Archivi

Tutti gli articoli per il mese di marzo 2009

Linguine agli scampi!

Pubblicato 24 marzo 2009 da Laura
Dove lavorava mio padre ogni anno organizzavano una crociera per i dipendenti e i loro famigliari, sempre in posti diversi, nel periodo di aprile/ maggio! Io dall’eta’ di tredici anni fino a quando ho avuto la Kiara avro’ fatto 15 crociere, un anno e’ venuta anche lei, piccina, aveva appena tre anni!
I viaggi organizzati erano quasi sempre su navi della costa crociere, navi bellissime! Un anno per otto giorni di crociera ho mangiato solo ed esclusivamente pesce, fatto in tutti i modi, cucina internazionale, certo, buonissima! Ricordo tanti piatti ma le linguine agli scampi, l’aragosta e la zuppa di pesce erano veramente favolosi! I cuochi dopo il pranzo uscivano per prendersi il meritato applauso, e mia mamma per una volta, e’ riuscita a farsi dare la ricetta delle linguine agli scampi! Veramente la preparazione e’ facilissima, il segreto, il pesce fresco, figurati su una nave! Le linguine fatte in casa, mia mamy le faceva, ma ci sono quelle confezionate che sono buone, poi la cottura! Tutto deve essere a disposizione e cuoce poco, i pomodori, gli scampi, la pasta al dente, se mettete l’aglio tagliatelo sottile sottile e non deve imbiondire, il sugo non troppo asciutto ma neanche brodoso! Beh, e’ un piatto gustosissimo…………. ecco la ricetta!

Faro’ la mia foto, certamente, ma che buoni! Volevo dire che si possono fare anche delle variazioni, sempre di pesce, invece degli scampi si possono usare le  cozze! La ricetta l’ho scritta, facile e veloce,  mio marito li preferisce con le cozze, gustosissimi davvero!

 

Linguine agli scampi

Ingredienti:


  • una confezione di scampi, io compro quelli surgelati, ce ne sono mi sembra dodici!

  • abbondante olio di oliva 

  • aglio (allora, la ricetta, come tante altre, prevede l’aglio, io non l’ho messo, fate voi!
    )

  • 200 g. di pomodori tondi 

  • abbondante prezzemolo tritato

  • sale q.b.
  • 300 g. di linguine (io le ho fatte, ma sono buonissime quelle comprate!)

Preparazione
Il tempo di cottura è breve, dovrete avere tutti gli ingredienti
a disposizione già pronti e l’acqua della pasta già a bollore.
Lavate, dopo averli fatti scongelare in acqua,
gli scampi. Sgusciatene 4 e schiacciatene la polpa in
un piattino aiutandovi con una forchetta. Tagliate tutti i
pomodorini in piccoli spicchi. Se usate l’aglio tritate molto finemente l’aglio.
Lavate e tritate il prezzemolo.
Mettete tutto l’olio, a fuoco bassissimo, nella padella un po’ alta ed aggiungetevi l’aglio che non deve assolutamente
imbiondire.
Quando vedrete il trito d’aglio salire in superficie, aggiungete
la polpa degli scampi sgusciati e coprite per non più di un
minuto,mi raccomando cuoce subito.
E’ il momento di aggiungere metà del pomodoro ed, appena dopo, gli scampi disposti
possibilmente in un unico strato. Coprite e lasciate cuocere
per almeno 2 minuti, trascorsi i quali scoprite la padella e rivoltate gli scampi uno per volta.
Buttate la pasta in acqua salata e mettete un cucchiaio
d’olio (la mia mamy diceva perché le linguine non si attacchino l’una all’altra).
Appena gli scampi saranno cotti toglieteli dal sugo e disponeteli
momentaneamente in un piatto.
Ravvivate un po’ la fiamma e fate asciugare il sugo. Quando
la maggior parte del liquido sarà evaporato spegnete il fuoco
ed aggiungete metà del prezzemolo.
Scolate la pasta e versatela nella padella! Mischiate bene ed
aggiungete l’altro pomodoro crudo (vero mi sono dimenticata di avanzare un pomodoro perche’ un altro segreto e’ il gusto che da’ perche’ crudo, gli scampi ed il prezzemolo.
Servite in tavola! Buoni ma  buoni ma buoni! Mi ricordano le crociere! Certo che allora erano bei tempi, speriamo che cambi qualcosa, lavorare in questo periodo, mannaggia! E poi chi ha il lavoro, lavora male, e chi non ce l’ha………………..mamma mia che tempi!


Dolcetti di Lalla, panna e cioccolato!

Pubblicato 23 marzo 2009 da Laura
Questi Kiara li adora, veramente li mangia, sono dei semplici paninetti al latte con panna e con cioccolato!

Ingredienti:

500 g di farina

lievito di birra 25 gr

sale

60g di burro

50 gr  di zucchero

50g di cioccolato (ho usato le codette) per quelli al cioccolato e panna a piacere (potete usare anche solo lo zucchero se per voi sono troppo pesanti!)

1,5 dl di latte

 

In una terrina mettere la farina, il lievito sciolto nel latte e un pizzico di sale ed il burro a pezzetti.

Lavorate un po’ ottenendo un impasto sbriciolato.


Aggiungere lo zucchero, se l’impasto e’ troppo duro aggiungete un po’ latte, se troppo molle, aggiungete un po’di farina! Lavorate ancora e formate un panetto che farete lievitare il piu’ possibile (io li ho impastati, ho stirato, fatto i lavori, preparato il pranzo………….beh, piu’ o meno due!)

Cosi’ lievitato il panetto e’ raddoppiato, e’ morbido, stendete piano con il mattarello la pasta e formate tanti panini usando un bicchiere, fate lievitare ancora un po’, circa 20 minuti.

Cuocere in forno preriscaldato a 200° per 15-20minuti (o fino a che non risulteranno dorati).
Sfornare, lasciar raffreddare e farcire a proprio piacimento! Buoni, ma buoni!Che voglia di farli e mangiarli!

 

Torta salata con spinaci e mozzarella!

Pubblicato 22 marzo 2009 da Laura
Avevo gli spinaci gia’ pronti, fatti a mezzogiorno, con l’idea della torta salata! Io la faccio con la pasta sfoglia, quella comprata, viene buonissima!
 

Torta salata con spinaci e mozzarella

Metto poi la foto! Che buona! Stasera ci siamo consolati! Peccato che Kiara e’ arrivata tardi, era cosi’ stanca che e’ andata a dormire, eh eh! Domani le faccio un dolce, so che lei lo preferisce!

Torta salata con spinaci e mozzarella

INGREDIENTI:

– 250 gr di pasta sfoglia
– 300 gr di spinaci

– 250 gr di mozzarella

– 50 gr di parmigiano -un uovo

– 1 noce di burro- latte q.b.

– sale e pepe

Preparazione:


Lessate
gli spinaci in acqua salata. Quando sono cotti versateli in uno
scolapasta, “pressateli” per eliminare tutta l’acqua e infine
tagliateli. Tagliate la mozzarella a cubetti piccoli e mettetela,
assieme agli spinaci, alla noce di burro e ad un po’ di latte, in un
pentolino facendo andare a fuoco lento e mescolando di continuo finchè
la mozzarella non fila. Aggiungere il parmigiano (quasi tutto), e un
pizzico di sale e di pepe.
Intanto prendete la pasta sfoglia e
tiratela leggermente col matterello, dopo di che adagiatela sul fondo
di una teglia antiaderente (oppure mettete un foglio di carta da forno
tra la teglia e la pasta sfoglia) e bucherellatela abbondantemente con
una forchetta.
Versate il composto di spinaci e
mozzarella sulla pasta sfoglia e ripiegate i bordi e infornate (il forno acceso una decina di
minuti prima) a 180 gradi, 15 …20 minuti circa. Fate attenzione , io una volta ho rischiato di bruciarla, fa presto a cuocere! Una variante………..lo stracchino, viene buona molto gustosa! Io ho messo lo stracchino in questa!Che bonta’!

Meraviglia! Potete usare altra pasta sfoglia e chiudere la torta, poi spennellare con l’uovo!

Il Tiramisu’!

