👗Crostata con farina integrale e confettura di cachi👗

Questo post l’ho preparato tre giorni fa ma non mi sentivo di pubblicarlo per quello che e’ successo a Parigi, io vorrei un mondo migliore, senza guerre, sofferenza, dove la vita di ognuno di noi fosse rispettata e dove a vincere sia solo il buonsenso. Il dolce che vi propongo oggi e’ una crostata buonissima, per l’impasto ho utilizzato la farina macinata a pietra e per il ripieno ho fatto la confettura di cachi, frutto di questa stagione, naturalmente se non vi piace potete usare un’altra confettura, a vostro piacimento. Per fare una buona crostata e’ importante la riuscita della frolla che non deve sbriciolarsi ne restare dura, il consiglio che posso darvi e che per ottenere un buon risultato è importante che il burro sia ben freddo e che l’impasto venga lavorato il meno possibile. Prima della ricetta vi parlo di questo frutto che a me piace tantissimo: il cachi, 151111_222218“kaki” nome scientifico, è un frutto originario dell’Asia orientale e le sue coltivazioni risalgono ad oltre 2.000 anni fa. In Italia le coltivazioni di cachi sono iniziate solo nei primi del ’900 ed al giorno d’oggi, i cachi coltivati in Sicilia sono tra i più pregiati di tutto il mondo. Il cachi e’ composto dall’80% di acqua, ha un buon contenuto di fibre, sali minerali, vitamine e amminoacidi. Grazie all’elevato contenuto di zuccheri e potassio, il cachi è un alimento perfetto per chi svolge un’intensa attività fisica o soffre di stress psicofisico. Gli zuccheri presenti nel cachi sono zuccheri semplici, facilmente assorbibili dall’organismo e forniscono immediatamente l’energia necessaria al nostro organismo. Inoltre le fibre presenti nel cachi regolarizzano l’intestino liberandoci da fastidiose costipazioni, i sali minerali e l’alto contenuto di acqua invece, favoriscono la diuresi. Sempre in merito delle sostanze da esso contenute, il cachi esercita benefici da non sottovalutare anche nei confronti di milza, fegato e pancreas, depurandoli da scorie e tossine, e infine bisogna ricordare l’importante presenza degli antiossidanti che contrastano gli effetti del tempo (queste informazioni le ho prese dal web). Ed ora eccovi la ricetta.

Ingredienti

150 gr farina macinata a pietra e 100 gr di farina 00

125 gr burro (freddo)

100 gr zucchero di canna

1 uovo

confettura di cachi fatta in casa oppure di qualsiasi frutta che preferite.

Ecco come fare: mettete le farine sulla spianatoia a fontana, al centro aggiungete il  burro spezzettato, lo zucchero e l’uovo fino ad ottenere un impasto compatto. Lavorate velocemente fino a formare una palla che lascerete riposare in frigo avvolta nella pellicola per almeno mezz’ora.151108_140324Passato il tempo imburrate una tortiera da crostate151108_143926Stendere 3/4 della pasta e metterla sul fondo della teglia, 151108_144223regolare i bordi con le dita, aggiungere un generoso strato di confettura 151108_144423e ritagliare le strisce per la griglia decorativa.151108_145315Infornare a forno statico 180° per 30-40 minuti. Eccola, 151108_154649e’ buonissima! Taglia una fetta, 151108_182737poi un’altra, e’ sparita, 😀 Per fare la marmellata di cachi, semplicissima, ecco gli ingredienti:

300gr di cachi non troppo maturi
300gr di zucchero di canna integrale
scorza di 1/2 limone
1/2 bacca di vaniglia
2 dita di rum

Fate cosi’: lavate delicatamente i cachi e tagliateli  a pezzi eliminando i semi, poi mettete a cuocere la frutta in una pentola antiaderente con lo zucchero,151113_134702 la scorza di limone e i semi della vaniglia. Fate cuocere a fuoco moderato per circa 3 ore, poi, prima di spegnere il fuoco, aggiungete due dita di rum. Se vi piace questo frutto provatela, 151108_140331io la faccio in questo periodo e la utilizzo solo per fare le crostate altrimenti me la mangio tutta a cucchiaiate, 😀 ma se ne puo’ fare di piu’ e mettere via nelle albanelle sterilizzate, ricordatevi che la quantita’ di frutta equivale alla quantita’ di zucchero!

Ecco il tag,image  che ho ricevuto da Alessia questo il suo bellissimo blog, ecco le regole:

  • Utilizzare il logo, vedi sopra
  • Menzionare chi ha creato il tag (Il cuore di Beatrix)
  • E chi ci ha nominati Alessia, grazie cara, mi piace il tuo blog e come sei tu, ❤
  • Inviare i “messaggi e/o immagini” vedi sotto
  • Nominare tutti i miei dolcissimi blogger che adoro tanto, ❤

Come vi sentireste se stasera, aprendo l’App di WathsApp, un insolito messaggio vi avvertisse della presenza di “Contatti Momentanei” a cui sono associati “nomi” e non numeri telefonici, ai quali (dalla mezzanotte al sorgere del sole) sarà possibile inviare un messaggio e/o immagine? Gli “intrusi” sono 10 e sono i seguenti:

1.Una persona di cui hai perso ogni traccia:

Una mia compagna di scuola delle superiori: “se non ti fai sentire telefono a “chi l’ha visto” , ti ho avvisata, 😉

2. Un amico/a scomparso/a:

Lei, la mia adorata Silva: “avrei voluto conoscerti di persona, mi manchi tanto, <3”

3. Un/a parente stretto che non c’è più:

Mio zio Alfredo, simpaticissimo che guidava come un matto, e’ mancato quando ero ragazzina, gli direi: ” adesso guido io, ho la patente, :D”

4. Qualcuno che può svelarti un segreto del tuo futuro:

Quando avro’ 100 anni in quale pianeta mi saro’ trasferita?

5. Qualcuno a cui vuoi chiedere “scusa”:

Alla mia adorata maestra Rosso Anita, tanto ma tanto tempo fa: “la torta di mele che mia mamma le ha preparato mi e’ caduta nel tragitto di strada, venendo a scuola, :-(”

6. Qualcuno a cui vuoi gridare una verità scomoda!:

A tutti i politici: “la finite di prenderci per i fondelli!!!!!!”

7. Un personaggio del “passato”:

10406948_613349745439194_2044294625706932827_nSlurp, squash, snap, gulp….. 😀

8. Un personaggio del “presente”:

A Paolo Poli: ci vediamo al caffe’ dietro l’angolo e mi racconti dei vizi capitali! (Per le piu’ giovani che non sanno chi e’ vi metto questo link, http://www.quotidiano.net/caff%C3%A8/paolo-poli-rai-tre-vizi-capitali-lussuria-1.1076025 e’ bravissimo, teatro e di piu’!)

9. Un personaggio del “futuro”:

Posso venire a fare un giro sulla tua astronave, in cambio ti porto un dolcetto, 😉

10. Il SIGNORE o il destinatario della tua Fede:

Ridammi immediatamente la mia mamma, mio suocero, mia suocera e Silva, ❤

Ecco parlando di lei, di Silva, ❤ volevo farle vedere le tende che ho finito di cucire, queste sono del salone, Willy come vedete approva, 😀

151025_123317anzi, le sta provando, 😀151028_105935a me piacciono tantissimo151025_123339un abbraccio a tutti voi, ❤

 

