroplani e tutto quello che mi viene voglia di dire

Pensieri Nascosti

Racconti, verità e riflessioni particolari

LIHW Ministries & Blog

Daily Devotions

PalaSport

Lo sport secondo me

Un Dente di Leone

La quinta età: un soffio di vento sul dente di leone

arthur_photo...

* Chiddu chi ccunta, ‘un si pò mai vidiri! *

i discutibili

perpetual beta

Il Blog di Silvia Cavalieri

Uno spazio creativo per la scrittura

wwayne

Just another WordPress.com site

Le mille curiosità

Imparare cose nuove è bello, trasmettere ciò che si ha imparato lo è ancora di più

Il fondo e il barile

...e nel raschiare

I miei borghi

I borghi italiani in mostra

The Style League

Image Consultant - Personal Shopper - Photo Producer

NORBERT WEBER (GERMANY)

PERSONALTRAINING

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: