Risultati della ricerca

Risultati della ricerca per: spaghetti allo scoglio

Spaghetti al sugo di cozze e caciucco alla livornese!

Pubblicato 21 marzo 2009 da Laura
E’ quello che ho fatto oggi, un buon sughetto con le cozze, il caciucco invece me lo ha portato mio fratello, buonissimo, io pero’ cerco una ricetta e poi lo faro’ senz’altro, assomiglia un po’ alla zuppa di pesce, metto poco peperoncino, in quello che ho mangiato oggi non si sentiva nemmeno!

Spaghetti al sugo di cozze

1 kg di cozze surgelate

  prezzemolo q.b

olio extra vergine d’oliva

peperoncino a piacere

1/2 bicchiere di vino bianco

500 gr di pomodorini

sale


Preparazione

Scongelate e mettete le cozze in una padella, sollevate la
fiamma e copritele con un coperchio. Se comprate quelle gia’ precotte, scaldatele solo altrimenti vengono troppo molli!
Colate il sughetto delle cozze con un colino molto sottile e
conservatelo in un bicchiere.
Versate l’olio d’oliva in un’altra padella e aggiungete i pomodorini a pezzi e fate
cuocere per circa 15 minuti. Aggiungete le cozze , il
prezzemolo, il vino bianco, il peperoncino (poco eh!) e il sughetto delle cozze.
Fate cuocere per qualche minuto spegnete e condite gli spaghetti. Buoni davvero, volevo fare la foto ma ce li siamo pappati in un battibaleno!

Il caciucco invece non l’ho fatto io, e’ molto buono davvero, lo faro’ prossimamente, ho trovato la ricetta, e al supermercato dove vado io, c’e’ tutto il pesce necessario gia’ preparato e congelato pronto per cuocerlo!
Qui da me, che non sono in una zona di mare, preferisco comprare il   pesce surgelato anche se, in citta’, c’e’ un banco del pesce, dove andava mia mamma, che ha del pesce molto buono, costa un po’ pero’!
Ecco la ricetta!


Il caciucco è una delle numerose varianti regionali della zuppa di pesce. Ne
esistono ovviamente infinite varianti, probabilmente una per ogni casalinga livornese…

 Per sei/otto persone

Due chili circa di pesce assortito per zuppa, ben pulito e squamato (piccoli
scorfani, trigliette di scoglio, gallinelle, tranci di palombetto e di nasello,
qualche moscardino e delle seppioline, scampi e gamberi, cozze ecc.: la composizione
del caciucco dipende da cosa offre il mercato; potete farvi consigliare dal pescivendolo)

Sei pomodori maturi spellati, privati dei semi e tritati

Due o tre grossi spicchi di aglio

Zenzero (in quantità pari all’aglio)

Un bicchiere di vino rosso

Olio

Sale

In un tegame di dimensioni sufficienti a contenere il pesce fate soffriggere
con olio abbondante l’aglio pestato e lo zenzero tritato grossolanamente; quando
l’aglio avrà preso un bel colore bruno "spegnete" il soffritto con il vino, fate
leggermente ritirare indi aggiungete i pomodori.

Dopo alcuni minuti aggiungete i moscardini e le seppioline, e far cuocere coperto
per una mezz’ora, regolando di sale; se l’intingolo dovesse asciugare troppo allungatelo
con un poco di acqua. A questo punto aggiungere gradualmente il restante pesce,
prima gli scorfani poi a distanza di alcuni minuti gli altri pesci e i tranci,
in modo che la cottura del tutto risulti uniforme. A parte avrete fatto aprire
in padella le cozze: a fine cottura aggiungete al caciucco la loro acqua.

Disponete su ciascun piatto un paio di crostoni di pane precedentemente abbrustoliti
e, se piace, leggermente strofinati con uno spicchio d’aglio tagliato a metà;
sui crostoni distribuite il pesce cercando di non fare ingiustizie tra i commensali,
versate su tutto una buona mestolata di intingolo e guarnite con alcune cozze.

Servite ben caldo, accompagnando a parte con altri crostoni di pane.
La quantià di zenzero può variare secondo il gusto; assolutamente obbligatorio
è invece l’aglio, componente essenziale del caciucco! Ma
io sinceramente l’aglio non l’ho sentito in quello che ho mangiato….penso che non lo mettero’, viene buono comunque!Bel pranzetto, a base di pesce! Mi piace!

🍔 Il panino di Spanglish 🍔

Pubblicato 14 novembre 2018 da Laura

Tads (questo il suo bellissimo blog) mi ha scritto che non sa piu’ dove andare a mangiare, 😀 allora vi scrivo un po’ di ricette, dolci e salate. Per prima cosa voglio parlarvi di questo buonissimo panino che io propongo ogni tanto al posto della pizza del sabato sera, tanto per cambiare, adesso che siamo in autunno fa piacere riunirsi intorno al tavolo e mangiare cibi nutrienti e sfiziosi! A propostito di tempo brutto qua piove sempre, oggi primo giorno senza pioggia, stiamo aspettando qualche giornata di sole per incominciare i lavori perche’ il vento forte che c’e’stato due settimane fa ci ha portato via la tettoia della mansarda ma non e’ niente al confronto dei disastri che ci sono stati in queste settimane! Parliamo di cibo, il panino che vi propongo e’ ottimo e la colpa e’ di mio fratello che ogni tanto mi fa delle richieste sul cibo che preparo ed io sono ben felice di accontentarlo perche’ sono come lui, curiosa e golosa, 😀 Questa volta mi ha chiesto se potevo preparare il panino che l’attore Adam Sandler si gusta in una scena del film “Spanglish, quando in famiglia sono troppi a parlare”. E’ una commedia americana uscita nel 2005, in senso letterale, Spanglish e’ una combinazione di spagnolo e inglese, un dialetto parlato da circa 40 milioni di “Latinos” che vivono negli Stati Uniti. Io questo film l’ho visto piu’ volte ma del panino non ne avevo memoria finche’ mio fratello mi ha fatto vedere la succolenta seguenza:

che riprendeva la preparazione del panino cosi’ mi sono incuriosita e ho cercato su internet la ricetta! Detto, fatto, ecco come prepararlo, io non ho usato il burro perche’ secondo me non serve ma vi scrivo tutti gli ingredienti, vi dico che se siete dei golosi questo panino e’ davvero ottimo, pensate che è stato inventato, su insistenza del regista, appositamente per questo film, dallo chef stellato Thomas Keller. Non e’ altro che del pane tostato🍞, pancetta croccante🥓, pomodoro🍅, lattuga🥗, formaggio fuso e uovo fritto🍳, 😉

Ingredienti 

3/4 fette di bacon

2 fette di formaggio Monterey Jack (formaggio californiano molto difficile da reperire in Italia e quindi sostituibile con asiago o caciotta).

2 fette abbastanza spesse di pane bianco casereccio (o in mancanza di pane per sandwich), tostato e caldo

1 cucchiaio di maionese

4 fette di pomodoro

2 foglie di lattuga

1 noce di burro

1 uovo

Procedimento 

Per prima cosa, lavate le foglie di lattuga e il pomodoro e quest’ultimo affettatelo sottilmente.

Cuocete poi il bacon fino a renderlo croccante, asciugatelo su carta assorbente per alimenti e mettete da parte.

Coprite col formaggio una fetta di pane leggermente tostato e passatelo al grill o sulla piastra, fino a farlo sciogliere.

Spalmate l’altra fetta di pane tostato con un po’ di maionese e aggiungete gli strati di bacon, le fette di pomodoro e le foglie di lattuga.

In una padella antiaderente, fate sciogliere il burro a fuoco medio. Friggete l’uovo, girandolo rapidamente quando il bianco diventa solido (tenete il tuorlo poco cotto!).

Adagiate l’uovo fritto sopra la lattuga.  Coprite con l’altra fetta di pane tostato al formaggio. Ponete il sandwich su un piatto, schiacciatelo leggermente e tagliatelo a metà, lasciando colare il tuorlo sul panino. E’ buonissimo, provatelo, 😉 (La ricetta e’ di Elena Vigni, bravissima) Con un panino cosi’ ci vuole una fetta di dolce, se c’e’ dentro la frutta meglio ancora, allora eccovi la ricetta di una torta alle pere, potete mettere altra frutta se volete, viene molto soffice. Ingredienti:

Pere 4
Uova 2
Zucchero 100 g
Farina 150 g
Lievito in polvere per dolci 1/2 bustina
Limone 1
Vanillina 1 bustina
Latte 100 ml
Zucchero a velo (per decorare)

Preparazione:Lavate il limone, asciugatelo e grattugiatene la scorza. Spremetene anche il succo.

Pelate le pere, eliminate il torsolo e tagliatele a fettine sottili, raccogliendole in una ciotola.

Irroratele con il succo del limone e tenetele da parte.

Sbattete le uova con lo zucchero.

Aggiungete il latte, la scorza grattugiata del limone, farina, vanillina e lievito setacciati.

Quando avrete un composto omogeneo unite le fettine di pere sgocciolate.

Imburrate e infarinate una tortiera da 24 cm di diametro e versatevi il composto preparato, livellandolo.

Infornate in forno caldo a 180°, per trenta, trentacinque minuti.

Sfornate, lasciate raffreddare, quindi servite la vostra torta di pere morbida decorandola di zucchero a velo a piacere. Deliziosa! (La ricetta di questa torta e’ di Chez Bibia, troppo brava, l’adoro ❤ )

Un po’ di foto che ho fatto in questi mesi, ecco il mio Willy dolcissimoa passeggio,in relax nel salone

Willy in stretching 😀 in montagna al mare,

pianura

collina, la vendemmia, che buona l’uva, con l’uva fragola ho fatto la marmellata, troppo buona, qua trovate la ricetta, ecco i piccoli vasetti da chiuderein questi giorni ho fatto la marmellata di mele cotogne, buonissimamele tagliate a pezzetti, farle bollire un’oretta, aggiungere zucchero, limone, frullare tutto ed eccola, cremosa, buona da svenire, 😀 provatela! Oggi invece ho fatto la confettura di cachi, devo ancora invasarla, questi frutti bellissimi me li ha dati la mia amica Meri, usate la frutta matura ma non troppo, con un kg di cachi ci vogliono 3 mele, un limone, 200 gr di zucchero di canna, se la preferite piu’ dolce mettete 50 gr di zucchero in piu’ ma tenete presente che i cachi sono gia’ dolci di suo! Pulite i cachi e tagliateli a pezzi, le mele uguale, spremete il limone e mettete a bollire. Al primo bollore fate cuocere per cinque minuti. Frullate tutto, aggiungete lo zucchero e se vi piace la vaniglia, fate cuocere a fuoco lento per 40 minuti circa, girate ogni tanto, eccola pronta da mettere nei vasetti, e’ buonissima!!! Eccovi ancora del buon cibo, spaghetti alle cozze, qua la ricetta, mi piacciono tantissimo, Con i fiori di zucca che avevo ancora nel mio orticellosi possono fare delle buonissime frittelle oppure una frittata soffice e gustosa, ecco la ricetta, a noi e’ piaciutissima, i fiori ormai non ci sono piu’ ma la frittata potete farla senza, ecco gli ingredienti:

• 4 uova – fiori di zucca (facoltativi)
• 2 cucchiai di latte
• 1 cucchiaio di farina
• sale
• pepe
• 50 g di pancetta
• 1 mozzarella o altro formaggio che preferite
• erba cipollina

Per sfornare una perfetta frittata soffiata al forno utilizzate uova a temperatura ambiente. In una ciotola, sbattete i tuorli con il latte e la farina. Aggiungete sale e pepe (se preferite anche del parmigiano grattugiato). Montate gli albumi a neve ferma – questa è la peculiarità della frittata soffiata e il passaggio più importate – e incorporteli al composto precedentemente preparato. Versate delicatamente il composto in una tortiera di cm 24 di diametro. Infornare a 180° per circa 15 minuti. Vi suggeriamo di utilizzare uno stampo antiaderente di ottima qualità, così non sarà necessario ungerlo con olio.Quando la frittata sarà pronta,  sfornatela e lasciarla completamente raffreddare. Utilizzate pancetta e stracchino per farcirla!Se preferite servirla tiepida, mettetela in forno per un paio di minuti.  Prima di servire la frittata soffiata al forno, aggiungete dell’erba cipollina.