Annunci

143 thoughts on “👗Crostata con farina integrale e confettura di cachi👗

  1. Eccoci qua a parlare di dolcezze perché sono proprio queste piccole cose che anche nei momenti più brutti strappano un sorriso.
    Mia mamma mi raccontava che i viali di Roma erano costeggiati da piante di cachi che nessuno mangiava perché non si sapeva che fossero commestibili fino a dopo la guerra!
    In seguito le piante vennerò levate perché quando cadevano a terra ovviamente sporcavano tutti i marciapiedi e sostituite in buona parte da mandarini.
    A me piacciono moltissimo i cachi ben freddi ma la marmellata non mi piace, strano ma così!
    Della tua crostata ho scoperto che metti solo un uovo mentre io metto bentre tuorli e un pizzichino di lievito per renderla un po’ più soffice.
    Buonanotte cara amica un abbraccio a te è una bella carezzina Willy che prova le nuove tende e gli donano molto!!!
    💛💙💜Sheraconunabbraccioinpiu

    • Davvero c’erano piante di cachi lungo i viali, che sporcano lo so, ma sono troppo buoni, la marmellata e’ un po’ dolce ma nella crostata rende molto! L’impasto viene molto morbido per la presenza della farina che e’ buonissima e particolare, provala, Willy e’ un monello, gioca con tutto, anche con le tende, 😀 baci cara, anche a Sally, oggi giornata nebbiosa, umida, si sta bene sotto le coperte, ❤

    • Per le tende non le ho ricamate io, magari, io le ho solo cucite e adattate al mio balcone, per lo zucchero in genere si dosa uguale al peso della frutta pulita, io ti diro’ che mi regolo con la dolcezza del frutto, per esempio il cachi, se usi frutti non maturi non sono dolci e poi non va dimenticato un elemento essenziale, ossia il tempo di cottura, una cottura prolungata consente di ridurre la quantità di “zucchero aggiunto” in quanto l’evaporazione dell’acqua della frutta permette di raggiungere una concentrazione di zucchero sufficiente per la conservazione. Perche’ poi quello che serve alla frutta e’ proprio la conservazione, io comunque ho provato a mettere meta’ dose, per esempio la proporzione 1kg di frutta e meta’ di zucchero, la confettura mi e’ venuta buonissima e se tenuta in frigo si e’ mantenuta per una settimana! Ti abbraccio cara, buona serata, grazie, 🙂

  2. Buongiorno Cara Laura. L’insonnia mi ha colpita e sono passata a leggere il Tuo Blog.
    Hai ragione… abbiamo necessità di un mondo migliore, gli ultimi fatti sono spaventosi e se devo dirla tutta ho paura per il futuro di mio figlio.
    La tua crostata cuoriciosa con un frutto che adoro deve essere deliziosa. Una carezza a Willy!

    • Infatti, il pensiero va ai nostri figli, che futuro ci sara’, e’ preoccupante tutto questo! Baci cara, grazie per esserci sempre, Willy ti saluta con un bau affettuoso, ❤

  3. Sempre accattivante con queste ricette, tra l’altro anche sane perchè si fa tutto in casa. Per la marmellata di cachi forse potrebbe volerci anche meno zucchero, che dici? Sono già troppo dolci. Io ne sto mangiando tantissimi in questo periodo, finchè ce ne sono ne approfitto, ma la marmellata non l’ho mai provata. Buongiorno carissima 🙂

    • Uso lo zucchero di canna perche’ mi sembra meno dolce, si puo’ mettere meno zucchero ma poi devi mangiarla subito, non credo che si conservi a lungo, grazie cara, ti abbraccio tanto, buona giornata, qua di nebbia, stamattina sono andata a passeggio con Willy e ci siamo persi, 😀 😀 😀

    • Hai la pianta di cachi Ergatto, io volevo prenderla ma mio marito non vuole, dice che porta troppo lavoro, 😦 suo papa’ ai tempi l’aveva tolta, era nel giardino, sapessi quanti cachi che faceva, anche a me piacciono cachi e castagne, poi, 😀 😀 un abbraccio!

  4. hihihi mitico il prezzemolino willy 😀 Le tende sono molto belle, bei disegni! E se le hai fatte tu.. beh hai mostrato per l’ennesima volta la tua grande maestria negli affari casalinghi, mi inchino!
    I cachi.. io mangio solo quelli duri, quelli molli non li riesco proprio ad ingurgitare.. ma nella crostata vedi tu se non me la sarei spazzolata 😀

    Un bacione e buona settimana

    • Grazie Cix, i ricami non li ho fatti io, erano gia’ cosi’, l’ho solo cucita sopra con le pences e i bordi sotto, un lavoraccio comunque, 🙂 la crostata e’ buonissima, i cachi se sono troppo dolci sono stucchevoli, hai ragione, un abbraccio e buona settimana a te, 🙂

  5. Bravissima Laura, che crostata! Non ho mai preparato la marmellata di cachi, proverò la tua ricetta.
    Complimenti per le tende,sono stupende,dai ricami filtrera’ una bellissima luce.
    Un abbraccio

  6. Bonjour LAURA

    L’amitié c’est une écoute
    Qui jamais ne se permet de juger
    Elle peut tout partager nos joies, nos secrets,
    Que ce soit la nuit, le jour elle vole à notre secours
    L’amitié c’est de l’or

    Belle semaine, bise amicale

    Bernard

  7. Mi ricordo che da bambino del kaki mi piacevano sopratutto quelle lamelle gelatinose che contengono i semi. In pratica mangiavo l’intero frutto solo per assaporare quelle lamelle,,,
    Anche adesso quella consistenza mi piace un sacco.
    La crostata deve essere buonissima.
    Brava Laura. 🙂

    • Emanuele, e’ vero, le lamelle gelatinose che si tengono in bocca finche’ non liberi i semi, 😀 mi piacciono troppo, pensavo di essere l’unica, 😀 grazie, un abbraccio affettuoso a te, 😉

  8. Buona giornata Cara, io adoro le crostate, mia mamma questo fine settimana ne ha fatta una con l’olio di cui parlerò nel blog, davvero ottima e dietetica. Che bello il tuo cagnetto, un Amore vero! Bacissimi e tanto Sole nella nebbia, Orla:-)

  9. Bellissimo post e grazie per la ricetta della marmellata di cachi, che io non ho mai fatto, ma proverò a fare, anche perché dalle nostre due piante ne abbiamo raccolti una cinquantina di cassette che stiamo regalando a parenti e amici, ma ne ho ancora 18 da distribuire, così posso provare questa ricetta.
    Buona giornata, un abbraccio.

    • Che buoni i cachi, quelli che vedi nelle foto me li ha dati una mia amica, io non ho la pianta, mio marito non vuole comprarla! Prova la marmellata, viene dolce Neda ma non so se si puo’ mettere meno zucchero, devo provare a farla con il fruttapec che e’ un addensante e quindi si puo’ utilizzare meno zucchero, mia mamma mi ricordo che lo usava mentre mia suocera non lo ha mai utilizzato! Grazie cara, fammi sapere se la fai, ti abbraccio tanto, ❤

      • Anche io uso il Fruttapec per le mie marmellate, tranne che per quella di limoni che non ne ha bisogno. Con il Fruttapec, si tratta di pectina ricavata dalla buccia delle mele, si riducono tantissimo i tempi di cottura e il colore e il profumo delle marmellate sono straordinari.
        Ricambio di cuore l’abbraccio.
        Buona serata.

  10. Sono buonissimi i cachi e non a caso furono definiti “il pane degli Dei”. Una bella fetta di crostata sarebbe cosa gradita in questo momento, un dessert casalingo al quale non rinuncerei affatto.
    Sei molto abile con il cucito, le tue tende sono eleganti e sono sicura che a Silva sarebbero piaciute come pure la tua crostata e la confettura.
    Ho letto con piacere le tue risposte al tag ma mi assale subito la malinconia quando ritrovo il nome della nostra cara amica recentemente venuta a mancare.
    Willy è il solito protagonista di ogni post, è un attore consumato che cammina sul pavimento come fosse il palco del migliore teatro portandosi via i più teneri applausi a scena aperta.
    Mi hai regalato uno spezzone di vita casalinga, di vita vera ed è stato piacevolissimo viverti per qualche minuto.
    Un bacione dolce Laura e una sprimacciata al beniamino della rete! ❤

    • Grazie Affy, non voglio metterti malinconia, non riesco a non pensare e a parlare di lei, sempre, non ho ancora metabolizzato il tutto, non lo faro’ mai, come per mia mamma, sembra cosi’ strano, Silva non l’ho conosciuta dal vero, non l’ho abbracciata eppure e’ nei miei pensieri, alla sera giro nel suo blog per sentirla piu’ vicina a me, poi dicono del web, del virtuale, ci si affeziona alle persone, tantissimo! Ti abbracco cara, Willy e’ monello ed e’ dolcissimo! Stamattina mentre gironzolavo in paese e’ stato assalito da un altro cane piu’ grande, l’ho preso in braccio al volo stringendolo forte mentre l’altro cane saltava ringhiando, mi guardavano tutti mentre la padrona del cane scusandosi lo prendeva per legarlo al guinzaglio, Willy non era per niente spaventato e mi leccava in viso per ringraziarmi, scodinzolando, le persone intorno a me lo hanno accarezzato e coccolato, lo volevano tutti, e’ un attore nato, 😀

  11. La strage di Parigi ha lasciato sconvolto tutti quanti noi……
    Grazie della tua ricetta, ma io i cachi quando li ho li mangio, non ne ho quantità tali da farne marmellata 😉 bellissime le tue tende e simpatico il tuo tag 😉 Buon pomeriggio Laura

    • Grazie dolce Mi, ti ho pensata sai, come sta tuo figlio, io spero che le grandi potenze si mettono d’accordo per non vendere armi a quei carnefici, senze quelle non possono fare stragi, non mi sembra poi cosi’ difficile, ti abbraccio cara, buona giornata, ❤

  12. io non voglio perdere la speranza, voglio credere in un mondo migliore pieno di amore e pace e voglio farlo per i miei cuccioli…..deliziosa la tua crostata, ti e’ venuta davvero bene!!!!!mai provata con i cachi…..Baci cara!!!

  13. Ciao, Laura. Mi piacciono un sacco i tuoi dolci, dove vedo spesso cuoricini che trasmettono tanto affetto. le tue tende sono davvero strepitose, ma quanto ci hai messo a ricamarle? Anni fa mia mamma ricamava e so bene quale impegno ci vuole per fare un lavoro così. Sicuramente Silva avrebbe apprezzato. 🙂 Anche io penso che Paolo Poli sia strepitoso, inimitabile. Questo tuo post contribuisce a rendere bello un mondo che negli ultimi giorni è parso davvero orribile. Buona serata.

    • I cuoricini, io li metto sempre anche alla fine del commento, 😀 le tende le ho cucite ma non ricamate, mi piacerebbe ma e’ un lavoro troppo lungo, le faceva mia suocera come la tua mamma! Paolo Poli e’ una persona fantastica! Grazie per le belle parole, ti abbraccio cara, buona settimana, ❤

      • Sì, sì, è vero… .-)… ecco perché quando ti penso mi viene sempre in mente un cuoricino!!! Io non saprei nemmeno cucirle le tende! 😦 Buona settimana anche a te.

      • Sono la blogger dal cuoricino facile, 😀 Quando andavo a scuola nelle medie, tanto tempo fa, c’era applicazioni tecniche e ci hanno insegnato a ricamare, a lavorare all’uncinetto, io mi divertivo tantissimo, qualcosa mi ricordo ancora, le cose piu’ semplici, punto croce, punto annodato e punto catenella, gli altri non ricordo, devo ripassare, 😀 baci cara, ❤

  14. E’ sempre piacevole leggerti anche se non preparerò questa delizia di dolce (tu sai il perchè) 😦
    I cachi, io li chiamo anche lodi, sono l’unico frutto che non mangio (sono per il mio gusto troppo dolci anche se io amo il dolce). Ne abbiamo un paio di alberi e spesso li gusta mio marito (che non ama il dolce) Che mistero questi gusti… 🙂
    Un abbraccione e serena notte.

    • Mariro’ alla domenica puoi mangiare una fettina di dolce, falla magari con un’altra confettura, ti capisco perche’ il cachi non piace quasi a nessuno a casa mia e la pianta che c’era nella casa di mio suocero l’hanno tolta, peccato perche’ ne faceva tantissimi ed erano buonissimi, 🙂 un abbraccio e buonanotte a te, bacioni e grazie, ❤

  15. Cara amica, nemmeno io mi sentivo di scrivere, dopo la nuova colata di sangue. Nel passare a leggerti ho raccolto un sorriso, quel tepore che apre le porte della tua casa e del tuo cuore ed ho pensato che una fettina eterea del tuo dolce, fatto con amore, é volato in una immensa tavolata di angeli, con a capo il Signore. Tvb … Tantissimo. ❤️ Notte

  16. Ciao Laura , una crostata così mi fa ingrassare solo a vederla 😛 Questi giorni mi faccio viziare con i cioccolatini Mon Cheri . Che bella la tenda ! Il tuo Willy è un amore .Un abbraccio ❤

  17. pur essendo in una quasi periferia quasi cittadina, sono inondato di alberi di cachi!
    farò tesoro … ma passerò la ricetta a brava cuoca, che io su questo tipo di dolci non sono buono! 😀

    • Tu sei buono a scrivere, 😉 gli alberi di cachi lunghi i viali non so se sono buoni Gianni, io non li mangerei, meglio che li compri, al limite sono cresciuti in serra, poi magari mi sbaglio, bacioni e buona giornata, 🙂

      • Eheh no no tranquilla, nello specifico la cuoca vive in campagna, al limite userei i suoi! 😀 E poi affogo nella marmellata di arance di ogni tipo, me ne hanno regalata a tonnellate!
        Ma una torta di cachi, mai mangiata, davvero sono curioso.
        Grazie 1000

  18. Ciao!!www.unarossasottosopra.wordpress.com non è il solito blog, e non perché sia migliore ma è direi diverso.
    Sono una #curvy incalliti che cercherà di riscattare quante più donne e le loro forme,ma non mi occupo solo di questo.
    Attualità, poesia,creatività, passione,amore,salute,cuore,sesso,intrighi,rivelazioni,make up,shopping, famiglia,bambini,animali….il bello è quello: faccio “zapping” su più argomenti cercando di non farvi mai annoiare,informarvi quando è il caso,e il tutto senza mezzi termini.
    Spesso sarò diretta e cruda ma sempre spontanea,senza peli sulla lingua e pungente quanto basta:ricordate che LadyD. è una rossa fuoco! !!!!
    Vi aspetto,Grazie :*
    Complimenti per il tuo blog 🙂

  19. Bonjour
    j’allume mon ordinateur
    Ce n’est qu’une boite de métal
    Même si je râle parfois
    Parce qu’il me fait attendre
    Il a un coeur tendre


    Il t’envoie mes messages
    Sans jamais se fâcher
    Il affiche mes mots sans rien me demander
    ll les envoie pour te souhaiter , à travers les ondes de l’amitié

    Une très bonne journée, aussi douce que possible

    De gros bisous d’amitié

    Bernard

    • Stasera pizza per tutti e una torta troppo buona che poi mettero’ nel blog, doppio cioccolato, da svenire, io sono a dieta, poi capire, 😀 baciotti tesoro, tvb, tantissimo!!!!

  20. Ho annotato la tua ricetta, davvero interessante!
    Se posso ti dico le varianti che faccio : preparo una marmellata espresso con la polpa di cachi, zucchero di canna e buccia di limone.
    Metto nel bicchiere del frullatore la marmellata con un ciuffo di menta fresca e frullo.
    A parte faccio rinvenire l’ uva passita in un po’ di rum; quando sarà pronta la’asciugo e la unisco alla marmellata , una manciata di pinoli e proseguo con la confezione della crostata……….che te ne pare????
    Ciao carissima, buona serata!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...