Pubblicato 22 marzo 2009 da Laura
E’ un dolce che piace tantissimo! Non lo faccio spesso, perche’ e’ davvero molto calorico, in certe occasioni pero’
non manca mai in casa Lalla, ahahahhahha! Mi viene buonissimo! La ricetta me l’ha data la moglie di mio cugino che abita a Salerno, lui ha lavorato molto tempo in una pizzeria a Santo Domingo, poi e’ tornato in Italia si e’ sposato, ha aperto un ristorante/pizzeria proprio in riva al mare, dove oltre alle pizze prepara altre specialita’,buonissime, fra queste il suo tiramisu’! Ecco la sua ricetta!

Tiramisu’

Ingredienti:
250 gr. di mascarpone, 200 gr. di panna da montare zuccherata, 2 tuorli, 100 gr. di
zucchero , 250-300 gr. di savoiardi, una ciotola circa di caffè, cacao amaro.

Preparazione:
preparate
il caffè amaro o leggermente zuccherato a vostro piacere. In una
ciotola frullate i due tuorli con lo zucchero, aggiungete il mascarpone, poi montate la panna e unitela un pò alla volta alle uova e
mascarpone mescolando delicatamente dal basso verso l’alto per non
farla smontare. Bagnate i savoiardi nel caffè e fate uno strato sul
fondo di una pirofila, versate metà della crema preparata in precedenza
e livellate bene, fate un secondo strato di savoiardi imbevuti nel
caffè e completate con il resto della crema, livellate bene e
spolverizzate la superficie con abbondante cacao amaro. Mettete in
frigo fino al momento di servire.
E’ molto calorica cosi’, invece di mettere gli albumi sbattuti con un pizzico di sale, come ho sempre fatto io, mio cugino mette la panna montata, ma vi assicuro che e’ una delizia cosi’, da svenire! Ahahhaahha! Basta mangiarne poco poco! Ih Ih!

tiramisùLa mia foto faro’, non so pero’, se ci riusciro’! Che rime………..ahhahahaha!

Finito il mio relax, uffi, Willy vuole mangiare, non solo lui!……………..Stasera per cena ho preparato la torta di spinaci, poi scrivo la ricetta, mannaggia

Willy, che birbante!Che bello!

Ecco le foto del mio tiramisu’!!!!!

Impasto morbido, slurp…………  Image_00000.jpgb Cacao meravigliaio! Ahahahahahh!Un due tre quanto tempo stara’ in frigo!

Sparito il tiramisu’, io ne ho assaggiato  proprio un tocchetto eh , ma piccolo, miiiiiiii, gli sbranatori dicono che lo fanno per il mio bene! Ahhahahah!

Primavera!

Pubblicato 22 marzo 2009 da Laura
Stamattina
mi sono svegliata tardi, la domenica e’ la mia giornata preferita, lui
dorme beato, ih ih dopo la nottata! Mi faccio un bel marocco, c’e’ un silenzio,
Willy,  pensate che tranquillo, sono le 10.00 e sul divanetto dorme
ancora beato!

Mi piace guardare, dalla mia grande veranda in mansarda, le persone che hanno la casa vicino a me, come incominciano a pulire e sistemare i loro giardini, piu’ che altro, l’orto! Io, per un po’ ho tenuto pomodori, melenzane, zucchini, prezzemolo, fagiolini e altre buone verdure, ma ora ho lasciato perdere, ho due rettangoli di prato vicino ai due lati della casa dove mettero’ dei fiori tanto colorati e dove ci sono piantine di tutti i tipi, due piante grandi di albicocche, due di pere e una di fichi! Il mio vicino ieri piantava la rucola, che buona, e mi diceva che cresce senza fatica, mi diceva di piantarla, di fare un orticello piccolo……………..uffi……………tanto di quel lavoro pero’! Prima mio papa’ ci perdeva parecchio tempo, ora non ne ha piu’ voglia! Quasi quasi lo faccio, metto un po’ di insalatina, qualche verdurina, poco pero’! A me piacciono i fiori, tantissimo, ma mangiare le cose che coltiviamo e’ senz’altro piu’ salutare!
In primavera le giornate sono troppo belle, si allungano, in questi giorni c’e’ stato molto vento qua, adesso che si e’ calmato c’e’ un bel sole, cielo limpido e aria frizzante e fresca!
Durante la settimana, essendo a casa tranquilla, anche io sistemo il giardino, lavoro un po’ al pomeriggio, quando il sole e’ bello caldo, poi finito il lavoro dal mio grande terrazzo guardo il mio lavoro e penso cosa devo ancora fare per l’indomani! La primavera e’ una bella stagione,  si pensa stando al sole alle nostre vacanze! Ce ne vuole ancora un po’, ma solo il pensiero fa stare bene!