Provatela, la frittata lo dice il nome stesso va fritta in padella ma vi garantisco che cotta al forno e’ ottima, 🙂 Ho ancora tante buone ricette da proporvi ma ci sentiamo fra un mesetto piu’ o meno, vi abbraccio tanto, lo so siamo agli inizi ma io sono gia’ stanca di questo tempo, 😀 mi mancano i miei 

giretti in moto, 😉 In questa foto sono uguale a Mister Magoo,  😀  Un caro saluto anche dal mio cagnolino sempre affamato, 😀

 

PalaSport

Lo sport secondo me

Un Dente di Leone

La quinta età: un soffio di vento sul dente di leone

arthur_photo...

* Chiddu chi ccunta, ‘un si pò mai vidiri! *

i discutibili

perpetual beta

Il Blog di Silvia Cavalieri

Uno spazio creativo per la scrittura

Pensieri Scritti - l'essenza - io esisto

- Si crea ciò che il cuore pensa - @ElyGioia

wwayne

Just another WordPress.com site

Le mille curiosità

Imparare cose nuove è bello, trasmettere ciò che si ha imparato lo è ancora di più

Il fondo e il barile

...e nel raschiare

I miei borghi

I borghi italiani in mostra

The Style League

Follow me if you want to understand fashion

NORBERT WEBER (GERMANY)

PERSONALTRAINING

angolo del pensiero sparso

voli pindarici sulla caleidoscopica umanità

HenryGuitarMan

"Never say never. Because limits, like fears, are often just an illusion" (Michael Jordan)

"KITCHEN & CLUE"

"Ho dei gusti semplicissimi, mi accontento sempre del meglio" O. Wilde

Lo gnomo di crema

Viaggiatrice curiosa alla ricerca di nuove idee per i miei piatti👩🏼‍🍳🍽 Ho due compagne di viaggio speciali... una è molto pelosa, l’altra meno🤣❤️e insieme siamo le Morgans!!⛵️🐾

Dentro l'ombra al ombrico non resta che lombrire

Invasate a prescindere, quando non trapiantate. Di piante, giardini, terrazze, buazze.

la cucina chimica

ricette, chimica, alimentazione, nutrizione

artismylife

art is emotions, art is love, art is ME

I love books

books are life

Aprendiendo a vivir.

No todo es improvisado

Sogni e realtà

i sogni sono una realtà alternativa

Schnippelboy

Ein Tagebuch unserer Alltagsküche-Leicht nachkochbar

Master Mix Movies

One Movie at a Time

BallesWorld

Gesundheit - Rezepte - Reisen

sunflowersdolleyesvibes

Segui sempre il tuo istinto!

imaginecontinua

Lumea de altadata si cea de azi.....

Una lettrice bionda

Books and LifeStyle

Diario di Petra

"La bellezza salverà il mondo" (Dostoevskij)

Elisa Falciori

attimi imperfetti

LeggimiScrivimi il Blog di Tricoli Sara

Libertà è la parola chiave: libertà di scrivere - libertà di leggere - libertà di essere

shivashishspeaks

#Snippets,#tech updates,#poetry

Etiliyle © -poetry and photography ™

Etiliyle © - la poesia in una fotografia ™

Sunday mood

·Don't look back. You are not going that way·

unbelsorrisodallitalia.wordpress.com/

意大利旅居記事簿:來自意國的微笑 by Scarlett To

da Zero a Infinito

Le infinite potenzialità della vita

....e adesso la pubblicita'

La vita e' un carosello

Dream Aloud

"Le idee migliori non vengono dalla ragione, ma da una lucida visionaria follia" - Erasmo da Rotterdam

SCOPIC IMPULSE

Art and Visual Culture

Charme Haut®

Moda - Beleza - Glamour - Luxo

Mirtillamalcontentabook

Se accanto alla libreria hai un giardino, allora non ti mancherà nulla! -M. Tullio Cicerone

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: