La frittura perfetta.

Aprile dolce dormire…me lo diceva sempre mia mamma….penso sia un proverbio antico …io ho trovato questa spiegazione molto sensata…sul corriere della sera…..Aprile dolce dormire. Un detto che trova la conferma della scienza. Con l’arrivo della primavera, infatti, l’orologio interno del nostro organismo ha bisogno di almeno una settimana per resettarsi e abituarsi all’aumento della temperatura e delle ore di luce ….allora  il miglior modo per sincronizzare il meccanismo biologico con quello naturale è senza dubbio  quello del riposo….quindi inutile cercare di ribellarsi alla natura, forzandosi a restare svegli o a cimentarsi in giornate frenetiche……..meglio avere pazienza. E assecondare i bisogni del nostro organismo: si tratta di pochi giorni, dopo di che l’orologio interno prende il ritmo giusto e si allinea alla bella stagione, e sonno e stanchezza vanno via. Torneranno solo al prossimo cambio drastico della stagione, cioè con l’autunno. Per il momento godiamoci questi giorni sonnecchiando un po’..….allora oggi vi scrivo la ricetta per un fritto perfetto. Io ho fatto i frittini di carne, melanzane e altre verdure come i buonissimi fiori di zucca ma vi scrivo anche la frittura migliore per  il pesce.. e poi come non parlare dei dolci, mannaggia, la dieta!!!

Queste nove regole per una frittura perfetta le ho lette sul mio libretto delle fritture, condivido pienamente ma io tante volte uso anche l’olio di arachide perche’ per esempio con i dolci, tipo i bomboloni e’ molto leggero.

(1) Usiamo oli di oliva, non per forza extravergine. Garantiscono una maggiore resistenza alle alte temperature senza alterarsi.

(2) La padella più adatta alla frittura è di ferro, perché consente un riscaldamento dell’olio più graduale, l’alternativa è l’acciao. La forma ideale è larga, bassa e con i bordi dritti.

(3) Manteniamo il più possibile costante la fiamma evitando che debordi ai lati della padella.

(4) Sommergiamo il cibo con l’olio, che di conseguenza dev’essere sempre abbondante. Gli alimenti completamente avvolti dal grasso prendono colore in modo uniforme.

(5) Al contrario, per evitare che si attacchi o abbassi troppo la temperatura del fritto, la quantità di cibo non dev’essere eccessiva.

(6) Mettiamo a friggere il cibo nell’olio solo quando questo ha raggiunto i 180 gradi. Se lo facciamo prima, cioè quando la temperatura troppo bassa, avremo un fritto poco croccante.

(7) E’ importante che il cibo messo a friggere nell’olio sia a temperatura ambiente e ben asciutto. Eviteremo così l’abbassamento del punto di frittura e quindi la rottura delle fibre nel cibo.

(8) Se vogliamo ottenere la rapida formazione della crosta in superficie, così che l’olio non penetri con facilità, riduciamo al massimo la quantità di cibo. In altre parole, aggiungiamone poco per volta.

(9) Per una duratura della superfice che coincida con la completa cottura interna, usiamo cibi di piccole dimensioni.

Queste regole sono fondamentali io aggiungerei l’uso della farina di mais, la polenta, invece del pane grattuggiato, provate viene una meraviglia, poi per le verdure a me piace tantissimo fare la pastella con acqua e farina, vengono davvero delle ottime fritture.

Ecco la ricetta per la frittura delle bistecche con  la farina di mais. Un uovo sbattuto, farina di mais e le bistecche di vitello tagliate a fettine sottili e piccole, cuociono meglio e diventanto croccanti. Passate le bistecche nell’ uovo poi nella farina di mais poi friggetele nell’olio bello caldo nella padella andiaterente. E voila’…buone e croccanti………ho fatto cosi’ anche con le melenzane e i fiori di zucca…..non serve neanche la carta assorbente perche’ non sono per niente unte!!!!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...