Spaghetti al sugo di cozze e caciucco alla livornese!

Pubblicato 21 marzo 2009 da Laura
E’ quello che ho fatto oggi, un buon sughetto con le cozze, il caciucco invece me lo ha portato mio fratello, buonissimo, io pero’ cerco una ricetta e poi lo faro’ senz’altro, assomiglia un po’ alla zuppa di pesce, metto poco peperoncino, in quello che ho mangiato oggi non si sentiva nemmeno!

Spaghetti al sugo di cozze

1 kg di cozze surgelate

  prezzemolo q.b

olio extra vergine d’oliva

peperoncino a piacere

1/2 bicchiere di vino bianco

500 gr di pomodorini

sale


Preparazione

Scongelate e mettete le cozze in una padella, sollevate la
fiamma e copritele con un coperchio. Se comprate quelle gia’ precotte, scaldatele solo altrimenti vengono troppo molli!
Colate il sughetto delle cozze con un colino molto sottile e
conservatelo in un bicchiere.
Versate l’olio d’oliva in un’altra padella e aggiungete i pomodorini a pezzi e fate
cuocere per circa 15 minuti. Aggiungete le cozze , il
prezzemolo, il vino bianco, il peperoncino (poco eh!) e il sughetto delle cozze.
Fate cuocere per qualche minuto spegnete e condite gli spaghetti. Buoni davvero, volevo fare la foto ma ce li siamo pappati in un battibaleno!

Il caciucco invece non l’ho fatto io, e’ molto buono davvero, lo faro’ prossimamente, ho trovato la ricetta, e al supermercato dove vado io, c’e’ tutto il pesce necessario gia’ preparato e congelato pronto per cuocerlo!
Qui da me, che non sono in una zona di mare, preferisco comprare il   pesce surgelato anche se, in citta’, c’e’ un banco del pesce, dove andava mia mamma, che ha del pesce molto buono, costa un po’ pero’!
Ecco la ricetta!


Il caciucco è una delle numerose varianti regionali della zuppa di pesce. Ne
esistono ovviamente infinite varianti, probabilmente una per ogni casalinga livornese…

 Per sei/otto persone

Due chili circa di pesce assortito per zuppa, ben pulito e squamato (piccoli
scorfani, trigliette di scoglio, gallinelle, tranci di palombetto e di nasello,
qualche moscardino e delle seppioline, scampi e gamberi, cozze ecc.: la composizione
del caciucco dipende da cosa offre il mercato; potete farvi consigliare dal pescivendolo)

Sei pomodori maturi spellati, privati dei semi e tritati

Due o tre grossi spicchi di aglio

Zenzero (in quantità pari all’aglio)

Un bicchiere di vino rosso

Olio

Sale

In un tegame di dimensioni sufficienti a contenere il pesce fate soffriggere
con olio abbondante l’aglio pestato e lo zenzero tritato grossolanamente; quando
l’aglio avrà preso un bel colore bruno "spegnete" il soffritto con il vino, fate
leggermente ritirare indi aggiungete i pomodori.

Dopo alcuni minuti aggiungete i moscardini e le seppioline, e far cuocere coperto
per una mezz’ora, regolando di sale; se l’intingolo dovesse asciugare troppo allungatelo
con un poco di acqua. A questo punto aggiungere gradualmente il restante pesce,
prima gli scorfani poi a distanza di alcuni minuti gli altri pesci e i tranci,
in modo che la cottura del tutto risulti uniforme. A parte avrete fatto aprire
in padella le cozze: a fine cottura aggiungete al caciucco la loro acqua.

Disponete su ciascun piatto un paio di crostoni di pane precedentemente abbrustoliti
e, se piace, leggermente strofinati con uno spicchio d’aglio tagliato a metà;
sui crostoni distribuite il pesce cercando di non fare ingiustizie tra i commensali,
versate su tutto una buona mestolata di intingolo e guarnite con alcune cozze.

Servite ben caldo, accompagnando a parte con altri crostoni di pane.
La quantià di zenzero può variare secondo il gusto; assolutamente obbligatorio
è invece l’aglio, componente essenziale del caciucco! Ma
io sinceramente l’aglio non l’ho sentito in quello che ho mangiato….penso che non lo mettero’, viene buono comunque!Bel pranzetto, a base di pesce! Mi piace!

Appena svegli, non c’e’ nulla di meglio che……………………….

Pubblicato 21 marzo 2009 da Laura
Eh si, al mattino cosa si desidera se non un buon caffe’, appena svegli ti da’ la carica! Io, in genere, mi faccio il marocco, una fetta di torta, piccola, e via, la giornata inizia meglio………….!

Ecco la mia colazione, ih ih! A proposito ho finito il libro! Bello veramente, dovete leggerlo, stasera incomincio l’altro, Il poeta ritorna,  mio fratello mi ha detto che …….non finisce cosi’…………..noooooooooooo!
Anche il mio maritino si e’ fatto contagiare, il marocco con la schiuma, che buono! Intanto leggo un po’, baci baci e la giornata incomincia!

Lei,lui&l'altro

Giuro di dire la verità, tutta la verità

LIHW Ministries & Blog

Daily Devotions

PalaSport

Lo sport secondo me

Un Dente di Leone

La quinta età: un soffio di vento sul dente di leone

arthur_photo...

* Chiddu chi ccunta, ‘un si pò mai vidiri! *

i discutibili

perpetual beta

Il Blog di Silvia Cavalieri

Uno spazio creativo per la scrittura

Pensieri Scritti - l'essenza - io esisto

- Si crea ciò che il cuore pensa - @ElyGioia

wwayne

Just another WordPress.com site

Le mille curiosità

Imparare cose nuove è bello, trasmettere ciò che si ha imparato lo è ancora di più

Il fondo e il barile

...e nel raschiare

I miei borghi

I borghi italiani in mostra

The Style League

Image Consultant - Personal Shopper - Photo Producer

NORBERT WEBER (GERMANY)

PERSONALTRAINING

angolo del pensiero sparso

voli pindarici sulla caleidoscopica umanità

HenryGuitarMan

"Never say never. Because limits, like fears, are often just an illusion" (Michael Jordan)

"KITCHEN & CLUE"

"Ho dei gusti semplicissimi, mi accontento sempre del meglio" O. Wilde

Lo gnomo di crema

Viaggiatrice curiosa alla ricerca di nuove idee per i miei piatti👩🏼‍🍳🍽 Ho due compagne di viaggio speciali... una è molto pelosa, l’altra meno🤣❤️e insieme siamo le Morgans!!⛵️🐾

Dentro l'ombra al ombrico non resta che lombrire

Invasate a prescindere, quando non trapiantate. Di piante, giardini, terrazze, buazze.

la cucina chimica

ricette, chimica, alimentazione, nutrizione

artismylife

art is emotions, art is love, art is ME

I love books

books are life

Aprendiendo a vivir.

No todo es improvisado

Sogni e realtà

i sogni sono una realtà alternativa

Schnippelboy

Ein Tagebuch unserer Alltagsküche-Leicht nachkochbar

Master Mix Movies

One Movie at a Time

BallesWorld

Gesundheit - Rezepte - Reisen

sunflowersdolleyesvibes

Segui sempre il tuo istinto!

imaginecontinua

Lumea de altadata si cea de azi.....

Una lettrice bionda

Books and LifeStyle

Diario di Petra

"La bellezza salverà il mondo" (Dostoevskij)

Elisa Falciori

attimi imperfetti

LeggimiScrivimi il Blog di Tricoli Sara

Libertà è la parola chiave: libertà di scrivere - libertà di leggere - libertà di essere

shivashishspeaks

#Snippets,#tech updates,#poetry

Etiliyle © -poetry and photography ™

Etiliyle © - la poesia in una fotografia ™

Sunday mood

·Don't look back. You are not going that way·

unbelsorrisodallitalia.wordpress.com/

意大利旅居記事簿:來自意國的微笑 by Scarlett To

....e adesso la pubblicita'

La vita e' un carosello

Dream Aloud

"Le idee migliori non vengono dalla ragione, ma da una lucida visionaria follia" - Erasmo da Rotterdam

Scopic Impulse

French magazine - art & visual culture

Charme Haut®

Moda - Beleza - Glamour - Luxo

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: